DUE INCONTRI DA NON PERDERE, AL MAXXI, IL 29 SETTEMBRE

Alketa-Mripa-Xhafa-150x150Il 29 settembre al Maxxi (alle ore 18) incontro – in collaborazione con l’Ambasciata del Kosovo in Italia – con l’artista originaria del Kosovo, Alketa Xhafa Mripa, per raccontare, in dialogo con il direttore Artistico del museo Hou Hanru, i suoi ultimi lavori e in particolare l’opera Thinking of you, realizzata nel 2015 e oggi protagonista di un documentario che ne racconta la genesi, dove oltre cinquemila abiti stesi nell’arena dello stadio di Pristina ricordano gli stupri avvenuti durante la guerra in Kosovo. Coraggiosa rappresentante di un’arte che si fonde con l’attivismo politico Alketa Mripa Xhafa è stata riconosciuta a livello internazionale come un’appassionata sostenitrice della verità e dei diritti umani. Il suo lavoro è spesso incentrato sulle donne e sulla loro posizione nella società. Come artista, sandro_veronesi_abitare_la_scrittura_estate_al_maxxi-1024x576ha dimostrato di avere un impatto che va ben oltre lo spazio espositivo, contribuendo a creare una piattaforma in cui le donne protestano contro i confini e i limiti, puntando i riflettori sul comportamento riduzionista delle società oppressive. Sempre il 29 settembre, (alle 19) per la rassegna Estate al Maxxi, “Sandro Veronesi. Abitare la scrittura”: piazza del Maxxi, ingresso libero fino a esaurimento posti. Un incontro tra letteratura e architettura, tra cambiamento e storia del nostro modo di vivere la casa. Sandro Veronesi – vincitore dell’edizione 2020 del Premio Strega con il romanzo Il colibrì – dialoga con Pippo Ciorra, Senior Curator Maxxi Architettura, a partire dal ri-allestimento della collezione del Maxxi dal titolo At Home 20.20 progetti per l’abitare contemporaneo. Una conversazione che riflette su come sia evoluto, a partire dal secondo dopoguerra, il concetto dell’abitare e di come oggi, a fronte di una crisi sanitaria planetaria, stia cambiato il modo e il tempo di vivere le nostre case.