AL VIA L’OTTAVA EDIZIONE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM

La dieci giorni romana del grande schermo, con sede principale all’Auditorium, in programma dall’8 al 17 novembre, sta per cominciare. 71 film nella sola Selezione Ufficiale (di cui 20 italiani), 11 mediometraggi, 19 corti, 31 paesi partecipanti dai cinque continenti. Numeri significativi, quelli dell’ottava edizione del Festival Internazionale del Film di Roma. A disposizione del Festival – per le proiezioni e per dibattiti, convegni, mostre… – saranno tutte le sale dell’Auditorium di Renzo Piano (Santa Cecilia, Sinopoli, Petrassi, Teatro Studio, Studio 3), per un totale di oltre quattromila posti a sedere, con un red carpet tra i più grandi al mondo: 1.300 metri quadri, quanti ne misura il viale che conduce alla cavea. Sempre all’Auditorium, il Villaggio del Cinema con stand in acciaio, vetro e legno. Altre sale coinvolte, l’auditorium del Maxxi in via Guido Reni e il multisala Barberini. A via Veneto, strada simbolo del cinema italiano, avrà sede il Mercato Internazionale del Film, mentre la Casa del Cinema a Villa Borghese e di nuovo il Maxxi ospiteranno i convegni. Incontri di settore e istituzionali si svolgeranno all’AuditoriumArte del Parco della Musica. La materia prima del Festival – film, documentari, corti – è l’esito dell’avvenuta selezione tra 2.620 opere visionate (1.542 lungometraggi e 1078 cortometraggi), provenienti da 76 paesi. I film che sbarcano al Festival sono come ogni anno divisi in sezioni: la Selezione Ufficiale, a sua volta formata dal concorso internazionale (quello che assegna il Marc’Aurelio d’oro e gli altri premi principali) e dai film fuori concorso con le “proiezioni di gala”; CinemaXXI, concorso parallelo e dedicato alle nuove correnti del cinema mondiale; Prospettive Doc Italia che fa il punto sulle tendenze attuali del documentario italiano, con un proprio riconoscimento; Alice nella città, sezione autonoma (con un proprio regolamento) di film per ragazzi. A margine, il Mercato Internazionale del Film dal 13 al 17 novembre, articolato in The business street e New cinema network: incontri, workshop, video library per consentire a produttori e venditori di lanciare sul mercato i nuovi film. Anche nel 2013 il Festival s’impegna sul terreno sociale (con Telethon) e ambientale (aderendo al progetto di LifeGate per la compensazione delle emissioni di CO2 ). In funzione come ogni anno l’audio-descrizione per disabili visivi e i sottotitoli digitali per non udenti. Per saperne di più (tutti i film in programma, le sezioni, i premi, le giurie, il regolamento, le sedi…), www.romacinemafest.it