LA VICENDA DI GIORGIO BISEGNA, PRESIDENTE ANPI SAN LORENZO

di Elena Improta

consigliere Municipio II

Giorgio Bisegna, presidente della Sezione Anpi di San Lorenzo, sotto sfratto esecutivo dalla casa in cui ha passato una vita, insieme alla moglie, Rosina Gagliarducci. Un uomo che ha reso i valori della Resistenza contemporanei, lottando per i diritti dei fragili, non ultimo proprio il diritto alla casa. La mia solidarietà non si ferma a parole di sdegno e amarezza. So che un bravo assessore alle Politiche per la casa, come Daniele Ozzimo, si è messo in contatto con Bisegna e la moglie, per cercare una soluzione. Chiederò però al presidente del Municipio e alla sua Giunta di impegnarsi perché sia attivo, in tempi stretti, il Fondo sociale per l’affitto e perché si riqualifichino e si impieghino le numerose strutture inutilizzate sul nostro territorio. Credo sia opportuna ed urgente una mappatura puntuale dei beni immobili del territorio, potenzialmente utilizzabili: dalle “case di custodi” di stabili disabitati ad appartamenti occupati illegalmente (me ne risultano alcuni in zona Piazza Bologna). Edifici che devono essere destinati – è ormai un’emergenza di alcuni dei nostri quartieri – all’accoglienza di tanti anziani che rischiano di non avere un tetto sotto il quale trovare riparo, dopo una vita di incredibili sacrifici. Persone come Giorgio Bisegna.