SCALEA ZEVI: IL 10 SETTEMBRE SI PARLA DI “MACELLO”

macelloVenerdì 10 settembre, ore 18, al Satyrus della Scalea Zevi a Villa Borghese presentazione di “Macello” di Maurizio Fiorino. Anni Settanta. In un Sud desolato e arcaico, Biagio, figlio unico e orfano di madre, viene cresciuto dal padre, Bruno, macellaio del paese, uomo prigioniero dei propri silenzi. Sarà proprio la sua figura irrequieta e instabile a insinuare in Biagio il dubbio che quell’incomunicabilità piena di spigoli nasconda una verità mai detta. Ci sono Vittorio, il vecchio “vizioso” del paese che paga i ragazzini in cambio di rapporti squallidi, e Lia, la vicina di casa che usa rituali magici fino a diventarne ossessionata. Ci sono Elsa, l’unica donna che sembra in grado di amare suo padre ma che scompare con la stessa rapidità con la quale si infila nella loro vita, e Sara, una vecchia compagna delle scuole elementari che il protagonista finirà per sposare e che proverà, invano, a rendere felice. Infine lui, Alceo, un giovane sognatore che farà respirare a Biagio l’unico istante di tregua di quel mondo-tritacarne nel quale, prima o poi, si finisce.

MAXXI: INCONTRO CON L’ARTISTA LUCA VITONE

MAXXI 3Come già annunciato, riprendono domani al Maxxi di via Guido Reni gli incontri con gli artisti. Si comincia domani, venerdì 10 settembre alle 19, con Luca Vitone che incontra il pubblico del museo in occasione della sua mostra “Io, Villa Adriana”, al Maxxi ancora per pochi giorni,  fino a domenica 12 settembre. Oggetto dell’incontro sarà il fecondo dialogo tra la creatività contemporanea e MAXXI 1il patrimonio artistico di epoche remote. Intervengono, oltre all’artista, Bartolomeo Pietromarchi,  Direttore Maxxi Arte; Anne Palopoli, curatrice della mostra “Io, Villa Adriana” insieme ad Andrea Bruciati; Gianni Garrera, filologo musicale e traduttore; Giuseppe Garrera, storico dell’arte, collezionista e bibliofilo (Auditorium del Maxxi, ingresso libero su prenotazione maxxi.art). La mostra, a cura di Anne Palopoli e Andrea Bruciati, MAXXI 2si dipana tra gli spazi fluidi del museo progettato da Zaha Hadid e la residenza dell’imperatore Adriano a Tivoli, in un continuo rimando tra i due luoghi. Le opere presentate richiamano e intrecciano tra loro riferimenti culturali, geografici e spaziali creando una connessione, un percorso inedito che il visitatore attraversa non solo MAXXI 4fisicamente ma anche creando nuovi immaginari. Fulcro dei progressivi incontri di Vitone con Villa Adriana sono le nove tele esposte al Maxxi che danno il titolo alla mostra: collocate dall’artista in diversi luoghi della villa e lasciate per mesi in balia degli agenti atmosferici, a cui è totalmente delegato il compito di produrre l’immagine, le grandi tele registrano sulla propria superficie il contatto con l’ambiente circostante e il passaggio del tempo atmosferico e cronologico, facendosi autoritratti di Villa Adriana.

INCIDENTE MORTALE, STANOTTE, TRA VIA CHIANA E VIA SEBINO

VIA CHIANAPurtroppo si registra un incidente mortale avvenuto stanotte al quartiere Trieste. A perdere la vita un uomo che si trovava a bordo di un monopattino. Nel sinistro coinvolta anche un’auto. Lo scontro poco dopo la mezzanotte fra l’8 ed il 9 settembre in via Chiana, altezza via Sebino. In particolare lo scontro ha visto coinvolti un monopattino condotto da un cittadino nigeriano di 34 anni ed un’auto, una Mini One, alla cui guida c’era un ragazzo italiano di 19 anni, fermatosi a prestare i primi soccorsi. Per il 34enne che si trovava sul mezzo ecologico, non c’è stato nulla da fare, è deceduto prima di poter essere trasportato in ospedale dall’ambulanza.

CASA DEL CINEMA, IN CORSO LA MOSTRA “LA CARICA DEI 600″

MOSTRAHa preso il via venerdì 3 settembre, nelle sale Amidei e Zavattini della Casa del Cinema, la mostra ad ingresso gratuito La carica dei 600, voluta e curata dal Csc – Centro sperimentale di cinematografia in concomitanza con l’uscita del numero 600 (dedicato a Cinema e Medioevo) della storica rivista cinematografica Bianco e Nero, diretta da Felice Laudadio. Tagliato questo prestigioso traguardo, il Centro Sperimentale celebra il proprio periodico fino al 7 ottobre con una mostra iconografica che mette insieme le copertine più belle oltre a preziose foto d’epoca e inediti materiali di redazione provenienti dalla Biblioteca “Luigi Chiarini” del Centro Sperimentale e dall’Archivio Fotografico della Cineteca Nazionale. Una vera e propria “carica dei seicento”, a ricapitolare una storia lunga e avventurosa quasi quanto quella del cinema. Continue reading

VIA OMERO: ACADEMIA BELGICA, LE INIZIATIVE IN PROGRAMMA

academia belgica logoFa sapere l’Academia Belgica di via Omero: “Dopo mesi fortemente sconvolti dalla pandemia, l’Academia Belgica propone un inizio di anno accademico particolarmente ricco. Siamo quindi molto felici di annunciare la pubblicazione del primo volume della nostra nuova collezione, Studia Academiae Belgicae, dal titolo Noir & Blanc, La gravure belge et néerlandaise en Italie au début du XXe siècle; L’incisione belga e neerlandese nell’Italia del primo Novecento. Erede delle collezioni Studies e Artes dell’ex Istituto Storico Belga di Roma (sciolto nel 2018), la collana, sottoposta a peer-reviewing, è dedicata alle ricerche che integrino i rapporti tra Italia e Belgio. Continue reading

CAVEA DELL’AUDITORIUM, TOCCA AI MARLENE KUNTZ

Marlene Kuntz all'Auditorium con Post Pandemic TourI Marlene Kuntz fanno tappa questa sera all’Auditorium Parco della Musica con il loro Post Pandemic Tour. Sul palco della Cavea porteranno canzoni sottilmente inquiete e adatte a interpretare lo stato confusionale in cui è piombata l’umanità, con una dose magnifica di propellente implosivo pronto a tramutarsi in esplosivo, nonostante l’obbligo ancora vigente di suonare per un pubblico seduto. Senza far soffrire troppo le persone costrette alla necessità di non alzarsi, proveranno a dare una scossa interiore in grado di non far rimpiangere la voglia di danzare e urlare a squarciagola. Ingresso al concerto alle ore 21. L’accesso agli spettacoli è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19.