LUNGOTEVERE FLAMINIO: 24ENNE MUORE SU UN BARCONE

MORTO BARCONE LUNGOTEVERE FLAMINIOSdraiato sul letto, con la faccia rivolta verso il soffitto. Morto da alcune ore, senza apparenti segni di violenza sul corpo. È un giallo il ritrovamento nel primo pomeriggio di sabato del cadavere di un ragazzo di 24 anni a bordo di uno dei barconi ormeggiati lungo le sponde del Tevere, in questo caso nei pressi di ponte Nenni, e precisamente sul lungotevere Arnaldo da Brescia, al Flaminio. L’allarme è stato dato da alcune persone che erano entrate nella chiatta, dove in passato si sono svolte delle feste ma adesso no, complice anche il prolungato lockdown e poi il divieto di organizzare eventi per contrastare il dilagare dei contagi da coronavirus.  Il decesso di Leonardo B. risalirebbe forse alla mattinata di sabato o anche prima. Sarà adesso l’autopsia ad accertare le cause del decesso, forse già nella giornata di martedì. Intanto la polizia ha sentito amici e conoscenti del ragazzo, che comunque non abitava all’interno dell’imbarcazione, dove non si esclude fosse però ospite. Fra le ipotesi prese in considerazione, anche sulla base del primo sommario esame esterno del corpo svolto dal medico legale, c’è quella di una morte collegata a un’overdose di qualche genere di sostanza, forse anche droga, alla quale è seguito un arresto cardiaco. Ma è ancora presto per arrivare a conclusioni che potrebbero essere cancellate dai prossimi esami autoptici. Intanto gli agenti del commissariato Villa Glori hanno iniziato una serie di accertamenti per ricostruire il giro di conoscenze anche negli ambienti degli adulti per frequentava. Fonte: Corriere della Sera