CASTRO PRETORIO, RIPARTITA LA METRO B: STAREMO A VEDERE

METRO ROMALa metro B ferma di nuovo a Castro Pretorio. Riaperta il 13 ottobre, a eccezione delle scale mobili, ascensore e di qualche bonifica strutturale, la fermata appare esattamente come quando aveva chiuso. Oltre un anno di attese per una stazione che, secondo gli utenti, sembra una metro in una città sovietica post-bombardamento. Ad aumentare il malcontento dei pendolari, però, non sono soltanto gli impianti di traslazione: a soli due giorni di distanza dalla riapertura, il 15 ottobre Castro Pretorio ha dato di nuovo forfait. “Temporaneamente chiusa”, ha informato Roma Mobilità. I lavori svolti in questi 373 giorni di stop hanno interessato le scale mobili per fine vita tecnico, gli ascensori, la bonifica di amianto e le infiltrazioni di acqua all’interno della stazione. Per quanto siano stati completati, però, gli spazi metropolitani a oggi sono intonsi, contro ogni annuncio di restyling. “Sono stati anche adeguati gli spazi di stazione – si legge nell’informativa Atac – per consentire le procedure di evacuazione coerenti con le nuove normative anti-incendio”. Spazi che appaiono praticamente identici a prima dei lavori, dove il flusso degli utenti in entrata e uscita è delimitato in pandemia da un cordone rosso.