POLICLINICO: NO GREEN PASS DEVASTANO IL PRONTO SOCCORSO

logo-policlinico-umberto-IUn grave episodio è avvenuto nella serata di ieri, arrivando a suggellare una giornata con incidenti tra polizia e manifestanti in pieno centro e l’assalto alla sede della Cgil al termine della manifestazione No Green Pass. Una trentina di persone sono arrivate al pronto soccorso del Policlinico dell’Umberto I, devastando uno dei reparti dove si trovava un manifestante ferito che, in stato di fermo, era stato trasportato in ospedale per essere medicato. Gli aggressori hanno danneggiato diverse suppellettili. Secondo quanto riferito dalla Questura, il manifestante ha rifiutato il triage, ha dato in escandescenza e ha rifiutato il protocollo Covid, e ha provato anche a fare un video. Identificato è stato denunciato per resistenza e lesioni e per essersi rifiutato di fornire le proprie generalità. La situazione è tornata alla normalità solo dopo l’arrivo delle forze dell’ordine. In tutto sono rimaste ferite quattro persone nella colluttazione, due operatori sanitari e due agenti della Digos Gli aggressori sono riusciti a dileguarsi impunemente ma sono in corso le indagini per accertarne l’identità. Sul fatto che il loro obiettivo fosse “liberare” il manifestante ferito, un uomo proveniente dalla Sicilia, invece non sembrano esserci dubbi.