PONTE DELLA MUSICA, SI AVVICINA IL GIORNO DELLE GRANDI PULIZIE

PONTE DELLA MUSICAÈ ormai imminente l’avvio dell’operazione recupero dell’area sotto al Ponte della Musica. Lo assicura a RomaH24 Angelo Diario, presidente della commissione capitolina allo Sport: “Non si andrà oltre la fine del mese. Da lì in poi metteremo in calendario altri interventi per mantenere l’area pulita”. Ma prima un passo indietro. L’area sotto al Ponte della Musica è da tempo oggetto di decine di segnalazioni da parte di cittadini e comitati esasperati per la grave situazione di degrado.  Il 21 novembre scorso si era tenuto un incontro per creare un Tavolo per la manutenzione, il recupero e la progettazione dell’area a uso sportivo e culturale a cui hanno partecipato istituzioni, associazioni e i cittadini per tentare di ridare lustro al ponte della Musica. Nonostante questo attivismo, la situazione non accenna a migliorare e nessuno riesce a intervenire concretamente. Il motivo è che l’area al momento è terra di nessuno: un limbo geografico e amministrativo, rimpallato per anni tra Regione Lazio e Comune, in cui l’Ama non può intervenire perché formalmente le competenze di non sono ancora non in capo ad alcun dipartimento. Non è dello stesso parere Rino Fabiano, assessore all’Ambiente del II Municipio, che il 13 gennaio ha pubblicato su Facebook una lettera indirizzata proprio al presidente Angelo Diario e all’assessore allo Sport di Roma Capitale Daniele Frongia, in cui viene chiesta una risposta sugli interventi da mettere in atto per fermare il degrado dell’area sotto il ponte dedicato al musicista Armando Trovajoli. “Non debbono esistere zone d’ombra nel contratto di servizio di Ama e del Dipartimento Tutela Ambiente, né scarichi di responsabilità tra Comune e Regione sulla gestione dei rifiuti”, ha scritto Fabiano su Facebook.