EMERGENZA FREDDO, L’ALLARME DEL MUNICIPIO

EMERGENZA FREDDO“L’emergenza freddo è uno di quei problemi che vanno risolti a livello comunale, non si può scaricare la responsabilità sui singoli municipi, che tra l’altro vedono diminuire sempre più i fondi dati dal Comune”. Non usa mezzi termini Carla Fermariello, assessora alle Politiche Sociali della seconda circoscrizione. Puntualmente, come ogni inverno, le temperature rigidissime riportano l’attenzione sui problemi nel dare alloggio a chi vive in strada, nel Trieste-Salario come in tutta Roma. Da novembre, come denunciato da Sant’Egidio, sono infatti già morte di freddo nove persone. Problemi che, da soli, i Municipi non riescono ad affrontare appieno. “Il II Municipio ha attivato un piano freddo già diversi mesi fa con il progetto delle “Stazioni di Posta” – prosegue Fermariello – che prevede la creazione di un centro di accoglienza integrato e multifunzionale per persone senza dimora o che vivono in condizioni di povertà estrema, che si trova a via degli Apuli, nel quartiere di San Lorenzo. Purtroppo i fondi destinati dal Comune sono sempre meno e perciò non è possibile intervenire in maniera ulteriore“. Fonte: Roma H24