TIBURTINA: BOCCIATO IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEI RESIDENTI

piazzale-stazione-tiburtina-proposta-cittadini“La Sindaca Raggi e la sua maggioranza iniziano la campagna elettorale per le prossime amministrative chiudendo la porta in faccia ai cittadini”. È duro il commento del Comitato Cittadini Stazione Tiburtina al termine dell’Assemblea Capitolina che ha visto la bocciatura della proposta di iniziativa popolare per la riqualificazione della zona, dopo vent’anni di promesse, finalmente liberata dalla Tangenziale Est. Si perché dopo anni di battaglie contro la sopraelevata, piloni di cemento, buio e degrado i residenti La stazione Tiburtina senza la tangenziale, il nuovo volto del piazzaleimmaginavano la rinascita del loro quartiere in una versione più verde e ciclabile. Nell’idea dei comitati e delle associazioni che hanno curato il progetto, circonvallazione Nomentana sarebbe dovuta diventare una strada ad una corsia per senso di marcia con accanto un parco lineare da stazione Tiburtina a via Nomentana, ai lati parcheggi e una pista ciclabile. “Un anello verde di 5-6 chilometri, in cui si può girare senza incrociare strade e auto. Vogliamo che la trasformazione urbana della nostra zona renda ai cittadini quel che toglie” – aveva detto l’architetto Ettore Pellegrini. Ma non solo, dopo l’abbattimento della Tangenziale Est, Tiburtina sognava un bosco urbano davanti alla stazione e una passeggiata architettonica. La permanenza della stazione, oggi gestita da Tibus, nel piazzale Ovest, “totalmente chiusa con ingresso e uscita dei torpedoni esclusivamente su via Tiburtina così da ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente e la viabilità del quartiere”. Il Comune invece, in attesa di sciogliere l’incognita sullo spostamento dell’autostazione ad Anagnina, l’ha prevista nel piazzale Est. Dunque respinto il progetto dei cittadini, supportato da 8mila firme e i pareri favorevoli dei municipi II e IV, i più prossimi alla stazione. Intorno a Tiburtina si farà come dice il Comune: “boulevard pedonale alberato e trasformazione di qualità” per il Campidoglio; “una spianata di asfalto” per i residenti. Fonte: Romatoday