PERICOLO NOMENTANA: IN CINQUE MESI BEN 95 INCIDENTI (1 MORTALE)

via nomentanaUna ragazza, l’ultima vittima sulla Nomentana, all’altezza di Sant’Agnese. Andando verso Porta Pia, all’incrocio con via Lazzaro Spallanzani, il muro di villa Torlonia ricorda un altro giovane, morto quattro anni fa. Nello stesso punto, a settembre 2020, perse la vita una giovane mamma. Poche centinaia di VIA NOMENTANA 3metri più avanti, all’incrocio con viale Regina Margherita era toccato ad un altro giovane in un incidente, il 7 febbraio scorso. La presidente del Municipio II, Francesca Del Bello, rivolgendosi al competente ministero dell’Interno, ha chiesto di intervenire: “Autovelox, tutor, telecamere sono tutte proposte da percorrere e praticare, come quella degli attraversamenti rialzati, per indurre gli automobilisti alla riduzione della VIA NOMENTANAvelocità. Alcune di queste azioni purtroppo oggi non sono realizzabili, visto che via Nomentana è classificata come una strada di grande viabilità”, dice la Del Bello. A tal proposito, nella giornata di venerdì si è parlato di Nomentana in Prefettura, nel corso di un osservatorio sulla sicurezza stradale. Una riunione indetta per valutare le problematiche legate alle riaperture e alla sicurezza stradale. Impietosi i Incidente-Nomentana-viale-Regina-Margherita-3-300x225[1]dati della polizia locale di Roma Capitale: dal 1 gennaio al 18 maggio di quest’anno sul tratto da porta Pia fino a oltre il raccordo, sulla Nomentana si sono registrati 95 incidenti. Di questi 56 non hanno avuto feriti. Per il resto in 38 casi ci sono stati feriti e in uno, un esito mortale.