TIBUS: TEST SIEROLOGICI SU BASE VOLONTARIA E QUARANTENA

TIBUSDa oggi “inizieranno i test su base volontaria presso il terminal bus a Tiburtina. È pronta l’ordinanza”, come spiega l’assessore alla sanità regionale Alessio D’Amato. Il provvedimento prevede il test sierologico, su base volontaria,a  chi arriva nel Lazio con pullman di linea proveniente da Bulgaria, Romania, Ucraina e, in caso di positività, a test molecolare con tampone nasofaringeo. La misura scatterà da mercoledì 29 luglio, a Roma, alla stazione di arrivo dei pullman a Tiburtina. “In caso di rilevazione della temperatura superiore a 37,5° i viaggiatori sono sottoposti al test molecolare e l’attività di esecuzione dei test sarà condotta dalle Aziende avvalendosi della collaborazione delle Uscar”, fa sapere l’Unità di Crisi C ovid-19 della Regione Lazio.  Inoltre chi arriva nel Lazio da Bulgaria e Romania dovrà rispettare un periodo di quarantena di 14 giorni, anche se asintomatiche. L’ordinanza dispone inoltre che “i vettori del trasporto di linea aereo, ferroviario o terrestre acquisiscano dai viaggiatori una specifica dichiarazione sostitutiva che attesti di non aver soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti nei Paesi indicati; di non aver avuto contatti stretti con persone affette da patologia Covid-19 negli ultimi due giorni prima dell’insorgenza dei sintomi e fino a 14 giorni dopo l’insorgenza dei medesimi; l’indirizzo dell’abitazione o dimora presso il quale verrà trascorso il periodo di sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario, nonché il riferimento telefonico, anche mobile, per ogni eventuale contatto da parte dell’autorità sanitaria”.