E ADESSO ALEMANNO CI FA GIOCARE AL PARI E DISPARI

Tornano le targhe alterne a Roma. Il Campidoglio ha disposto, per mercoledì 9 gennaio, il divieto di circolazione per le auto con targa dispari e, per giovedì 10, il divieto di circolazione per i veicoli con targa pari (zero incluso). Il provvedimento interessa tutti gli autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori che, a seconda della targa, non potranno circolare all’interno della fascia verde cittadina, dalle ore 8.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 20.30. Per chi non osserverà il provvedimento delle targhe alterne sono previste sanzioni di 155 euro. Sono esentati dal provvedimento delle targhe alterne gli autoveicoli di categoria “euro 5″, ciclomotori a 2 ruote 4 tempi “Euro 2″, i motocicli “euro 3″, i veicoli a trazione elettrica e ibrida o alimentati a gpl e metano. Le altre categorie esentate sono i veicoli muniti del contrassegno per persone invalide; gli autoveicoli e i motoveicoli a due ruote utilizzati da lavoratori con turni lavorativi o domicilio/sede di lavoro tali da impedire la fruizione dei mezzi di trasporto pubblico, certificati dal datore di lavoro; i veicoli degli operatori dell’informazione quotidiana in servizio, muniti del tesserino di riconoscimento e con attestazione della redazione, o adibiti al trasporto di materiali per il servizio di riprese televisive; i veicoli utilizzati da edicolanti di turno con certificazione; i veicoli o i mezzi d’opera che effettuano traslochi per i quali sono state precedentemente rilasciate autorizzazioni; i veicoli utilizzati nell’organizzazione di manifestazioni per le quali sono stati precedentemente rilasciati atti concessori; i veicoli delle associazioni o società sportive appartenenti a federazioni affiliate al Coni o altre federazioni riconosciute ufficialmente, o utilizzati da iscritti alle stesse con dichiarazione del Presidente indicante luogo e orario della manifestazione sportiva; i veicoli di autoscuole in servizio o finalizzati al superamento dell’esame di guida con adeguata attestazione. Per aumentare l’efficacia del provvedimento, inoltre, nei giorni di applicazione delle targhe alterne, la temperatura massima degli ambienti domestici deve essere mantenuta a 18 gradi per non più di 8 ore. Come sempre, in condizioni di emergenza, e quindi anche nel corso delle targhe alterne, la fascia verde cittadina sarà interdetta ai veicoli più inquinanti dalle 7.30 alle 20.30. Quest’ultimo provvedimento sarà vigente anche domani, martedì 8 gennaio per le seguenti categorie: autoveicoli a benzina euro 0 e 1; diesel euro 0 -1- 2; ciclomotori e motoveicoli a due, tre, quattro ruote a 2 e 4 tempi euro 0 -1. Per chi non osserverà il provvedimento delle targhe alterne sono previste sanzioni di 155 euro. Fonte: la Repubblica