MALTEMPO: OGGI RESTANO CHIUSE LE BANCHINE DEL FIUME TEVERE

A seguito dell’allertamento del sistema di protezione civile regionale, il Comune di Roma fa sapere che dal primo mattino di domenica 14 febbraio 2021, e per le successive 12-18 ore, per il persistere di venti forti o di burrasca dai quadranti settentrionali, con raffiche fino a burrasca forte, resteranno chiuse le banchine del tratto urbano del fiume Tevere.

AMUSE: A CAUSA DEL COVID SU ZOOM LE RIUNIONI DEL MARTEDÌ

amuseA causa della situazione contingente legata alla pandemia in corso, e fino a nuova comunicazione, “I Martedi di Amuse” non si svolgeranno presso la struttura Caritas di Villa Glori. Le riunioni continuano in modo virtuale tramite la piattaforma Zoom ogni martedì alle 16,30. Per partecipare è sufficiente, nel giorno e all’orario stabilito, cliccare qui. Non serve scaricare software o applicazioni specifiche. Ignorare la schermata che appare e non cliccare su “avvia riunione” ma aspettare la richiesta di attivare il collegamento. Dopo l’attivazione del collegamento sarete ammessi in una “sala d’attesa” e dovrete attendere che il moderatore (Amuse) vi dia l’accesso alla riunione.

MUNICIPIO: VACCINO ANTI COVID, CI MANCAVA IL RISCHIO TRUFFA

VACCINONon bastava la pandemia, ci si aggiunge anche la truffa. Infatti, la Asl Roma 1 lancia l’allarme sulle vaccinazioni anti-Covid a domicilio riguardanti gli over 80. Il distretto, a cui appartengono i Municipi I, II, III, XIV e XV, ha pubblicato un avviso sul proprio sito per mettere in guardia i pazienti sul rischio di possibili truffe. L’azienda sanitaria invita per questo i cittadini a prestare attenzione e a segnalare alle autorità chi si presenterà alla loro porta, senza un preventivo contatto della Asl  o del proprio medico di base.

MA ERA UNO SOLO L’ALBERO TAGLIATO A VILLA BORGHESE

IMG_20210213_162620(1)

Rispetto alla notizia data ieri, c’è da fare una rettifica: l’albero tagliato a Villa Borghese era uno soltanto. L’informazione arriva da Alix van Buren, presidente degli Amici di Villa Borghese. Insomma, il pino era tutto cariato. Per anni avevano anche tentato di consolidare la chioma. Pure una controperizia aveva confermato la diagnosi, per cui…

LA VARIANTE INGLESE ANCHE A SAN LORENZO E AI PARIOLI

VARIANTE INGLESEC’è preoccupazione per la variante inglese. Anche se più che di una paura a prescindere, ormai si tratta di una forma del virus che anche nel Lazio si sta diffondendo, in particolare tra i più giovani e anche i bambini. La variante è stata avvistata un po’ dappertutto, soprattutto nelle scuole, da San Lorenzo ai Parioli.

VENDERE O AFFITTARE IMMOBILI AL TEMPO DEL COVID

immobilappEsiste un portale, Immobilapp, che permette di vendere o affittare il proprio immobile velocemente e senza rischio. Su Immobilapp il proprietario si rivolge con un solo annuncio a tutte le agenzie partner presenti sul portale senza sottoscrivere un mandato di esclusiva con nessuna di loro e le agenzie, a loro volta, non chiedono il pagamento di una provvigione. I vantaggi per i proprietari sono numerosi: il portale consente di ridurre a zero lo stress per chiamate e messaggi poiché i contatti dell’utente non sono accessibili alle agenzie. Gli agenti possono solo prenotare gli appuntamenti utilizzando l’agenda digitale presente su Immobilapp sulla base delle disponibilità fornite dal proprietario. Inoltre ogni proprietario può inserire un numero illimitato di annunci gratuitamente.

TOTÒ E FABRIZI, TRA PIAZZALE MANILA E QUARTIERE AFRICANO

PIAZZALE MANILA“Guardie e ladri” è un film del 1951 di Mario Monicelli e Steno (Stefano Vanzina) con Aldo Fabrizi, Totò, Ave Ninchi, Pina Piovani, Rossana Podestà, Ernesto Almirante, Aldo Giuffrè. L’Inseguimento tra Ferdinando Esposito (Totò) e il brigadiere Bottoni (Aldo Fabrizi) è cominciato da poco. I due sono ancora sulle auto e, prima di scendere e proseguire a piedi, Inseguimento_Guardie_e_ladripasseranno come si vede per piazzale Manila; da qui è scomparso il monumento equestre di Simon Bolivar, scolpito da Pietro Canonica e inaugurato nel 1934 da Mussolini, visibile sulla sinistra del fotogramma. Il monumento è oggi in piazzale Simon Bolivar, a Valle Giulia davanti alla British School a circa un chilometro da qui. Piazzale Manila era un luogo tranquillo allora, ma la calma durò ben pochi anni perché totò guardie e ladrinel 1960, in occasione dei Giochi Olimpici, fu costruito il viadotto di corso Francia che ha portato e porta tuttora una grossa mole di traffico da nord verso il centro e che ha reso quel piazzale un rumorosissimo crocevia. E poi. Siamo in pieno inseguimento: Ferdinando Esposito sta cercando di sfuggire a piedi alle grinfie del brigadiere Bottoni, di un americano truffato con la famosa “patacca” e perfino di un tassista a cui non è stata pagata la corsa (Mario Castellani). Scesi dalle auto, i nostri proseguono !’inseguimento verso la zona del quartiere Africano. Qui li vediamo scendere per quella che un tempo era via di Ponte Salario, oggi divenuta un enorme cavalcavia! Infatti lì dove correvano Totò e Fabrizi ora c’è la circonvallazione Salaria, un asse attrezzato in piena città. Continue reading