QUINDICENNE PICCHIA COETANEA A VILLA BORGHESE

Nell’estate del 2011, a soli 12 anni, aveva sfregiato la fidanzatina 11enne perché lei l’aveva lasciato. Adesso che di anni ne ha 15 ha picchiato un’altra coetanea. È successo nel primo pomeriggio di venerdì, a Villa Borghese, dove entrambi si trovavano insieme ad altri compagni di scuola. I ragazzi hanno iniziato una partita di calcio, mentre le ragazze sono rimaste a chiacchierare fra loro. A un certo punto, a causa di un banale screzio per un pallone non restituito, il 15enne ha aggredito una delle compagne di scuola colpendola più volte con violenti schiaffi e con un calcio. Solo l’intervento degli altri ha bloccato l’aggressore. I genitori della studentessa hanno sporto denuncia, riferendo di un episodio di bullismo. L’avvocato Gianluca Arrighi, che assiste il 15enne , sostiene invece: «Il bullismo in questa storia non c’entra nulla. Il ragazzo soffre di alcune problematiche psichiche e da tempo è in cura in un centro specializzato. Dopo il drammatico episodio avvenuto nell’estate del 2011 il giovane non ha più commesso atti violenti e la famiglia si assumerà comunque ogni responsabilità per l’accaduto». fonte: Corriere della Sera