MAXXI, OGGI ANTEPRIMA DELLA FESTA DEL CINEMA CON “IONOI”

IONOI, il progetto di Nico VascellariOggi, viene presentato come Evento Speciale all’interno della Festa del Cinema di Roma Ionoi, progetto dell’artista Nico Vascellari nato e sviluppato durante il lockdown. Insieme alla sua band, i Ninos Du Brasil, per 20 giorni dal 26 marzo al 14 aprile, Vascellari ha girato 20 case diverse attraverso le 20 regioni d’Italia, dando vita a un tour domestico che sarà raccontato al Maxxi attraverso la proiezione di Ionoi, documentario con la regia dello stesso Vascellari, co-prodotto da The Apartment, società parte del mega-gruppo Fremantle, e Codalunga.

LUCIANO LIGABUE E FABRIZIO MORO SBARCANO ALL’AUDITORIUM

da sinistra Alessio De Leonardis Luciano Ligabue e Fabrizio MoroSabato 16 ottobre, ore 16, all’Auditorium Parco della Musica, Sala Sinopoli, Luciano Ligabue e Fabrizio Moro saranno protagonisti alla sedicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, in occasione della presentazione in anteprima esclusiva del videoclip ufficiale della canzone “Sogni di rock’n’roll”, prodotto da Raffaella Tommasi e Stefano Salvati di Daimon Film per ImaginAction Festival Internazionale del Videoclip. I due artisti racconteranno della loro collaborazione nel progetto e di come è stato realizzato il corto di uno dei grandi successi di Ligabue – che vi ha preso parte come attore – e che è stato diretto dallo stesso Fabrizio Moro insieme ad Alessio De Leonardis. “Sogni di rock’n’roll”, brano contenuto nel primo album del cantautore di Correggio, uscito nel 1990, era ancora sprovvisto di un videoclip ufficiale. Il cortometraggio è stato girato a Ravenna lo scorso luglio, con il contributo del Comune e della Camera di Commercio di Ravenna. La realizzazione ha richiesto 3 giorni di set, nel cast attori professionisti e oltre 150 comparse.

DEL BELLO: ANDARE A VOTARE E NON LASCIARE ROMA ALLA DESTRA

pd 4pd 2Dice Francesca Del Bello, presidente uscente del Pd e ricandidata alla presidenza del nostro municipio: “Grazie alle volontarie e ai volontari che anche questo weeekend sono stati tra le piazze e le strade del Municipio per raccontare i nostri programmi per i quartieri. Con il Pnrr e con un sindaco al fianco dei municipi, saremo in grado di attuare i pd 3nostri progetti più ambizioni per rilanciare il territorio dove viviamo. Torniamo a votare, non lasciamo Roma e i Municipi alla destra, bravissima a cavalcare i problemi ma con nessuna idea di come risolverli! #elezionicomunali2021 #roma

 

pd

INTERESSANTE CONVEGNO ALLA BRITISH SCHOOL DI VIA GRAMSCI

BSRPresso la British School di via Gramsci il 13 ottobre alle ore 18 si parlerà in lingua inglese de “La lebbra e le sue similitudini nella predicazione italiana del XIII secolo”. Questa conferenza esplora l’interazione tra medicina, religione e salute nella società italiana premoderna, attraverso un esame della rappresentazione dei lebbrosi e della lebbra nei sermoni del XIII secolo. Nel discorso religioso medievale, l’immagine della lebbra era spesso usata per evocare concetti di peccato, decadimento morale ed esclusione, mentre le narrazioni scritturali che dettagliavano la miracolosa guarigione dei lebbrosi dimostravano i corrispondenti potenti effetti curativi della grazia sacramentale. Questa conferenza esamina i modi in cui queste comuni associazioni figurative furono costruite e comunicate nella predicazione del XIII secolo. In Italia in questo periodo, le definizioni e le descrizioni teologicamente convenzionali della lebbra cominciavano a entrare in conflitto sia con i mutevoli atteggiamenti sociali verso la malattia e l’esclusione, sia con le classificazioni e le interpretazioni alternative della malattia che si trovano nelle nuove traduzioni latine di testi medici greci e arabi.

FINALMENTE RIAPRE LA FERMATA METRO DI CASTRO PRETORIO

METRO B CASTRO PRETORIOQuesta volta ci siamo. Atac ha fatto sapere che domani la fermata della metro Castro Pretorio tornerà di nuovo in funzione dopo i collaudi con gli enti ministeriali. Chiusa al pubblico oltre un anno fa, il 5 ottobre 2020, per sostituzione integrale degli impianti di traslazione, scale mobili e ascensori, la stazione è stata oggetto in questi mesi di un’approfondita manutenzione causa fine vita tecnico delle scale, con 30 anni di utilizzo. I lavori hanno riguardato anche diverse opere civili e accessorie, tra cui diversi interventi volti ad arginare le infiltrazioni d’acqua e la rimozione di amianto, criticità emerse dopo smontaggio degli impianti. Tra gli interventi di Castro Pretorio, sono stati adeguati anche gli spazi della stazione per consentire le procedure di evacuazione, in linea con le nuove normative anti-incendio.

CORSO D’ITALIA, MARIO DRAGHI IN VISITA DI SOLIDARIETÀ ALLA CGIL

DRAGHI 1DRAGHI 2STANZADopo l’assalto squadrista di sabato, la sede della Cgil ieri mattina ha ricevuto la visita del presidente del consiglio. Mario Draghi, infatti, ha deciso di portare di persona la sua solidarietà al più grande sindacato italiano. Il premier alle 12:15 è stato accolto dal segretario generale Maurizio Landini e si è trattenuto circa STANZA 2un’ora, vedendo con i suoi occhi lo scempio agli uffici e ai quadri e congratulandosi per la reazione. Nel corso della permanenza, cominciata con un abbraccio, Draghi ha promesso a Landini che «discuterà dello scioglimento di tutte le forze politiche che si rifanno al fascismo», come chiesto espressamente domenica al presidio di solidarietà dal segretario generale della Cgil. Da parte di Draghi nessuna dichiarazione pubblica, solo un tweet da palazzo Chigi: «Sindacati presidio di democrazia e dei diritti dei lavoratori; nessuna tolleranza contro intimidazioni ed episodi di violenza».

E GLI HACKER OSCURANO IL SITO DELLA CGIL

LOGO CGILIeri il sito web della Cgil era irraggiungibile per un attacco hacker. Dopo l’assalto alla sede nazionale, da sabato il portale del sindacato di Corso d’Italia a più riprese è stato fuori uso. «È la dimostrazione di un’azione organizzata tesa a colpire la confederazione- spiegano da Collettiva, il blog ufficiale del sindacato-. L’attacco hacker al sito istituzionale della Cgil nazionale conferma, se ancora fosse necessario, la premeditazione dell’assalto fascista di sabato scorso. I tentativi parzialmente respinti di incursione informatica sono partiti contemporaneamente all’azione contro la sede di Corso Italia e testimoniano un’organizzazione ad ampio raggio tesa a colpire anche l’infrastruttura tecnologica della confederazione nel tentativo di bloccarne le fonti autonome di comunicazione».

LA REGIONE LAZIO CHIEDE PRESIDI FISSI DI POLIZIA E CC NEGLI OSPEDALI

logo-policlinico-umberto-IDopo il raid dei ‘no Green Pass’ la Regione Lazio chiede presidi fissi di polizia e carabinieri per sorvegliare cosa accade negli ospedali, per tutelare i pazienti e il personale sanitario e, soprattutto, evitare raid punitiviti come quello andato in scena  nella notte tra sabato e domenica al Policlinico Umberto I dove era stato ricoverato uno dei partecipanti alla protesta contro il green pass.

PIAZZA FIUME: LA RINASCENTE E QUEL CAPOLAVORO ARCHITETTONICO

Chi va alla Rinascente di piazza Fiume, più facilmente prende l’ascensore o usa la scala mobile. Ma il palazzo custodisce un piccolo capolavoro architettonico – le scale interne – che è stato immortalato negli anni Sessanta da un artista della fotografia in bianco e nero: Oscar Savio, figura fondamentale della fotografia d’autore del Novecento, apprezzato in particolare da molti illustri architetti, che amavano far ritrarre le loro opere dal fotografo padovano. La sua capacità di trasformare composizioni semplici e ordinate in immagini d’autore ne ha fatto uno dei più amati fotografi italiani di architettura, portandolo a collaborare con maestri come Portoghesi, Moretti, Del Bufalo, Luccichenti, Monaco, Lapadula. Foto in bianco e nero di architetture realizzate tra gli anni Cinquanta e Sessanta, esprimono la ricerca della luce naturale, delle inquadrature non convenzionali e degli angoli esagerati, la scelta di collocare le opere in una prospettiva più ampia, decontestualizzando particolari ed esaltando gli spazi. Come nelle famose foto realizzate all’Eur. E come quella, appunto, della Rinascente.