TENTATA RAPINA, L’ALTRO GIORNO, ALLE POSTE DI VIA ALESSANDRIA

Poste via AlessandriaSi è messo in fila ed ha atteso il proprio turno, una volta entrato nell’ufficio postale ha quindi minacciato un dipendente per farsi consegnare il denaro. Compreso che non c’era disponibilità economica ha quindi chiesto di poter parlare con il direttore, poi è uscito e si è allontanato a piedi a mani vuote. La tentata rapina è avvenuta nella mattinata di martedì alle Poste di via Alessandria, al Nomentano. La goffa rapina ha cominciato a prendere corpo intorno alle 11:00 quando il malvivente, mascherina ed occhiali da sole, ha atteso circa 30 minuti mettendosi in fila davanti gli uffici. Una volta dentro, secondo quanto poi riferito dai testimoni ai carabinieri, è entrato in una delle stanze degli uffici ed ha minacciato un lavoratore.  Una volta compreso che non c’erano soldi disponibili nell’immediatezza la richiesta a sorpresa “voglio parlare con il direttore”, che in quel momento non era presente alle Poste. Dopo dieci minuti di attesa il malvivente ha quindi abbandonato i propri intenti è uscito dai locali e si è allontanato a piedi senza fretta in direzione dell’adiacente Mercato Nomentano.

ISTITUTO GIAPPONESE DI VIA GRAMSCI, TEATRO ONLINE

hqdefaultL’Istituto Giapponese di  Cultura  di via Gramsci presenta – prima sua produzione teatrale  online – Kyōgen il pazzo teatro del Giappone ovvero del ridere per resistere, lecture demonstration in tre atti a cura di Ōkura Motonari e Yoshida Shinkai. Il programma prevede Il ladro di bonsan 盆山  Bonsan, Il ladro di kaki 柿山伏 Kaki Yamabushi  e Die tro le quinte Tour 楽屋ツアー  Gakuya  tsuaa, al fine di rendere comprensibile, e godibile, la farsa Kyōgen al pubblico occidentale. Nella playlist anche due commenti degli esperti Bonaventura Ruperti e Matteo Casari.

QUEL BARBIERE DI PIAZZA PITAGORA

BARBIEREQuesta settimana, nella rubrica  i Racconti del Flâneur, Roma2Pass presenta un ricordo di Massimo Santucci che parla di un flâneur del tutto particolare: il barbiere di piazza Pitagora. Un personaggio, ormai scomparso, ma che, tra gli anni ’50 e ’60 del secolo scorso, era conosciutissimo in zona e che, a sua volta, conosceva tutti e tutto del circondario. La nuova storia s’intitola “I racconti del barbiere” per leggerla clicca qui.

MUSICA E DANZA ALLA GALLERIA BORGHESE

MUSICA E DANZA ALLA GALLERIA BORGHESE 1La musica diventa un soffio che accarezza le spalle nude di Paolina, scuote le fronde che ingoiano Dafne, libera i capelli di Proserpina quando il suo corpo è ormai nelle mani del Dio. L’illusione dell’arte. Le note della bellezza. L’orchestra del Teatro dell’Opera suona nella sala centrale della Galleria Borghese, mentre fughe visive e sonore aprono squarci d’incanto sulle tele di Caravaggio, sull’urlo di Golia, sulle fatiche di Enea, sul riposo dell’Ermafrodito. L’étoile Eleonora Abbagnato restituisce, danzando intorno alle statue, un prima e un dopo all’attimo immortalato nel marmo, e le MUSICA E DANZA ALLA GALLERIA BORGHESE 2melodie che dal podio del Maestro Gatti si rincorrono in ogni angolo del museo danno voce ai capolavori di Bernini e Canova. Mentre tutto intorno… è Hd. Cavi, monitor, consolle, telecamere, microfoni, spot, sarte, parrucchieri, fotografi trasformano l’evento in un documentario di Rai Cultura. Quasi a ricreare una macchina teatrale barocca in versione hi-tech. Siamo sul set della nuova tappa del viaggio del Costanzi nei luoghi-simbolo della cultura. Dopo la Nuvola, Palazzo Farnese e il Maxxi, sono in corso le riprese televisive dello spettacolo Il suono della bellezza, frutto della collaborazione tra il lirico romano, il museo statale e Rai Cultura che trasmetterà l’evento sulle reti di Viale Mazzini. Continue reading

LA MAS DI VIALE REGINA MARGHERITA E “IL MEDICO DELLA MUTUA”

IMG_2143IMG_2140La Mas di viale Regina Margherita, al civico 208, è conosciutissima per la vendita di dispositivi medico-sanitari. Ogni giorno lo staff della Mas, coadiuvato da autorevoli esperti del settore, monitorizza il mercato dei dispositivi e degli articoli medico-sanitari al fine di trovare le soluzioni, non solo più innovative, ma soprattutto più adatte per prevenire o curare le specifiche patologie e migliorare il processo di guarigione e, IMG_2138tra i prodotti selezionati, individua quelli con il migliore rapporto qualità/prezzo. Chi va alla Mas, lungo le pareti del negozio può vedere le foto dei dispositivi utilizzati nel film “Il medico della Mutua”, celebre pellicola con Alberto Sordi del 1968, per la regia di Luigi Zampa, tratta da un romanzo di Giuseppe D’Agata.

IMG_2142

MUORE PER COVID COMMESSO CARREFOUR DI VIA PO

CARREFOURLavorava come commesso al Carrefour Express, al civico 106 di via Po, traversa di via Salaria non lontana da piazza Fiume, ed è morto stroncato dal Covid. L’ennesima vittima del virus si chiama Riccardo D. ed è venuto a mancare ieri. “Ancora non sappiamo nulla dei funerali”, hanno spiegato i colleghi agli abitanti della zona che in mattinata hanno chiesto notizie. “Ci uniamo al cordoglio dei familiari, degli amici e dei colleghi di Riccardo, ennesima vittima invisibile di un settore martoriato – dice Francesco Iacovone, sindacalista Cobas (Confederazione dei Comitati di Base) nazionale – . Nel 2020 l’Inail ha certificato un aumento dei decessi del 67% rispetto l’anno precedente, ma questi lavoratori restano invisibili, con poche tutele ed esclusi completamente dal piano vaccinale”. Continue reading

FORUM AUSTRIACO DI VIALE BRUNO BUOZZI, EVENTO ONLINE

FORUMIl 1° aprile alle ore 18 il Forum Austriaco di viale Buozzi organizza un evento online. Julya Rabinowich legge da “Dazwischen ich – E in mezzo: io”, uscito in traduzione italiana per Besa Muci Editore nel 2021. Introduce il reading Beate Baumann, professoressa di Lingua tedesca e traduzione all´Università di Catania e vicedirettrice del Centro di ricerca interuniversitario Polyphonie, che ha anche tradotto il libro. #PassoLaParola è un ciclo di letture online, organizzato dal Forum Austriaco di Cultura Roma e dal Goethe-Institut Rom

MAXXI, UN BIGLIETTO DA CENTO ANNI

logo_MAXXI_istituzionale_rosso_171114Ricordando la famosa monetina dei sogni, quella che turisti di tutto il mondo hanno gettato da sempre nell’acqua azzurra della Fontana di Trevi, ricordando la leggenda portafortuna che racconta che così un giorno si sarebbe realizzato il sogno di tornare a Roma. E magari pensando anche all’icona del bagno di Anita Ekberg in quella vasca nella celebre scena della Dolce Vita con Mastroianni e con Fellini dietro la macchina da presa.  Il Maxxi lancia una sorta di viaggio nel futuro trasformando quella monetina del buon augurio in un appuntamento tra il XXI e il XXII secolo, con un biglietto speciale, anzi, come dicono, leggendario, un Legendary Ticket, che già si può acquistare online a 15 euro sul sito bit.ly/Maxxi-legendaryticket e che sarà valido per un ingresso addirittura per i prossimi cento anni, fino al 2121.   Continue reading