COVID: RICOVERATO ALL’UMBERTO I, DOPO UNA VICENDA ALLUCINANTE

policlinico umberto IHanno fatto prima a ricoverarlo in terapia sub-intensiva che a spedirgli l’esito del tampone, comunicato con ben 13 giorni di ritardo dall’Asl Roma 2. E senza manco lo straccio di un referto, andato ufficialmente perduto: «risulta positivo al tampone del 5/11 ma non ci è stato ancora pervenuto il referto – ha scritto in un’e-mail mercoledì 18 l’ufficio Profilassi Sisp dell’Asl – Sarà nostra premura richiedere il referto a chi di competenza, e contattarla non appena ricevuto». Peccato che il malcapitato 73enne sia già stato, nel frattempo, ricoverato in gravi condizioni presso il reparto di Pneumologia dell’Umberto I. Con il resto della famiglia quasi tutta contagiata e “dimenticata” dall’Asl, che ha impiegato da un massimo di 16 giorni ad un minimo di una settimana per riuscire a comunicare l’esito dei referti agli altri 4 componenti del nucleo. Fonte: il Tempo