VIA BERGAMO: LA SCOMPARSA DI CARBUTTI DELLA “CICLI LAZZARETTI”

CARBUTTICi ha lasciato Mario Carbutti – all’età di 77 anni – noto proprietario dello storico negozio di biciclette di piazza Fiume, Cicli Lazzaretti, divenuto nel corso di oltre un secolo punto di riferimento per il ciclismo romano e nazionale. Mario era nato nel 1944 a Roma. Nel 1971 aveva sposato la figlia di Remo Lazzaretti, Maria Sofia, il cui padre appunto aveva aperto la bottega di  vendita e riparazione di biciclette in via Bergamo. Alla fine degli anni Settanta ha raccolto l’eredità dei fratelli Lazzaretti nella gestione della “bottega”. La sua passione per il ciclismo, che ha trasmesso al figlio Simone, l’ha portato a sostenere e animare l’attività ciclistica, come in occasione dell’organizzazione del Gp Liberazione, storica gara internazionale per dilettanti che Cicli Lazzaretti promuove da anni. Mario ha sempre dichiarato di essere legato al Liberazione perché vi riconosceva uno dei simboli del ciclismo più puro, della romanità e per la data, quella del 25 aprile, giorno in cui Mario e Maria Sofia si erano sposati. I funerali si terranno domani alle 15:30 presso la parrocchia di Santa Teresa d’Avila in corso d’Italia.

RATTOPPANDO VIA ALESSANDRIA

VIA ALESSANDRIA DOPOVIA ALESSANDRIA PRIMAEcco il manto di via Alessandria, prima con la buca e dopo con il rattoppo rapidamente effettuato. Ma, come qualcuno fa notare, basteranno poche gocce d’acqua o qualche furgone e salterà di nuovo tutto.

VILLA BORGHESE: MAI APERTA LA CASETTA DI “SPELACCHIO”

la strutturaTutti ricordano Spelacchio, l’albero di Natale senza aghi che stava a piazza Venezia. Nel 2018, è stata installata una struttura a due passi da piazza di Siena, riutilizzando il legno dell’albero. Ebbene, da tre anni la costruzione versa nell’abbandono più completo: infatti, non è mai aperta la casa di Spelacchio, ma resta lì tra degrado e incuria, come si può vedere.

STORIE EFFERATE NEL MUNICIPIO: DELITTO CASATI, MISERIE E NOBILTÀ

Via Puccini è una strada apparentemente tranquilla, chiusa come in un abbraccio protettivo tra via Pinciana e corso d’Italia. Ma anche nei luoghi tranquilli talvolta può irrompere inaspettatamente il clamore assordante della tragedia, e infatti in una lussuosa casa di questa via, alla fine dell’estate del 1970 (il 30 agosto, per la precisione), si consumò un massacro che riempì le pagine dei quotidiani per giorni e giorni, in quella mistura di cronaca e pettegolezzo piccante che già allora cominciava a rivelarsi una redditizia formula giornalistica. Tanto più che in questa vicenda c’era molta carne da mettere al fuoco, a cominciare dall’ambiente in cui si era verificato il delitto, ovvero quello dell’aristocrazia. Un fatto di sangue ai Parioli e dintorni non era cosa di tutti i giorni, anche perché nell’immaginario popolare il delitto è per definizione qualcosa che appartiene alle sacche emarginate e diseredate della società, e dunque se ci si ammazzava negli ambienti della nobiltà c’era di che andare a curiosare e a sbirciare dal buco della serratura. Cominciamo dai protagonisti, primo fra tutti il marchese Camillo Casati Stampa di Soncino, 43 anni, soprannominato Camillino dagli amici, esponente di una nobile e ricchissima famiglia lombarda, amante della vita mondana, del vestire raffinato ed elegante. Poi c’è sua moglie Anna Fallarino, di due anni più giovane, una donna bella e seducente, che sembra una moderna Cenerentola: meridionale, di origini modeste, appena ventenne partì per Roma sperando di fare fortuna nel cinema, aveva repentinamente migliorato il proprio status sposando prima un facoltoso industriale, poi aveva conosciuto il raffinato “Camillino”, per il quale si fece annullare il precedente matrimonio. Infine, terzo e ultimo personaggio, un giovane e squattrinato studente di Scienze Politiche, Massimo Minorenti, che ebbe il grave torto di innamorarsi dell’intraprendente signora. Continue reading

MACRO DI VIA NIZZA: “THE LOST RECORD”, FILM SU ARTE E MUSICA

macroAl Museo Macro di via Nizza Ian F. Svenonius & Alexandra Cabral: The Lost Record. Quando? Il 9 settembre alle ore 18:30. Una performance fra musica e cinema, l’anteprima di un film, le parole e la voce di uno che sa ancora dare significato profondo alla parola “underground”. “The Lost Record”, è il primo film di Ian Svenonius e Alexandra Cabralera: lui, vera e propria icona del punk rock, forse l’ultimo grande indipendente americano, grazie al suo approccio musicale sperimentale (The Nation of Ulysses, The Make-Up da Washington DC) e ai suoi testi fortemente politicizzati; lei, fotografa e regista, con sede a Los Angeles, e autrice di importanti produzioni per il Getty Museum e la Biennale di Venezia. Continue reading

RACCOLTA DIFFERENZIATA, ISTRUZIONI PER L’USO

239581908_4907120149303612_1914310063357551553_nRaccolta differenziata – Istruzioni per l’uso. La produzione di rifiuti è in continuo aumento. Ecco cosa possiamo fare per dare il nostro contributo. Innanzitutto rispettare le 3 R: ridurre le quantità da avviare a smaltimento, riciclare quanti più materiali possibile, riusare giocando con la fantasia dando nuova vita ad un prodotto (a tal proposito non dimenticare la challenge #lartediraccogliere con i premi in palio, qui maggior info: https://retake.org/roma/larte-di-raccogliere-challenge/). Ecco alcuni semplici e pratici consigli per differenziare correttamente. Scarica la guida completa https://bit.ly/37kSE3d #sulatestaRoma

VIA DEI LUCANI, PREANNUNCIATA LA RIQUALIFICAZIONE

via dei lucaniSono trascorsi quasi tre anni dalla morte di Desirée Mariottini in via dei Lucani e in questi giorni è stato annunciato il progetto con il quale si intende riqualificare la strada di San Lorenzo. A dare notizia di come verrà trasformato quel quadrante è stato l’assessore all’Urbanistica Luca Montuori.  Il Campidoglio infatti ha firmato un progetto che arriva dopo un iter avviato oltre due anni fa, con la pubblicazione di una gara. La giunta Raggi ha messo la firma su un progetto definitivo che stabilisce quali saranno le linee d’intervento. Spiega cioè quello che il Campidoglio ha deciso di fare nella zona copresa tra via del Lucani, viale dello Scalo San Lorenzo, via di Porta Tiburtina e via dei Messapi. Continue reading

GREEN PASS, COSA CAMBIA DAL 1° SETTEMBRE

green passGreen pass Italia obbligatorio, nuove regole da dopodomani mercoledì 1 settembre. La Certificazione digitale verde, infatti, la cui validità è stata estesa a 12 mesi, diventerà necessaria anche su treni, traghetti, aerei. Esteso l’obbligo anche per il personale scolastico e per accedere all’università. Ma cosa cambia? Quando servirà? Come spiegato dal governo, dall’1 settembre il personale scolastico e universitario e gli studenti universitari dovranno esibire la Certificazione verde Covid-19. Continue reading

MUNICIPIO: ROLLIN PUNTA AL BIS

ROLLINIl 3-4 ottobre vi sono le elezioni amministrative a Roma. Si vota sia per eleggere il sindaco e i consiglieri comunali sia per eleggere il presidente di Municipio e i consiglieri municipali. Infatti, le schede elettorali saranno due: una per il comune, una per il II Municipio. Dice Andrea Rollin: “Ho deciso di ricandidarmi alla carica di consigliere del II Municipio per continuare insieme il lavoro svolto in questi anni a difesa del tessuto urbanistico del Municipio, per tutelare il patrimonio arboreo del Municipio e per la cura del verde presente nel Municipio. È previsto che si possa dare una doppia preferenza di genere e per questo ho deciso di candidarmi insieme a Lucrezia Colmayer. Per votarci è necessario, sulla scheda del municipio, barrare il simbolo Pd e scrivere i nostri cognomi.”

BLOCCATE A KABUL 81 STUDENTESSE AFGHANE DELLA SAPIENZA

AFGHANISTANSono bloccate in Afghanistan 81 studentesse afghane che a breve avrebbero dovuto iniziare i corsi alla Sapienza di Roma. Erano sulla lista del ministero della Difesa per essere trasferite in Italia, ma a causa dell’attentato dei giorni scorsi non sono riuscite a entrare in aeroporto a Kabul. Il Prorettore agli Affari internazionali dell’Università Bruno Botta: riusciremo a far partire almeno un gruppo di venti ragazze ma nessuna deve tornare a Herat.

VIA FLAMINIA: COSA C’È ALLA FILARMONICA ROMANA

GIARDINI DELLA FILARMONICANei giardini dell’Accademia Filarmonica Romana prosegue il festival I Solisti del Teatro, a cura della Cooperativa Teatro91. Molti gli spettacoli. Lunedì 30 agosto, in prima nazionale, Musa e getta a cura di e con Arianna Ninchi e Silvia Siravo. Martedì 31 agosto S-Coppia, d-istruzioni per l’uso con Gaia De Laurentiis, Gino Auriuso, Riccardo Bàrbera, regia Paolo Pasquini, musiche originali di Marco Schiavoni. Inizio spettacoli ore 21.30. Fortemente consigliata la prenotazione al 380 7862654 (Whatsapp). Acquisto sulla piattaforma Vivaticket (fino alle 18.30) e in biglietteria (ogni giorno ore18-22.30).

POLICLINICO: DÀ IN ESCANDESCENZE E SPUTA AI CC, ARRESTATO

logo-policlinico-umberto-IL’altra sera, i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro sono dovuti intervenire al Policlinico Umberto I a causa di un paziente ricoverato che aveva dato in escandescenze, inveendo contro il personale sanitario e mandando in frantumi la vetrata di un reparto. L’uomo – un 37enne senza fissa dimora nato a Roma, con precedenti – era ricoverato dal 15 agosto scorso per una lussazione ad una spalla, in attesa di un intervento chirurgico programmato, ma quando i medici gli hanno comunicato lo slittamento di un giorno dell’operazione, è andato su tutte le furie, iniziando a dimenarsi, inveendo contro il personale dell’ospedale, fino ad arrivare ad infrangere una vetrata del reparto che gli ha causato una profonda ferita ad un braccio. È stato necessario l’intervento dei carabinieri per riportare la situazione alla calma, ma all’arrivo dei militari, il 37enne si è scagliato anche contro di loro, tentando di aggredirli e sputando nella loro direzione. Nei confronti del giovane è scattata la denuncia a piede libero per resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

GIULIO CESARE: DAL 1° SETTEMBRE GLI ESAMI DI RIPARAZIONE

GIULIO CESARE LICEOIl liceo “Giulio Cesare” ha pubblicato sul suo sito ufficiale gli orari e le aule dove si terranno le prove orali e scritte per gli studenti con sospensione di giudizio nell’anno scolastico 2020/2021. Si comincia il mercoledì 1° settembre con la prova scritta di Italiano (9.30-12.30) al piano terra, aula 3 per le classi 1E e 4G. Dalle 10 alle 11.30 sempre al piano terra ma in aula 4 avrà luogo la prova unica scritta di matematica per le classi di liceo 1H, 1I, 2A e 2B. A seguire, dalle 11.45 alle 13.15 i ginnasi del 4H e 5I saranno in aula 4 al piano terra per la prova unica di matematica, stessa cosa per 4D, 5F e 5H in aula 5. Alle 10 inizierà la prova orale di Storia dell’Arte in aula 6 al piano terra per 5A, 2E e 1C, stesso orario e stessa aula per le prove di Geostoria (classe 5F). In aula 7 gli studenti del 2E sosterranno la prova orale di Filosofia a partire dalle 10.00. Alle 10.30 in aule 7 prova orale di Storia per il 2E.

VILLA BORGHESE: LA CASINA DI RAFFAELLO HA RIAPERTO I BATTENTI

CASINA RAFFAELLOGià dal 24 agosto scorso ha riaperto i battenti la Casina di Raffaello, ludoteca nel cuore di Villa Borghese istituita dall’amministrazione comunale nel 2006, ospitata in un suggestivo edificio del XVI secolo che in origine si chiamava “Palazzina dell’Albereto dei Gelsi”, trasformato nel 1791 dall’architetto Asprucci. Le attività, che si erano interrotte per la pausa estiva il 5 agosto, dureranno fino al 9 settembre. La struttura sarà attiva il martedì, mercoledì e giovedì. Ogni settimana sarà sviluppato un tema nel corso delle tre giornate. La prenotazione è obbligatoria chiamando allo 060608. La Casina propone un articolato programma di attività per i bambini e ragazzi dai 3 ai 14 anni: laboratori didattici, letture animate, presentazioni di libri, mostre temporanee, centri estivi, corsi di formazione, rassegne sull’editoria per l’infanzia e tanto altro. Dispone di spazi gratuiti fruibili anche a bambini al di sotto dei 3 anni, di sale da affittare per feste di compleanno e di una libreria specializzata dove poter acquistare libri e giochi per l’infanzia. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito: www.casinadiraffaello.it

CASA DEL CINEMA. SI PROIETTA “IL TROVATORE” DI GIUSEPPE VERDI

casa del cinela logoStasera alla Casa del Cinema (ore 21), proiezione de Il Trovatore di Giuseppe Verdi. Il celeberrimo titolo verdiano in una produzione applaudita e discussa del Festival di Salisburgo. Il regista Alvis Hermanis ambienta l’azione negli spazi di un grande museo. Anna Netrebko offre un’interpretazione dei Leonora che non fa rimpiangere il mito di Maria Callas. Nel cast la presenza straordinaria di Francesco Meli, nel ruolo di Manrico e di Placido Domingo come Conte di Luna. Alla testa dei Wiener Philharmonike, Daniele Gatti.

SANT’AGNESE: SI RACCOLGONO AIUTI PER I PROFUGHI AFGANI

SANT'EGIDIOScrive Alessandro: “In questi giorni mi sto recando a Fiumicino a accogliere i profughi (soprattutto bambini) afghani. All’arrivo offriamo loro un piccolo ristoro e cose di prima necessità. Chi volesse, sabato dalle 8:30 alle 11 a Sant’Agnese in via Nomentana – durante la distribuzione di spesa solidale per le famiglie – raccogliamo aiuti. Servono (confezionati) merendine, brick succhi di frutta, patatine (pacchetti piccoli), caramelle in pacchi, lecca lecca, pannolini. Info 3348135420.

ELEZIONI, CON LA DESTRA SI SCHIERA IL COMICO PIPPO FRANCO

pippo francoLa sai l’ultima? Pippo Franco, il comico, si presenterebbe alle elezioni comunali con il candidato di destra Michetti. E aggiunge che potrebbe fare l’assessore alla cultura. Potremmo dire, prendendo a prestito  un suo tormentone: “Stai a fa’ sempre scherzi stupidi”. Dopo Enrico Montesano e le sue genialate sul covid e sul vaccino, ecco un altro gigante dell’avanspettacolo farsi avanti nell’agone politico. Povera Roma!

CAVEA DELL’AUDITORIUM, TOCCA A LASZLO DE SIMONE

LASZLO FOTO PREVIDIAndrea Laszlo De Simone sceglie Roma come penultima tappa per salutare il suo pubblico prima di una pausa a tempo indeterminato lontano dai live. L’artista sale sul palco dell’Auditorium Parco della Musica oggi alle ore 21 per il Festival “Si può fare Cavea” con la sua Immensità Orchestra, composta da 12 elementi. Il concerto della Capitale è dunque una delle ultime occasioni per ascoltarlo dal vivo, all’interno di un mini tour organizzato da Dna concerti.  Andrea torna dal vivo dopo l’esperienza de “Il Film Del Concerto”, prodotto da Mi Ami e Triennale Milano, un’opera filmica suonata live e presentata in streaming ad aprile quando l’Italia era ancora in zona rossa. Un evento seguito da migliaia di spettatori, una transizione audiovisiva dal buio alla luce per segnare la possibilità di rinascita in un momento in cui l’intero comparto dello spettacolo era bloccato. Il concerto di Andrea con l’Immensità Orchestra porterà sui palchi alcuni brani dei primi dischi, la recente Vivo – un inno alla vita e alla sua inevitabile precarietà, in rotazione sui maggiori network radiofonici – e la suite Immensità, un percorso spiroidale che ha come fulcro l’elaborazione del lutto e come scopo la rinascita articolata in 4 capitoli: Il Sogno, La realtà, Lo Spazio e Il Tempo.

IN ARRIVO LAVORI DI RIFACIMENTO IN VIA CATANIA E VIA BARI

VIA CATANIAA quanto pare, sono in arrivo importanti interventi di rifacimento in via Catania e via Bari. Ad annunciarlo è l’assessore all’Urbanistica del II Municipio, Gian Paolo Giovannelli,  a seguito della delibera di Giunta istruita su proposta dello stesso Giovannelli. Secondo l’assessore si tratta di strade che versano da tempo in pessime condizioni “ammalorate dalle numerose corse dei mezzi pubblici che vi transitano”. Una situazione che porta numerosi disagi agli abitanti del quartiere, a causa delle vibrazioni che provengono dalle vie.

ABITAVA IN VIA SALARIA UMBERTO BARBARO, SAGGISTA E CRITICO

BARBAROUmberto Barbaro (Acireale, 3 gennaio 1902 – Roma, 19 marzo 1959) è stato un critico cinematografico e saggista italiano che ha abitato in via Salaria al civico 72. Barbaro è stato attivo in molti campi: narrativa, drammaturgia, cinema, critica e storia dell’arte figurativa. Nel 1923 è direttore della rivista La bilancia e collabora con Dino Terra, Vinicio Paladini e Paolo Flores. Nel 1927 è tra gli animatori del Movimento Immaginista, corrente “di sinistra” del Futurismo, attenta all’evoluzione culturale in Francia, America, Russia e Germania. È al fianco di Anton Giulio Bragaglia nella iniziativa del Teatro degli Indipendenti, a Roma. Conoscitore della lingua russa e tedesca traduce opere di Heinrich von Kleist, Michail Bulgakov e Frank Wedekind. È giornalista, saggista, novelliere e i suoi scritti appaiono in numerose riviste del tempo. Continue reading

DA VILLA ADA AL LAGER: LA TRISTE STORIA DI MAFALDA DI SAVOIA

Mafalda-di-SavoiaL’amore per i figli la spinse a rischiare, tanto da perdere la vita. Il 28 agosto 1944, 76 anni fa, Mafalda di Savoia moriva nel campo lager di Buchenwald, in Germania, dove era stata deportata con l’inganno. La principessa, figlia del re d’Italia Vittorio Emanuele III e di Elena di Montenegro, visse per anni a Villa Polissena, nel parco di Villa Ada, IN RICORDO DI MAFALDA DI SAVOIA VILLA ADAinsieme al marito, il principe tedesco Filippo d’Assia. Il suo è un destino tragico: quando, l’8 settembre 1943, viene annunciato l’armistizio, Mafalda si trova all’estero, sta confortando la sorella, distrutta per la morte del marito, re Boris III di Bulgaria. Spinta dal bisogno di riabbracciare i suoi figli – nascosti in Vaticano – la principessa decide di rientrare a Roma, proprio mentre la sua famiglia sta fuggendo a Brindisi. Essendo moglie di un tedesco e figlia del re d’Italia, crede di non avere nulla da temere. Mafalda non si spaventa nemmeno quando, il 23 settembre, poco dopo il suo rientro a Villa Polissena, il colonnello Herbert Kappler la fa convocare a Villa Volkonski, sede dell’Ambasciata tedesca. Suo marito Filippo, le spiegano, vuole mettersi in contatto con lei. Continue reading