TANTI, TROPPI INCIDENTI MORTALI NELLE STRADE DEL MUNICIPIO

VIA NOMENTANASono veramente tanti, troppi, i punti pericolosi nel nostro municipio. ciò vale per l’attraversamento dei pedoni, ma anche per macchine e moto coinvolte in tantissimi incidenti. Parliamo dell’incrocio tra Nomentana e viale Regina Margherita dove l’altro giorno è morto Luis. Nel 2008 toccò ad Alessio Giuliani e Flaminia Giordani investiti da un pirata della strada. Nel luglio 2015 toccò a Mauro Sbragaglia, morto in ospedale dopo uno schianto Incidente Nomentana viale Regina Margherita 3pauroso tra il suo Honda 150 con una Mini. Nel dicembre 2012 toccò ad una donna rimanere gravemente ferita. Nell’ottobre 2013 un altro centauro rimase gravemente ferito nello stesso punto dove ieri è morto Luis. Non meno pericoloso è l’incrocio corso Trieste verso Villa Torlonia e viceversa. Qui nel settembre scorso morì Serena Greco, coinvolta a bordo del suo scooter in uno scontro con altri tre veicoli. Nello stesso punto ha CORSO D'ITALIA incidenteperso la vita, il 20 aprile 2017, Francesco Di Terlizzi, giovane originario di Fiumicino. A bordo della moto stava attraversando l’incrocio quando è stato centrato da un’auto. Non meno insicuri sono gli attraversamenti tra Porta Pia e viale regina Margherita. Qui non ci sono incroci, ma attraversamenti pedonali, prenotabili. Provenienti da Porta Pia, usciti dal tunnel di corso Italia o provenienti dall’ambasciata di Gran Bretagna, si corre e quando spunta il rosso si inchioda. Qui i residenti NEREO A VIA POricordano la morte di Tommaso Mossa, rimasto ucciso dopo essere stato investito all’altezza di via Reggio Emilia. E poi c’è l’incidente mortale toccato al clochard Nereo all’angolo tra via Po e corso d’Italia.

VILLA TORLONIA, LA GRANDE BELLEZZA

villa torloniaScrive Marco su Facebook: “Il Casino Nobile, un gioiellino dentro la nostra bella Villa Torlonia. Le colonne tuscaniche e le ampie porte vetrate che affacciano sul parco contraddistinguono questo corridoio luminoso che unisce i due lati del Casino Nobile.”

1979, QUELL’OMICIDIO NEL QUARTIERE TRIESTE

Francesco_Cecchin_del_Fronte_della_Gioventù_ucciso_nel_1979L’omicidio di Francesco Cecchin, un militante del Fronte della Gioventù, venne commesso durante il periodo noto come anni di piombo. Nella notte tra il 28 e il 29 maggio 1979, dopo essere stato inseguito da due persone arrivate in zona a bordo di una Fiat 850, fu trovato gravemente ferito in un cortile condominiale del quartiere Trieste; morì il 16 giugno 1979 dopo diciannove giorni di coma. Il 28 maggio, mentre stava affiggendo manifesti del Fronte della Gioventù con altri quattro amici, Cecchin era stato coinvolto in un’accesa discussione con un gruppo di attivisti della sezione del Pci di via Montebuono. Secondo i missini, i comunisti avevano completamente ricoperto i tabelloni elettorali e li avrebbero sorpresi mentre si riprendevano gli spazi;  secondo i comunisti invece, i propri manifesti sarebbero stati strappati, pertanto si fecero avanti per impedire ai missini di affiggere i propri. Scoppiò così una violenta lite nel corso della quale l’allora segretario della sezione del Pci, Sante Moretti, avrebbe minacciato Cecchin. Intervistato numerosi anni dopo, Moretti ammise di aver minacciato i ragazzi del Fdg di fargli chiudere tutte le sezioni, ma negò le minacce dirette a Cecchin. Continue reading

PIAZZA BOLOGNA: UN QUESITO

piazza bolognaScrive Pier Michele su Facebook: “Questa mattina (ieri, ndr), verso le 10:30, un pedone sembra sia stato investito da un’auto in viale XXI Aprile sulle strisce pedonali. A prescindere dalle responsabilità di quanto accaduto, mi ha colpito il fatto che l’incidente sia avvenuto alla fermata dei bus urbani, vicino a piazza Bologna, con il bus di linea che si era fermato, come al solito, in mezzo alla carreggiata, ben al di fuori delle strisce gialle dello stallo. Mi sono chiesto per quale motivo permane questa pessima abitudine degli autisti dell’Atac di fermarsi molto distanti dal marciapiede anche in assenza di auto in sosta nello stallo. In tutte le città civili i bus effettuano le fermate in prossimità dei marciapiedi in modo da agevolare gli utenti e non recare intralci alla circolazione veicolare. Ho fotografato il bus dietro cui si è verificato l’investimento. Spero che, prima o poi, la dirigenza dell’Atac intervenga opportunamente nei confronti degli autisti che non rispettano questa semplice regola.”

FRANCESCA DEL BELLO: SARANNO PIANTATI ALBERI NEL MUNICIPIO

VILLA BORGHESEUna buona notizia: nuovi alberi saranno piantati nel municipio. lo ha fatto sapere Francesca Del Bello, presidente del II Municipio. Su Facebook, la minisindaca scrive che in tutto il territorio della seconda circoscrizione verranno piantumati ibiscus, ligustri, sophore del bellojaponiche, fotinie e acer campestri. Nel quartiere Trieste-Salario le strade coinvolte sono via Alessandria e via della Marta. E poi via Ristori ai Parioli. Più lungo l’elenco per il quartiere Nomentano: via Ernesto Monaci, via Pavia, via Como, via Imperia, via Udine, via Forlì, via Agrigento, via Lucca, via Chieti, via di Sant’Ippolito e via Giovanni da Procida.

VIETATO ALLE BICICLETTE IL TRANSITO SUL PONTE DELLA MUSICA

PONTE DELLA MUSICAArriva dall’associazione BiciRoma una denuncia che riguarda il Ponte della Musica. Infatti, il ponte pedonale dedicato al musicista Armando Trovajoli che collega Prati al Flaminio, è stato vietato al transito delle biciclette. La legge stabilisce che “sul Ponte della Musica non è consentito il transito a tutti i veicoli e, dunque, neppure ai velocipedi”, intendendo per questi ultimi anche le biciclette. Dopo la risposta dei vigili, gli aderenti a BiciRoma chiedono che quel divieto sparisca al più presto.

RICOVERATO AL POLICLINICO L’ATTORE ALEX VAN DAMME

ALEX VAN DAMMEOra è ricoverato al Policlinico Umberto I, l’attore 44enne Alex Van Damme, protagonista di una lite su lungotevere dei Cenci. Van Damme è stato aggredito e colpito al volto e in altre parti del corpo, con un sanpietrino, da un iracheno di 40 anni al culmine di una lite tra i due. L’aggressore ha anche tentato di colpire la vittima con un coccio di vetro. L’ex attore è stato soccorso e portato, non in pericolo di vita, al Policlinico Umberto I per un trauma cranico, ferite alla bocca e al naso e traumi addominali e cervicali, riportando 21 giorni di prognosi. Anche il 40enne iracheno è stato medicato per una lieve ferita alla mano. È stato poi arrestato con l’accusa di lesioni personali gravi in attesa del rito direttissimo.

SCONTRO AUTO-MOTO SULLA NOMENTANA, MUORE UN RAGAZZO

NOMENTANAIncidente mortale all’incrocio tra viale Regina Margherita e via Nomentana. Un giovane, non ancora identificato, ha perso la vita. Era alla guida del suo motorino e dietro di lui c’era la fidanzata, adesso sotto shock al policlinico Umberto I. I due venivano da via Nomentana direzione centro mentre l’auto contro cui sono finiti veniva da viale Regina Margherita e si dirigeva verso il Policlinico.

NEL FILM “NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE”, SCENA IN VIA SALARIA

via salaria 125Nel film “Nessuno mi può giudicare”, Alice (Paola Cortellesi) ha 35 anni, un figlio, una bella villetta ai Parioli, tre domestici in casa e – naturalmente – un marito, che pero’ muore tragicamente in un incidente. La sua fine segna la fine di tutto: senza più soldi Alice non sa come fare. Ridotta sul lastrico decide cosi’ di intraprendere una nuova carriera: quella di escort. Nella foto, la protagonista in via Salaria 125, accanto alla tomba di Lucilio Peto. Nel palazzo vengono girati parecchi film.

DA OGGI IL VACCINO PER GLI OVER 80: DOVE NEL MUNICIPIO

VACCINORese note dalla Regione le postazioni dove, a partire dall’8 febbraio, sarà possibile recarsi per la somministrazione delle due dosi del vaccino anti Covid-19 destinate, in questa fase 2 della campagna vaccinale, ai cittadini di età pari e superiore agli 80 anni. Di seguito l’elenco delle postazioni dei nostri quartieri: Auditorium Parco della Musica, viale Pietro De Coubertin 30; Casa della Salute Nuovo Regina Margherita via Emilio Morosini 30; Policlinico Umberto I – Presidio “George Eastman”, viale Regina Elena 278 B.