COVID: PARIOLI, CHIUSO IL CIRCOLO L’ANTICO TIRO A VOLO

Antico tiro voloChiuso per Covid, in attesa di sanificazione il Circolo Antico Tiro a volo ai Parioli. Sarebbero stati alcuni camerieri di ritorno dalla Sardegna, in particolare un bengalese, a risultare positivi. Così ieri mattina è scattato l’allarme e tutti i soci avvisati. «Purtroppo il pranzo che avete prenotato non si può fare, abbiamo dei casi covid positivi, per ora non è possibile accedere al circolo». Mentre restano aperte le attività sportive, campi e piscina, il ristorante e la club house sono off limits nel rinomato esclusivo circolo romano di via Eugenio Vajana: un dipendente positivo ha fatto scattare l’allerta, tutti saranno sottoposti a tampone, il contact tracing è scattato, i controlli periodici hanno messo subito in luce la positività. «Riapriamo sabato mattina, dopo la sanificazione», rispondono al telefono, anche il magistrato ed viceministro dello Sviluppo economico Antonio Catricalà ora presidente di Adr, come molte altre cariche dello Stato, membro del circolo rimane stupito: «Peccato, non ne sapevo niente, quando riapre?» chiede preoccupato, Il Circolo Antico Tiro a Volo, presieduto da Giorgio Averni, è frequentato da giuristi e politici. Nel circolo i dipendenti vengono sottoposti periodicamente ai test sierologici. «Tutto il personale si sottopone periodicamente a controlli, tramite test sierologici – spiega Averni – nel corso di una di queste verifiche, è emerso un caso dubbio. Così, in via precauzionale abbiamo fatto fare il tampone all’intero staff, chiudendo il circolo per tre giorni ed effettuando la sanificazione nei vari spazi. Abbiamo ovviamente avvertito i soci». Le sale del circolo sono deserte. All’ingresso, alcuni dipendenti, mascherina rigorosamente sul viso, sono pronti ad offrire spiegazioni e a chiarire la tempistica della riapertura. «Gli esiti dei primi tamponi sono stati negativi – prosegue il presidente – Riceveremo i risultati finali nel pomeriggio. Siamo fiduciosi». Fonte: il Messaggero