MALTEMPO: OGGI RESTANO CHIUSE LE BANCHINE DEL FIUME TEVERE

LUNGOTEVEREA seguito dell’allertamento del sistema di protezione civile regionale, il Comune di Roma fa sapere che dal primo mattino di domenica 14 febbraio 2021, e per le successive 12-18 ore, per il persistere di venti forti o di burrasca dai quadranti settentrionali, con raffiche fino a burrasca forte, resteranno chiuse le banchine del tratto urbano del fiume Tevere.

SLALOM TRA LE BUCHE IN VIALE BUOZZI DOVE VIVE MARIO DRAGHI

Crepe, fessure, buche, asfalto rattoppato, tombini sporgenti. E poi radici di alberi che provocano dossi, brecciolino e sassi. Le strade e i marciapiedi dei Parioli dove abita il neo presidente del Consiglio Mario Draghi sono un colabrodo. Viale Bruno Buozzi che conduce VIALE BUOZZIal portone da cui ieri è uscito il nuovo leader del governo che dovrà risollevare le sorti del Paese colpito dalla pandemia e dalla crisi economica, è ammalorata come una ferita. La pioggia di ieri, poi, ha aperto nuove fenditure e ampliato le buche sull’asfalto e sui marciapiedi. I cassonetti dei rifiuti sono vecchi e sporchi e per raggiungerli si rischia di precipitare nelle buche presenti ovunque. E non solo a viale Bruno Buozzi. L’asfalto è deteriorato in tutto il quartiere, da piazza delle Belle Arti a via Salaria, dalla via Nomentana a via della Moschea. Venendo da Prati e superato ponte Risorgimento le scivolose le fenditure lungo i binari del tram sono una minaccia per biciclette e monopattini, mezzi molto consigliati dalla giunta Raggi e dai suoi assessori. Continue reading

AMUSE: A CAUSA DEL COVID SU ZOOM LE RIUNIONI DEL MARTEDÌ

amuseA causa della situazione contingente legata alla pandemia in corso, e fino a nuova comunicazione, “I Martedi di Amuse” non si svolgeranno presso la struttura Caritas di Villa Glori. Le riunioni continuano in modo virtuale tramite la piattaforma Zoom ogni martedì alle 16,30. Per partecipare è sufficiente, nel giorno e all’orario stabilito, cliccare qui. Non serve scaricare software o applicazioni specifiche. Ignorare la schermata che appare e non cliccare su “avvia riunione” ma aspettare la richiesta di attivare il collegamento. Dopo l’attivazione del collegamento sarete ammessi in una “sala d’attesa” e dovrete attendere che il moderatore (Amuse) vi dia l’accesso alla riunione.

MUNICIPIO: VACCINO ANTI COVID, CI MANCAVA IL RISCHIO TRUFFA

VACCINONon bastava la pandemia, ci si aggiunge anche la truffa. Infatti, la Asl Roma 1 lancia l’allarme sulle vaccinazioni anti-Covid a domicilio riguardanti gli over 80. Il distretto, a cui appartengono i Municipi I, II, III, XIV e XV, ha pubblicato un avviso sul proprio sito per mettere in guardia i pazienti sul rischio di possibili truffe. L’azienda sanitaria invita per questo i cittadini a prestare attenzione e a segnalare alle autorità chi si presenterà alla loro porta, senza un preventivo contatto della Asl  o del proprio medico di base.

VIA NOMENTANA: NEL 1900, LA FONTANA DELL’ACQUA MARCIA…

FONTANA DELL'ACQUA MARCIA 2La Fontana dell’Acqua Marcia si trova in via Nomentana, nella parte compresa nel Quartiere Nomentano, ed è stata costruita su iniziativa del Comune nel 1900, di fronte alla Chiesa di Sant’Agnese, sempre in via Nomentana, quando questa zona era FONTANA DELL'ACQUA MARCIAprincipalmente di carattere agrestre ed oltre ai casali sorgevano solo alcuni villini isolati. La fontana, rivestita di travertino, si presenta in maniera elegante, imitando le fontane romane del seicento, è caratterizzata da un fronte bugnato, due lesene da cui originano due cannelle, sulla cui sommità è posta una sfera; al centro è presente una targa con scritto Acqua Marcia, sotto la targa, dalla bocca di una maschera rappresentante Bacco, esce il getto d’acqua principale. Il coronamento della fontana è costituito da un fascione terminante in una voluta entro il quale e posto lo stemma comunale adornato da festoni. La grande vasca mistilinea poggia direttamente sul piano stradale.

MA ERA UNO SOLO L’ALBERO TAGLIATO A VILLA BORGHESE

IMG_20210213_162620(1)

Rispetto alla notizia data ieri, c’è da fare una rettifica: l’albero tagliato a Villa Borghese era uno soltanto. L’informazione arriva da Alix van Buren, presidente degli Amici di Villa Borghese. Insomma, il pino era tutto cariato. Per anni avevano anche tentato di consolidare la chioma. Pure una controperizia aveva confermato la diagnosi, per cui…

BREVE STORIA DI VALLE GIULIA

VALLE GIULIAValle Giulia è una zona centrale di Roma, tra Villa Borghese e la collina dei Parioli, una piccola valle dove ancora oggi è collocata Villa Giulia, oggi sede del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, dal nome di papa Giulio III, opera del Vignola. L’assetto attuale della valle deriva, in larga misura, da quello che le fu dato in occasione dell’Esposizione Universale del 1911: vi sorge la Galleria Nazionale d’Arte Moderna, opera di Cesare Bazzani, edificata per l’occasione. A partire dal 1911, proseguendo poi nei VALLE GIULIAperiodi successivi, ha avuto luogo la localizzazione nell’area di molti istituti di cultura di paesi esteri, come la Gran Bretagna, il Belgio, il Giappone, la Romania. Alle pendici della collina che prospetta la valle ha sede la prima facoltà italiana di Architettura, inaugurata dalla Sapienza nel 1920 ed ancora oggi esistente. Il 1º marzo 1968 l’area attorno alla Facoltà di Architettura fu teatro di gravissimi scontri tra studenti e forze dell’ordine, dando vita alla celebre battaglia di Valle Giulia, ricordata come uno degli avvenimenti più importanti del sessantotto italiano

SAN LORENZO, LE LOCATION DEL FILM “IO SONO TEMPESTA”

io-sono-tempestaSu Rai 3 ieri è andato in onda il film con Marco Giallini e Elio Germano “Io sono Tempesta”. Al di là della trama che parla di Numa Tempesta (Giallini), ricco uomo d’affari romano che, spesso e volentieri , ha eluso le regole al punto da risultare “senza fissa dimora” perché vive in un albergo di lusso. Il fisco però arriva a presentargli il conto e Numa, condannato per un reato di qualche anno prima, è affidato ai servizi sociali per lavorare in una cooperativa che fornisce assistenza primaria ai senzatetto. Alla fine, Numa finisce in carcere e Bruno (Germano) apre una sala slot assieme agli amici senzatetto ed è in grado di garantire un’istruzione di alto livello al figlio. In carcere Numa ha l’occasione di riavvicinarsi al padre e lo invita a cena nella sua cella. Nel film ci sono scene girate a San Lorenzo, dove alcuni degli interpreti camminano dalla galleria di Porta San Lorenzo e arrivano in via Tiburtina Antica dove c’è la scuola  “Giosuè Borsi”. Tra gli attori, anche Marcello Fonte che, abitando nella vita a San Lorenzo, gioca praticamente in casa.

LA VARIANTE INGLESE ANCHE A SAN LORENZO E AI PARIOLI

VARIANTE INGLESEC’è preoccupazione per la variante inglese. Anche se più che di una paura a prescindere, ormai si tratta di una forma del virus che anche nel Lazio si sta diffondendo, in particolare tra i più giovani e anche i bambini. La variante è stata avvistata un po’ dappertutto, soprattutto nelle scuole, da San Lorenzo ai Parioli.

VENDERE O AFFITTARE IMMOBILI AL TEMPO DEL COVID

immobilappEsiste un portale, Immobilapp, che permette di vendere o affittare il proprio immobile velocemente e senza rischio. Su Immobilapp il proprietario si rivolge con un solo annuncio a tutte le agenzie partner presenti sul portale senza sottoscrivere un mandato di esclusiva con nessuna di loro e le agenzie, a loro volta, non chiedono il pagamento di una provvigione. I vantaggi per i proprietari sono numerosi: il portale consente di ridurre a zero lo stress per chiamate e messaggi poiché i contatti dell’utente non sono accessibili alle agenzie. Gli agenti possono solo prenotare gli appuntamenti utilizzando l’agenda digitale presente su Immobilapp sulla base delle disponibilità fornite dal proprietario. Inoltre ogni proprietario può inserire un numero illimitato di annunci gratuitamente.

TOTÒ E FABRIZI, TRA PIAZZALE MANILA E QUARTIERE AFRICANO

PIAZZALE MANILA“Guardie e ladri” è un film del 1951 di Mario Monicelli e Steno (Stefano Vanzina) con Aldo Fabrizi, Totò, Ave Ninchi, Pina Piovani, Rossana Podestà, Ernesto Almirante, Aldo Giuffrè. L’Inseguimento tra Ferdinando Esposito (Totò) e il brigadiere Bottoni (Aldo Fabrizi) è cominciato da poco. I due sono ancora sulle auto e, prima di scendere e proseguire a piedi, Inseguimento_Guardie_e_ladripasseranno come si vede per piazzale Manila; da qui è scomparso il monumento equestre di Simon Bolivar, scolpito da Pietro Canonica e inaugurato nel 1934 da Mussolini, visibile sulla sinistra del fotogramma. Il monumento è oggi in piazzale Simon Bolivar, a Valle Giulia davanti alla British School a circa un chilometro da qui. Piazzale Manila era un luogo tranquillo allora, ma la calma durò ben pochi anni perché totò guardie e ladrinel 1960, in occasione dei Giochi Olimpici, fu costruito il viadotto di corso Francia che ha portato e porta tuttora una grossa mole di traffico da nord verso il centro e che ha reso quel piazzale un rumorosissimo crocevia. E poi. Siamo in pieno inseguimento: Ferdinando Esposito sta cercando di sfuggire a piedi alle grinfie del brigadiere Bottoni, di un americano truffato con la famosa “patacca” e perfino di un tassista a cui non è stata pagata la corsa (Mario Castellani). Scesi dalle auto, i nostri proseguono !’inseguimento verso la zona del quartiere Africano. Qui li vediamo scendere per quella che un tempo era via di Ponte Salario, oggi divenuta un enorme cavalcavia! Infatti lì dove correvano Totò e Fabrizi ora c’è la circonvallazione Salaria, un asse attrezzato in piena città. Continue reading

UMBERTO I: VISITA GRATIS PER BAMBINI CHE HANNO AVUTO IL COVID

È possibile prenotare una visita di controllo gratuita al policlinico Umberto I per i bambini e i minori, fino al compimento del diciottesimo anno, che abbiano avuto il Covid. Si può prenotare un appuntamento contattando i numeri telefonici 06 49979363 – 06 49979375, oppure inviando un’email a: pediatriaumberto1.covid19@gmail.com. La visita si fa nell’ambulatorio di pneumologia pediatrica, in viale Regina Elena 324.

pneumologia pediatrica viale Regina Elena

MULTA E CHIUSURA PER UN LOCALE DI VIA DEI VOLSCI

multa e chiusura per un locale in via dei VolsciL’altro giorno i carabinieri della Stazione San Lorenzo hanno eseguito controlli nel quartiere mirati alla verifica del rispetto delle normative di contenimento dell’epidemia da Covid-19. Eseguiti accertamenti nei luoghi maggiormente frequentati e presso le attività commerciali. Nel corso delle attività, i carabinieri hanno accertato la presenza, in numero superiore rispetto alla capienza prevista, di clienti all’interno di un minimarket in via dei Volsci. Il gestore, un cittadino del Bangladesh di 39 anni, è stato sanzionato per un importo di 400 euro mentre l’attività è stata chiusa per 5 giorni.

GALLERIA BORGHESE, LE NUOVE MOSTRE DEL 2021

“Danza campestre” di Guido Reni“In un’ottica costruttiva sono stati confermati gli accordi e i progetti su cui il Museo era impegnato – afferma la direttrice  della Galleria Borghese, Francesca Cappelletti – come la programmazione sul contemporaneo avviata dalla precedente direzione, che in primavera presenta la grande mostra di Damien Hirst, ideata per le nostre sale espositive e orientata sul tema del collezionismo. Proprio dalla nostra collezione permanente, che per importanza Treasures from the Wreck of the Unbelievableha una dimensione internazionale, hanno origine le nuove mostre come quella dedicata in autunno al dipinto “Danza campestre” di Guido Reni, appena acquisito dal Museo.”. Il programma espositivo 2021 della Galleria Borghese comprende due appuntamenti principali tra primavera e autunno. Damien Hirs”, a cura di Anna Coliva e Mario Codognato, dal 10 maggio al 10 ottobre 2021: un imponente gruppo di opere dalla serie di Hirst Treasures from the Wreck of the 73381-unbelieveble1-720x450Unbelievable saranno esposte in tutte le sale del Museo affiancando i capolavori antichi. Sculture colossali o piccolissime, realizzate in materiali pregiati come il bronzo, il marmo di Carrara o la splendida malachite si inseriranno, insieme ai suoi dipinti Color Space, nel flusso della collezione permanente, in una visione che combina il contemporaneo imagesall’arte del passato, esorta a ripensare i loro statuti e che crea nuovi confini. Balliamo? Guido Reni a Roma. Danza e Paesaggio, a cura di Francesca Cappelletti, da novembre 2021 sino a febbraio 2022: una mostra dossier dedicata al dipinto “Danza campestre” di Guido Reni, che ha appena fatto ritorno nella collezione del cardinale Scipione Borghese. Tra le opere presenti nel primo inventario della raccolta, questo paesaggio festoso sarà accostato ad altre pitture della contemporanea produzione dell’artista nell’ambito della committenza  Borghese, ma soprattutto ad altre opere di artisti bolognesi, da Annibale Carracci a Domenichino, fondamentali per comprendere l’intensa fase di sperimentazione sul paesaggio come genere pittorico nei primi anni del Seicento.