METRO B: VERSO LA CHIUSURA CASTRO PRETORIO E POLICLINICO

METRO B CASTRO PRETORIOSi preparano a chiudere “per alcuni mesi” due stazioni della metro. Si tratta di due fermate della linea B della metropolitana: Castro Pretorio, dal 5 ottobre, e Policlinico, dal 29 novembre. Motivo? La sostituzione trentennale degli impianti, scale mobili, ascensori e tappeti mobili. Un lavoro ancora più importante della revisione che aveva coinvolto le fermate della metro A Baldo degli Ubaldi e Cornelia: qui si tratta di rimuovere un impianto e di sostituirlo con uno nuovo. Atac precisa che nei prossimi giorni si saprà per quanto le stazioni rimarranno off-limits, ma i lavori non sono certo facili e potrebbero anche andare avanti per mesi. Nel complesso, su tutta la linea B saranno sostituiti 48 impianti, ma per le altre stazioni non ci sarà bisogno dell’interdizione totale agli METRO POLICLINICOutenti. A fine lavori,  si avranno “impianti di ultima generazione nelle stazioni della metro B interessate dagli interventi, con evidente giovamento per il servizio e per i viaggiatori”, scrive Atac in una nota. I lavori sono stati già avviati e la ditta incaricata ha già cominciato le operazioni nelle stazioni di Bologna, Tiburtina, Monti Tiburtini, Quintiliani e Santa Maria del Soccorso. L’arrivo a Castro Pretorio è imminente: qui, come anche a Policlinico, “le strutture degli impianti — precisano dall’agenzia capitolina dei trasporti pubblici — sono differenti rispetto a quelle delle altre stazioni e, secondo la normativa vigente sugli esodi di sicurezza, necessitano di chiusura di alcuni mesi per consentire smontaggio, rimontaggio e collaudi in ogni elemento”. Sui tempi, se ne dovrebbe sapere di più tra qualche giorno: “I tecnici — proseguono ancora da Atac — stanno ultimando le ricognizioni per stimare la data di conclusione dei lavori, che verrà comunicata nei prossimi giorni, e per studiare soluzioni di mobilità alternativa, anche prevedendo l’utilizzo di servizi sostitutivi”. Ciononostante, subiranno più disagi gli utenti che regolarmente utilizzano la fermata Policlinico, la cui uscita è proprio davanti all’Umberto I. Chi, per esempio, deve andare a trovare dei parenti o chi deve sottoporsi regolarmente ad alcune terapie, dovrà trovare un altro modo per raggiungere l’ospedale. A sfruttare quella fermata, poi, sono anche gli studenti della Sapienza: la “Città universitaria” si trova a cinque minuti a piedi da Policlinico. Fonte: la Repubblica