E LA PROTESTA DEGLI ALUNNI SI FA PURE IN VILLA (TORLONIA)

WhatsApp-Image-2021-01-07-at-11.19.16-768x576Soffia un vento di protesta oggi a Roma e nel resto del Lazio. Dalla prima mattinata gli studenti di oltre cento scuole superiori di Roma e del Lazio manifesteranno il loro dissenso, la loro contrarietà a tornare in classe in presenza, a partire dal 18 gennaio (anche se si parla di un ulteriore rinvio), in assenza di condizioni di sicurezza. Complice anche il meteo, clemente dopo giorni di pioggia e temporali, lo faranno astenendosi dalla didattica a distanza e con sit- in, presìdi, lezioni open air per ” chiedere un rientro in sicurezza: trasporti affidabili, piano di tracciamento efficace, spazi per la didattica “, spiegano dalla Rete degli studenti medi che, supportata dal movimento Priorità alla Scuola, sarà alle 9 davanti alla prefettura e alle 11 sotto al Miur. Tra i primi appuntamenti c’è la lezione del del Coordinamento studenti Terzo municipio con l’associazione Giuristi Democratici: appuntamento alle 8 nel giardino del Brancaleone, mentre mezz’ora dopo, a Villa Torlonia, il Collettivo Plinio tiene un’assemblea sulla ” Scuola che vorremmo”. Lezione open air per i ragazzi dell’Albertelli, mentre quelli del Cavour dialogano col direttore de l’Espresso, Marco Damilano.