IERI POMERIGGIO IL PAPA AL VERANO

Ad accogliere il Papa, ieri al Verano, il cardinale vicario di Roma Agostino Vallini, il sindaco di Roma Ignazio Marino, giunto come da consuetudine in bicicletta, e il presidente del Municipio, Giuseppe Gerace. “La speranza è come un lievito che fa allargare l’anima” sottolinea il Santo Padre nell’omelia pronunciata a braccio, mettendo da parte il testo scritto preparato in precedenza. “Con la speranza l’anima va avanti, in ogni momento della nostra vita. La speranza ci purifica, ci alleggerisce, ci fa andare più in fretta”.Poi, con animo poetico, Bergoglio osserva: “In questo tramonto, ognuno di noi può pensare al tramonto della sua vita. Lo guardiamo con speranza di essere ricevuti dal Signore? – chiede ai fedeli – questo è il tramonto del cristiano, un tramonto che ci dà pace. Pensiamo allora al tramonto dei tanti fratelli e sorelle che ci hanno preceduti e al nostro tramonto, perché tutti avremo un tramonto, chiedendoci dove è ancorato il nostro cuore”.