INTERESSANTE INIZIATIVA DEL LICEO “MONTESSORI” DI VIA LIVENZA

Ars gratia artisLa scuola che progetta, pianifica, si interroga sull’avvenire dei propri studenti è una scuola che guarda al futuro, che si mette in gioco e stimola il sapere. “Aiutiamo a fare da soli” è l’espressione più nota di Maria Montessori ed è l’emblema dell’offerta formativa e della programmazione didattica del Liceo romano a lei intitolato. L’attuale Liceo Statale “Maria Montessori” di via Livenza, diretto da Giovanni Scancarello, infatti, nasce come  scuola magistrale statale per la formazione delle maestre del grado preparatorio secondo il metodo montessoriano con ordinamento speciale, per regio decreto dell’8 agosto 1924. Oggigiorno il percorso liceale prevede quattro indirizzi: liceo classico, liceo linguistico, liceo scientifico opzione scienze applicate e Liceo delle Scienze Umane opzione economico-sociale. In un periodo storico particolarmente significativo si è voluto offrire agli studenti del liceo classico una proposta didattica che è stata pensata e costruita per gli alunni, che sapesse formalizzare, tradurre e comunicare una nuova identità. La proposta del liceo classico artistico filologico prevede l’ampliamento dello studio della Storia dell’arte, anticipando l’insegnamento della disciplina sin dal primo biennio, proponendo nella sua componente interdisciplinare la presentazione di tematiche relative alla tutela e al restauro del patrimonio artistico e monumentale, nonché l’aggiunta di un’ora di Diritto al primo e al secondo anno di studi. Una scelta che tiene conto non solo della presenza e dell’influenza dei classici nella modernità, ma che sappia mettere in luce trattazioni interdisciplinari utili anche per le scelte future professionali degli studenti. Area scientifica, umanistica e tecnica si uniscono per contribuire a fornire nuove chiavi di lettura, ad aprire nuovi orizzonti e a fornire ulteriori strumenti di conoscenza che il mercato del lavoro offre e al contempo richiede. In tal senso la prospettiva europea ed internazionale che si vuole dare, oltre a potenziare la conoscenza della cultura classica, è in grado di far riflettere gli studenti su problematiche di natura diversa partendo da una conoscenza interdisciplinare comune. Obiettivo rafforzato anche dall’impiego di lezioni digitali e nuove metodologie di insegnamento  che utilizzano la tecnologia come strumento didattico nell’era del web 2.0. L’offerta formativa curricolare è stata accolta di buon grande dalle famiglie e dagli studenti, così come dalle istituzioni che hanno saputo cogliere in questa proposta didattica l’ampio valore di formazione e di ricerca a cui la scuola di oggi è chiamata a svolgere. L’indirizzo classico artistico-filologico del liceo statale “Maria Montessori” di via Livenza sarà presentato ufficialmente il 27 ottobre alle ore 10 presso la Giunta centrale degli studi storici in via Milano, 76. Alla presentazione/convegno,dal titolo Ars gratia artis – il Liceo Classico tra arte e logos, interverranno Giovanni Scancarello (dirigente scolastico liceo statale “Maria Montessori”),  Andrea Giardina (presidente Giunta centrale per gli studi storici),  Antonio Leo Tarasco (dirigente ministero della Cultura) e saranno presenti gli studenti della classe 2 A del liceo classico artistico-filologico. Un esempio di come una visione innovativa, concreta e lungimirante possa contribuire a un processo condiviso di progettazione e sappia essere all’avanguardia e al passo con i tempi al fine di favorire la formazione e stimolare la curiosità degli alunni.