“LE CASTAGNE SONO BUONE” TRA PIAZZA CAPRERA E LO STADIO ROSI

260px-Gianni_Morandi-Stefania_Casini-Le_castagne_sono_buone_1970“Le castagne sono buone” è un film del 1970 diretto da Pietro Germi. Luigi Vivarelli (Gianni Morandi) è un regista televisivo, nonché impenitente donnaiolo. Durante le riprese di una trasmissione sul disagio giovanile, conosce Carla Lotito (Stefania Casini, che abbiamo rivisto di recente in un’intervista alla tv, in cui dice che si tratta dell’unico brutto film di Germi), studentessa di architettura fuorisede e praticante di atletica leggera, e ne è subito attratto. Ma Carla non è come tutte le donne frequentate solitamente da Luigi: cattolica praticante, crede nei veri, semplici valori della vita (“le castagne sono buone”, come le scrisse il padre su un biglietto in un momento di sconforto) e cerca di renderne partecipe il suo spasimante. Trama a castag4parte, ci sono dei luoghi dove è girato il film, situati nel nostro municipio. Il centro sportivo dove Morandi fa colazione con la Casini (che arriverà in motorino su una stradina tra campi di tennis) è lo Stadio Paolo Rosi all’Acqua Acetosa, utilizzato pure in “Vinella e Don Pezzotta”. L’abitazione della Casini è in piazza Caprera a Roma. Il luogo si è visto in parecchi altri film (“C’eravamo tanto amati”, “L’abbiamo fatta grossa”) e ne abbiamo parlato in varie occasioni.