DA DOMANI VIA LE MASCHERINE, MA…

Il Comitato Tecnico Scientifico ha dato parere positivo sull’eliminazione dell’obbligo di mascherina all’aperto dal 28 giugno nelle zone bianche. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un’ordinanza che dà la possibilità di non indossare i dispositivi di protezione individuale. Il provvedimento sarà valido, per il momento, fino al 31 luglio 2021. Non è comunque un liberi tutti senza mascherina: la presenza delle varianti, in particolare quella Delta che ha già rallentato le riaperture in Gran Bretagna, suggerisce prudenza. Le mascherine, infatti, dovremmo portarle sempre con noi perché saranno ancora necessarie in negozi, bar, ristoranti, aerei, treni e tutti gli altri mezzi pubblici. Resta comunque obbligatorio usarle anche all’aperto nei casi in cui non è possibile mantenere le distanze di sicurezza.

LA GALLERIA BORGHESE METTE L’ABITO DA SERA

Una notte con Bernini, Canova e Damien Hirst, magari pagando anche solo il prezzo simbolico di un euro. La Galleria Borghese lancia la “sua” estate romana, sfoggiando i suoi gioielli anche dopo il tramonto, orchestrando una sua personale “notte bianca” del museo. Una ripartenza all’insegna di un fitto calendario di iniziative per gli irriducibili dell’arte, per i più curiosi e per i turisti che soggiornano in città. Nel museo guidato da Francesca Cappelletti, allora, aumentano i turni di visita durante il giorno, ritornano le aperture serali e si sta organizzando la Notte dei Musei.

L’ORCHESTRACCIA ALLA CAVEA DELL’AUDITORIUM

Questa sera alla Cavea dell’Auditorium tocca all’Orchestraccia. È un gruppo itinerante delirante folk-rock romano, nasce dall’idea e dalla voglia di attori e cantanti e musicisti di unire le loro esperienze reciproche e confrontarle cercando una forma innovativa di spettacolo, che comprenda musica e teatro in una lettura assolutamente attuale. Lo spunto è stato prendere dal folk degli autori romani tra Ottocento e Novecento tutte quelle canzoni e poesie che sono patrimonio della cultura italiana.