“QUANDO AI PARIOLI C’ERANO I CAMPI” DI GIOVANNA ALATRI

giovanna alatriScrive Amuse: “Vogliamo proporvi un racconto della nostra Socia Giovanna Alatri: una passeggiata virtuale nell’area fuori le Mura Aureliane a nord della città, genericamente chiamata Parioli, per presentarvi alcuni illustri “inquilini” che vi abitavano, un secolo fa, poveri e sconosciuti ma che avrebbero acquistato nel tempo fama e notorietà. Stiamo parlando del pittore Giacomo Balla, che abitava in un vecchio convento al vicolo dei Parioli, del pedagogista Alessandro Marcucci, che abitava al vicolo Carcano dietro Villa Albani, e del poeta e scrittore Giovanni Cena, al vicolo di San Filippo. Tre strade dei Parioli che correvano nel verde tra vigne, orti, frutteti; tre strade che oggi hanno un nome diverso e sono a stento rintracciabili in aree completamente edificate. Ma la suggestione di quei primi anni del Novecento ci induce ancor più ad amare le strade, le piazze, le ville, i parchi e i giardini dei nostri quartieri e a prendercene cura, in nome dell’impegno civico che ognuno di noi deve alla propria città. Il racconto s’intitola “Quando ai Parioli c’erano i campi” e si sviluppa in quattro capitoli: una introduzione e tre capitoli dedicati ai ciascuno ai suddetti personaggi”.