L’OBELISCO DEL PINCIO, UNA STORIA LUNGA SECOLI

L’obelisco del Pincio fu fatto elevare nel II secolo dall’imperatore Adriano in onore del suo giovane e sfortunato amante Antinoo. Dopo alcuni spostamenti durante i secoli, fu collocato nell’attuale zona di Porta Maggiore dove cadde e rimase sepolto fino al 1570. Ritrovato all’epoca di papa Urbano VIII, dopo una permanenza in Vaticano, fu collocato in via dell’Obelisco al Pincio da papa Pio VII. La parte di foto in bianco e nero è datata 1865 è ci mostra delle persone, nell’attuale piazza Bucarest, intorno all’obelisco, intente a chiaccherare, dopo una passeggiata nei giardini del Pincio.