IL DECALOGO PER COMBATTERE L’AFA RECORD

Piano_Caldo_Evitare di uscire di casa nelle ore più calde; vestire con abiti leggeri non aderenti preferibilmente di fibre naturali; aprire le finestre solo al mattino presto o la sera; evitare di restare sotto il soffio diretto dei condizionatori; impostare il condizionatore ad un massimo di 7 gradi di differenza con l’esterno. E ancora, fare bagni e docce con acqua tiepida e bagnarsi viso e braccia con acqua fresca; salire sull’auto solo dopo aver aperto finestrini e portiere per far arieggiare l’abitacolo; evitare l’eccesso di sale nei cibi; bere frequentemente acqua ma anche succhi e centrifugati; consumare pasti leggeri, frutta e verdura. Sono le indicazioni contenute nel decalogo contro l’afa record, stilato da Uecoop (Unione europea delle cooperative) sui dati Istat in riferimento all’ultima ondata di caldo africano, con temperature fino a 40 gradi e allerta rossa in diverse città della penisola, da Roma a Bologna, da Torino a Firenze, da Campobasso a Pescara, da Rieti a Frosinone, da Bolzano a Perugia.