VILLA ADA, QUELLA LUCE MISTERIOSA

VILLA ADAUna misteriosa luce accesa nelle stanze al primo piano dell’ex abitazione del custode (quando c’era) di Villa Ada, accanto all’ingresso di via Salaria 267. Eppure lì dentro non dovrebbe abitare più nessuno e quell’edificio – da tempo – sarebbe dovuto tornare nel pieno possesso del Campidoglio, che ha vinto tutti i LA LUCEgradi di giudizio contro chi proseguiva ad occuparlo abusivamente. Uno scandalo denunciato nel 2014 anche dal M5S, quando era all’opposizione. Ora che governa la città, forse qualcosa potrebbe farla. Da anni si chiede che quell’edificio diventi la “Casa del Parco”, per ospitare un centro di documentazione su Villa Ada, incontri, presentazioni, mostre e attività scientifiche, culturali e didattiche. E che fine hanno fatto le promesse di un rapido riutilizzo sociale dell’altro ex appartamento del custode che era stato sgomberato in pompa magna nel giugno del 2018 nell’edificio della Tribuna?