CASA DEL CINEMA: INCONTRO CON LECH MAJEWSKI E PROIEZIONE

Oggi, alla Casa del Cinema, alle ore 18 incontro con Lech Majewski, modera Mario Sesti.  Segue la proiezione di “Valley of the gods”, nella versione originale con sottotitoli in italiano e con John Malkovich, Josh Hartnett, Bérénice Marlohe, Keir Dullea. L`uomo più ricco del pianeta (John Malkovich) vive nascosto dal resto del mondo. La sua società, che estrae uranio, ha deciso di scavare nella Valle degli Dei, della comunità Navajo, violando una terra sacra, tra le cui rocce, secondo un`antica leggenda, sono rinchiusi gli spiriti di antiche divinità. Un’esperienza visiva ed emotiva profonda condotta da uno dei maestri del cinema polacco contemporaneo.

IL MUNICIPIO VUOLE INTITOLARE UN’OPERA A QUATTRO PARTIGIANE

piazza gimmaLa notizia è di questi giorni. Il II Municipio, nella persona della presidente Francesca Del Bello, promuove iniziative volte ad esaltare la memoria storica e, in particolare, il ruolo delle donne durante la II Guerra Mondiale. In quest’ottica nasce l’idea di realizzazione ed installazione di un’opera di ingegno artistico nel ricordo di quattro donne partigiane da collocare in piazza Gimma, lato viale Libia. Del Bello, ha dato mandato di indire un concorso pubblico, in accordo con l’assessora uscente alla Cultura, Arianna Camellini: “Questo progetto è legato alla ricorrenza del 25 aprile”, spiega a Roma H24. “Come II Municipio abbiamo deciso di dedicarlo alle quattro donne partigiane romane: Carla Capponi, Marisa Musu, Maria Teresa Regard e Lucia Ottobrini”.

STANOTTE È TORNATA L’ORA SOLARE

Questa notte è tornata l’ora solare “invernale” (fino alla fine di marzo). Si dorme un’ora di più ma le giornate, inevitabilmente, si accorciano.  Al momento del cambio, le lancette dovranno essere portate indietro di un’ora allo scoccare delle tre di notte. Ormai la tecnologia fa tutto in automatico, i nostri smartphone si aggiorneranno da soli e toccherà modificare gli orologi a parete e quelli da polso tradizionali, ma è sempre bene ricordarsi quando avviene questo passaggio. Con l’ora solare si dormirà, dunque, un’ora in più ma le giornate saranno più corte perché farà buio prima (e sarà davvero “inverno”). L’ora solare resterà in vigore fino all’ultimo weekend di marzo 2022, ossia tra sabato 26 e domenica 27, quando le lancette andranno spostate in avanti.

AUDITORIUM, GLI STICK MEN AL TEATRO STUDIO BORGNA

Questa sera alle ore 21, Teatro Studio Borgna dell’Auditorium,  gli Stick Men,
Tony Levin, Pat Mastellotto e Markus Reuter. Un trio d’eccezione formato da musicisti che hanno grande storia e competenza alle spalle: Gli Stick Men sono, dal 2010, Tony Levin, Pat Mastellotto e Markus Reuter. Per il power trio ogni concerto è un’occasione per intraprendere una vera e propria avventura musicale, ogni live è unico e mai uguale. I tre musicisti costruiscono ogni spettacolo unendo virtuosismi, alte capacità d’improvvisazione e le loro personalissime tradizioni musicali. Il risultato è un concerto-jam session in cui l’improvvisazione si mescola alla tradizione prog e non solo, ai brani storici dei singoli musicisti ma sempre aperto a nuove creazioni e contaminazioni sonore. Eseguiti quasi esclusivamente per Chapman stick e batteria, i live degli Stick Men sono per i veri intenditori e appassionati di musica.

ERA NATO A VIA TEVERE NEL 1930 L’ASTRONAUTA MICHAEL COLLINS

Michael Collins, uno dei tre astronauti del famoso allunaggio del luglio 1969, scomparso il 29 aprile 2021, era nato il 31 ottobre 1930, al numero 16 di via Tevere, dato che il padre aveva in quel momento un impiego militare all’ambasciata statunitense in Italia. Michael fu selezionato dalla Nasa, come astronauta, nel 1963 e partecipò alla missione Apollo 11 nel 1969, la prima a portare un equipaggio sulla Luna. Collins era il pilota del Modulo di Comando e di Servizio (Csm) che orbitava attorno alla Luna, mentre Neil Armstrong (morto pure lui da qualche anno) e Buzz Aldrin (unico sopravvissuto) scesero sulla superficie lunare. Perciò Collins non pose mai piede sulla Luna – e quindi l’iscrizione della targa che ne parla come ‘primo uomo sulla luna’, al di là dell’enfasi, non è esatta – ma il suo nome è legato indissolubilmente alla missione. Come per gli altri membri dell’equipaggio dell’Apollo 11, un piccolo cratere vicino al luogo dell’allunaggio porta il suo nome. A Michael Collins, gli Epo, gruppo rock, ha dedicato una canzone contenuta nell’album “Silenzio/Assenso”, dal titolo omonimo “Collins”.