DOMENICA APERTI (GRATIS) I MUSEI CIVICI: DOVE, NEL NOSTRO MUNICIPIO

musei_civici_aperti_prima_domenica_mese_d0Domani, sabato 1 maggio, i Musei Civici di Roma sono chiusi. Domenica 2 maggio torna invece la prima domenica del mese ad ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria allo 060608 entro venerdì 30 aprile e nei Tourist Infopoint entro sabato 1° maggio. Previa prenotazione si possono visitare i Musei Capitolini, i Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, il Museo dell’Ara Pacis,  la Centrale Montemartini, il Museo di Roma, il Museo di Roma in Trastevere, la Galleria d’Arte Moderna, i Musei di Villa Torlonia, il Museo Civico di Zoologia, il Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, il Museo Napoleonico, il Museo Pietro Canonica a Villa Borghese, il Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina, il Museo di Casal de’ Pazzi, il Museo delle Mura e la Villa di Massenzio.

OGGI METRO B BLOCCATA, CAOS A PIAZZA BOLOGNA E NON SOLO

Giornataccia per gli utenti della Metro B di Roma. Dalle 14, infatti, Atac ha annunciato l’interruzione per guasto tecnico del servizio nella tratta Basilica San Paolo-Monti Tiburtini e in quella Basilica San Paolo-Jonio, in tutte le direzioni. Dalle 16, a peggiorare l’intasamento, anche il traffico sulla direttrice della linea e molta confusione nella zona di piazza Bologna, dove tantissime persone sono assiepate in prossimità dell’ingresso della metro, davanti all’ufficio delle Poste. Già da questa mattina la circolazione della Metro B era stata rallentata a causa di un guasto tecnico alla stazione Bologna. Dalle 11 i treni si sono mossi a ritmo ridotto per 40 minuti.

IN USCITA QUATTRO LIBRI DI FEFÈ, CASA EDITRICE DI VIA GRAMSCI

LINGUAZENZEROQuattro libri di Fefè, Casa editrice di via Gramsci, dal 6 maggio in libreria per festeggiare il Maggio dei libri: • Lingua/Estetica della soglia di Valeria Cantoni Mamiani, prezioso decimo MARIA MONTESSORItitolo della collana Oggetti del desiderio, curata dal filosofo Lucio Saviani. • IL MONDO STA IN CUCINAZenzero & Melissa/storie di cibo in viaggio con lo chef con i racconti veracemente made in Italy di Giuseppe Bosin e le ricette succulente di Stefano Callegaro MasterChef#4. • Il mondo sta tutto in cucina/buon cibo e buona scrittura fanno la felicità piacevolissimo “romanzo enogastronomico” di Claudio Gargioli, storico ristoratore della Roma più bella e più vera. • Maria Montessori tra Romeyne Ranieri Di Sorbello e Alice Franchetti di Claudia Pazzini, dedicato a due donne newyorkesi che all’inizio del Novecento portarono idee e attività all’avanguardia nel microcosmo fortunato dell’Umbria.

VIA ALESSANDRIA E VIA REGGIO EMILIA, DOVE NON ABITA IL DECORO

via reggio emiliaVIA ALESSANDRIALe due foto fanno la solita bella accoppiata. Di incivili, che entrambi hanno lasciato – sui marciapiedi di via Reggio Emilia e via Alessandria – reti, divani e materassi. Tanto ci penserà l’Ama a risolvere il problema, come sempre. E quei due ce li immaginiamo, nottetempo, come due ladri (di decoro) che quatti quatti escono di casa e vanno a compiere le loro nefandezze poco lontano.

CASA DEL CINEMA, GLI APPUNTAMENTI ONLINE

Tra gli appuntamenti proposti dalla Casa del Cinema sui propri canali social, ogni giorno alle 11, questa settimana si segnalano: giovedì 29 aprile, Scrivere il cinema e la tv a cura di Daniele Cesarano con la pubblicazione dell’incontro con Umberto Contarello e Francesco Piccolo che parlano del film La stella che non c’è di Gianni Amelio. In un giorno speciale come il 1° maggio, Casa del Cinema ricorderà invece il compianto Ettore Scola con la riproposizione di una sua masterclass al Bif&st-Bari International Film Festival. Durante l’incontro, condotto dal critico cinematografico Enrico Magrelli, vengono approfonditi i temi più cari alla vita poetica e politica di Scola: l’apprendistato da sceneggiatore, l’influenza di Steno, la figura di Totò, il dopoguerra e il rapporto tra cinema e politica. Domenica 2 maggio, appuntamento con Franco Montini e la sua rubrica Esordi di attori dietro la macchina da presa: dagli archivi della Casa del Cinema Fabrizio Bentivoglio presenta Lascia perdere, Johnny!

UN LIBRO CHE PARLA DEL VERDE PUBBLICO NEL MUNICIPIO

coverÈ uscito recentemente il libro “Raffaele de Vico. Un consulente artistico”, il famoso architetto noto come “il giardiniere di Roma”. Il libro, a cura di Alessandro Cremona, Claudio Crescentini e Sandro Santolini, pubblicato dalla casa editrice Palombi Editori nella collana Romarchitettonica, è basato sullo studio della documentazione degli Archivi di Raffaele de Vico e di quello Storico Capitolino e offre una lettura approfondita dell’ampia opera del grande architetto che visse nella Capitale fino alla sua morte avvenuta nel 1969. Influenzato nella sua formazione dal padre Angelo, scultore apprezzato, e dagli studi presso l’Istituto di Belle Arti, de Vico ha lasciato un segno indelebile nel panorama del verde pubblico della nostra città, realizzando non solo giardini e parchi ma anche pregiate opere monumentali. Continue reading

ECCO IL LUOGO DAL QUALE FU CANNONEGGIATA PORTA PIA NEL 1870

IMG_2440Il giorno della breccia di Porta Pia, il cannone sparò dalla collinetta boscosa chiusa all’interno del cortile definito dal palazzo su via Nomentana, via Cagliari, via Alessandria e via Reggio Emilia. Da qui, all’alba di quel 20 settembre risorgimentale del 1870, spararono i cannoni contro le Mura Aureliane su ordine del generale Cadorna. Dal “pincetto” nella vigna Capizzucchi, tra Porta Pia e Porta Salaria – come raccontano le cronache dell’epoca – un rialzo del terreno a poca distanza dall’obiettivo. E in quel luogo ora c’è una targa commemorativa in ricordo dei fatti. Continue reading