VIALE SOMALIA: LIBRERIA ELI, SI PARLA DI “LEGGENDE OLIMPICHE”

Invito presentazione LEGGENDE OLIMPICHEMartedì 28 settembre si terrà presso la libreria Eli (viale Somalia, 50), alle ore 21, la presentazione del libro “Leggende Olimpiche: i 100 momenti cruciali che hanno infiammato i Giochi Olimpici”  di  Giampiero Vigorito, classificatosi durante le Olimpiadi tra i libri più letti di questa XXXII edizione.  Nato da una serie di podcast che l’autore Giampiero Vigorito ha curato per Rai Radio3 in occasione dei Giochi di Londra 2012, di Rio 2016 e di recente per le Olimpiadi giapponesi, il libro ripercorre le 100 imprese sportive dei più celebri atleti delle gare a 5 cerchi. Con la prefazione del telecronista Sandro Fioravanti e il contributo di storiche firme del giornalismo sportivo, la narrazione della storia olimpica, da Atene 1896 a Tokyo 2020, si estende a tutte le discipline sportive protagoniste delle gare a 5 cerchi. Dai celebri ring di Cassius Clay, alla destrezza acrobatica di Olga Korbut e Nadia Comaneci, senza dimenticare i campioni del nuoto – come Mark Spitz, Ian Thorpe o Michael Phelps – e dell’atletica con i trionfi di Jesse Owens, Paavo Nurmi ed Emil Zatopek, Sebastian Coe e Steve Ovett, fino a tagliare il traguardo con i record dei più iconici dominatori della velocità come Carl Lewis e Usain Bolt. Continue reading

“VACANZE ROMANE”, QUEL CIACK ALLE MURA AURELIANE

vacanze romane Non sarà tra le scene che si ricordano di più di “Vacanze romane”, con Audrey Hepburn e Gregory Peck, come quelle della Bocca della Verità o di Trinità dei Monti, o ancora dei giri in vespa per il centro di Roma. Però c’è. Ed è quella girata in viale del Policlinico, proprio all’angolo con l’Umberto I, quando i due protagonisti vanno a vedere gli ex voto lasciati lì dagli scampati al ALBERTbombardamento di San Lorenzo. Ora quelle centinaia di targhette non sono più lì, sono state trasferite al Santuario del Divino Amore: restano nelle foto d’epoca e in questo film ‘cult’ degli anni Cinquanta. Una curiosità: Eddie Albert, l’attore che nel film fa la parte del fotografo, in un episodio del “Tenente Colombo”  (oggi su Top Crime) aveva il ruolo di un generale assassino.

VIA PANAMA, INIZIATI I LAVORI DI BONIFICA AL PARCO RABIN

PARCO RABINIl giardino di via Panama, conosciuto come parco Rabin e confinante con Villa Ada, è una delle aree verdi più problematiche del II Municipio. La zona, da almeno dieci anni, è stata divisa in due parti, ossia da quando una faglia del terreno è sprofondata. L’interdizione ha influito sulle abitudini dei residenti che utilizzavano il parco quotidianamente, anche per la presenza di un’area cani e di una allestita con giochi per i bambini. Il mese di settembre porta buone notizie per i residenti. Negli ultimi giorni sono infatti iniziati i lavori di bonifica per liberare le aree interdette. Un primo passo necessario per avviare poi la messa in sicurezza del parco.

VIA OMERO: ALL’ACADEMIA BELGICA SI PARLA DI “NOIR & BLANC”

102035_Noir&Blanc_SAB1_coverAll’Academia Belgica di via Omero, il 28 settembre alle ore 18, presentazione di “Noir & Blanc, La gravure belge et néerlandaise en Italie au début du XXe siècle; L’incisione belga e neerlandese nell’Italia del primo Novecento”, G. Marini et L. Fanti (eds), pubblicato da Peeters Publishers. Questo volume è il primo numero della collezione accademica, Studia Academiae Belgicae. La presentazione sarà seguita da una discussione con Alessandra Tiddia (curatrice presso Mart – Museo di Arte Contemporanea di Trento e Rovereto) e Herwig Todts (curator Royal Museum of Fine Arts Antwerp). Se il ruolo svolto dalle stampe nella definizione di una comune cultura figurativa europea attira un’attenzione crescente, il contributo dell’incisione belga e neerlandese al risveglio d’interesse per le “arti del Bianco e Nero” all’inizio del Novecento era un campo ancora trascurato dalla storiografia. Il volume raccoglie gli atti di un convegno internazionale svoltosi a Roma nell’ottobre 2018 all’Academia Belgica e al Koninklijk Nederlands Instituut. Vi si studia l’attività di incisori belgi e neerlandesi con riferimento all’Italia e alla cultura figurativa italiana — da Félicien Rops a Charles Doudelet, da Jan Toorop a Frank Brangwyn e Maurits Cornelis Escher — e si esamina il loro contributo al dialogo interculturale. A causa delle restrizioni per il Corona virus, questo evento è su prenotazione. Sarà ammesso un numero limitato di partecipanti e l’ingresso sarà subordinato all’esibizione della Certificazione verde Covid-19 (Green Pass – EU Digital Covid Certificate). All’interno obbligo di indossare la mascherina e distanziamento interpersonale di almeno 1 metro. Le sale hanno una capienza contingentata nel rispetto della distanza fisica prevista per la sicurezza dei visitatori. Per prenotare si prega di contattare: info@academiabelgica.it

VIA ISONZO: CLAUDIO AMENDOLA PARLA DI FRANCESCA NERI

VIA ISONZOClaudio Amendola che abita in via Isonzo parla in tv della malattia della moglie Francesca Neri. «Non ha una malattia chiara – ha raccontato l’attore romano – ma ha una difficoltà nel vivere le sue giornate. Ha un dolore fisico enorme. Anche nella malattia, cerca la forza per stare bene. Ne ha parlato nel suo libro che presenterà presto. L’ho letto e ho pianto tanto. Ha grande intelligenza e coraggio. Il racconto che fa dei suoi ultimi anni di vita è coraggioso. Starle affianco è stato il mio compito, non è stato difficile. È stato più difficile per lei. Sto con Francesca da vent’anni, l’amore migliora. Si depura da tante scorie, come la gelosia. Non ha più senso. Adesso se qualcuno corteggia Francesca (a distanza) mi fa piacere, perché vuol dire che sono fortunato io.».

IL 27 SETTEMBRE 1984 CI LASCIAVA L’ATTORE UBALDO LAY

UBALDO LAYIl 27 settembre 1984 muore a Roma, dove era nato nel 1917 e dove abitava in piazza Gondar, l’attore Ubaldo Lay (all’anagrafe Ubaldo Bussa), conosciuto presso il grande pubblico per la sua interpretazione del tenente Sheridan in una fortunatissima serie di gialli. A metà tra il quiz e lo sceneggiato “giallo” di ambientazione americana, il programma riusciva a tenere milioni di italiani incollati davanti al teleschermo. Avvolto in un impermeabile bianco, Ubaldo Lay perdeva la sua identità reale per acquistarne una televisiva; scambiato per un poliziotto vero, veniva fermato per la strada, nei negozi, all’aeroporto per risolvere piccoli gialli nostrani. Continue reading

VIALE BUOZZI: FORUM AUSTRIACO, IN MOSTRA “TOUCH NATURE”

FORUM AUSTRIACOScrive il Forum Austriaco di Cultura di viale Bruno Buozzi: “L’inaugurazione della mostra „Touch Nature“, presso la nostra sede il 15 settembre, ha annunciato un vero e proprio “autunno artistico austriaco” a Roma. Con la mostra a cielo aperto dello scultore austriaco Erwin Wurm in via Veneto dal 25 settembre e la mostra di Klimt a Palazzo Braschi dal 26 ottobre, il Comune di Roma dedica nei prossimi mesi mostre di alto livello a due artisti austriaci di fama mondiale. Anche „Touch Nature“ può essere visitata previa prenotazione fino al 15 novembre. Sabato 25 settembre nell’ambito della mostra ospiteremo la lecture/performance dell’artista Leone Contini, che illustra un aspetto ancora poco noto come l’arrichimento della biodiversità in Italia da parte degli immigrati provenienti dalla regione asiatica. L’esperienza della migrazione – questa volta dalla prospettiva di una giovane ragazza – viene trattata anche nel romanzo „E in mezzo: Io“, che l’autrice Julya Rabinowich presenterà il 14 ottobre nell’ambito del ciclo di letture „Europa in Circolo“. Come parte degli appuntamenti di „Forum per il Futuro“, il 6 ottobre discuteremo dell’esodo soprattutto dei giovani creativi dalle zone rurali. Esperti di organizzazioni internazionali austriache e italiane presenteranno idee costruttive su come contrastare questo fenomeno diffuso.”

AUDITORIUM, IN CAVEA ARIETE

ARIETEAriete, al secolo Arianna Del Giaccio, sarà in concerto all’Auditorium in Cavea, stasera alle 21, e sarà la sua prima apparizione dal vivo. Ariete si è affermata in meno di un anno nella nuova scena musicale italiana grazie al suo talento cristallino e alla naturalezza con cui lo maneggia. Autrice e chitarrista classe 2002, ha uno stile autentico e diretto nel fare musica e nel raccontarsi. Il suo nuovo brano “L’ultima Notte”, colonna sonora della serie Netflix “Summertime”, è un concentrato di emozioni in perfetto stile Ariete, un racconto di fine estate in cui allegria e nostalgia si confondono l’una nell’altra.

MARIO TOZZI AL MAXXI

MARIO TOZZI per invito MAXXISi apre una nuova settimana di appuntamenti al Maxxi: si comincia martedì 28 settembre alle 19 con Mario Tozzi, geologo, divulgatore scientifico, saggista, primo ricercatore presso il Cnr e conduttore televisivo del programma «Sapiens – Un solo pianeta». Nella piazza del museo Tozzi presenta il suo ultimo libro “Uno scomodo equilibrio” (Mondadori). Le pandemie hanno una storia antica quanto l’umanità e, pur avendo implicazioni in ogni campo della vita sociale, culturale e politica, sono un fenomeno fisico che riguarda principalmente la scienza e che va dunque trattato come tale. Proprio alla luce del metodo scientifico, Tozzi ci racconta cosa sta accadendo sul pianeta, focalizzandosi non tanto sugli aspetti biomedici della pandemia, quanto su quelli ambientali, ecologici ed evolutivi, nella convinzione che la storia –degli uomini e della Terra – possa insegnarci molto sull’origine e sul rapporto che abbiamo con le malattie epidemiche e il mondo che ci circonda.