MUSEI DI VILLA TORLONIA E NON SOLO: DI TUTTO, DI PIÙ ONLINE

LOCANDINAI curatori dei musei sempre a fianco del pubblico continua sulla piattaforma Google Suite con l’appuntamento Dietro le quinte, giovedì 21 gennaio alle 16, nel quale la curatrice del Museo della Scuola Romana (Musei di Villa Torlonia), Antonia Rita Arconti, guiderà i visitatori all’interno della collezione, raccontandone la nascita e il percorso espositivo. (Per partecipare occorre prenotarsi allo 060608). Giovedì 21 gennaio alle 11 il video-racconto #Porta Nomentana, porta Pia e le loro storie (#conNoiLungoleMura) ha come argomento Michelangelo, un vicino scomodo. Venerdì 22 gennaio, nuovo appuntamento con #MuseiAperti, il ciclo di dirette Facebook dedicate alla mostra “I Marmi Torlonia. Collezionare capolavori”, che raccontano attraverso i secoli la storia di una delle più importanti collezioni private di scultura antica. A partire dalle 18, Anna Maria Carruba, archeologa e restauratrice, illustrerà alcuni episodi del delicato restauro che ha svelato aspetti del tutto inediti delle sculture della straordinaria collezione.

“SETTECEREALI”, RISTORANTE TUTTO BIO A VIA ISONZO

Logo-settecerealiALESSANDRO SALARIS CHEF A via Isonzo 16, da qualche tempo, c’è Settecereali, un nuovo locale completamente “bio”. E questa particolarità fa sì gli affezionati del genere, ma anche gli avventori curiosi di novità e prelibatezze culinarie, stiano frequentando sempre più spesso il ristorante. Ecco la proposta gastronomica: per il pranzo, bio street food: pizza ai 7cereali al taglio o al piatto, pizzburgher, supplì, arancini di selvaggina, fritti di verdure, vellutate,  zuppe, legumi e verdure di stagione, insalate da comporre secondo i propri gusti. Per la cena, il bio gourmet secondo la stagionalità della migliore materia prima biologica e su ispirazione dello chef: Pasta fresca realizzata con farina ovviamente bio, pizza al tavolo, carni pregiate, cereali, legumi, ortaggi rigorosamente di stagione; al bar: estratti e caffé bio. Orari di apertura: lunedì: solo prenotazione; martedì  – sabato: 10:30 – 23:00; domenica : 19:00 – 23:00. Telefono: 0647547700 – email: info@7cereali.net

SUL WEB TUTTE LE MOSTRE DEL MACRO, ASPETTANDO L’APERTURA

MacroAsilo_d0La sezione Extra del sito del Macro di via Nizza offre nuove anticipazioni e approfondimenti sui protagonisti delle mostre delle diverse sezioni di Museo per l’Immaginazione Preventiva, in attesa della loro apertura. Questa settimana è la volta di Adelina Tattilo, editrice di Playmen, la rivista al centro del primo progetto espositivo della sezione Studio Bibliografico. Sul profilo Instagram prosegue il viaggio del museo attorno alla public art vista tramite Google street view. Sul suo canale Igtv sarà possibile rivedere la puntata del digital talk Un folder che ha invitato Simona Malvezzi, dello studio di architettura Kuehn Malvezzi.

ALL’AUDITORIUM ARRIVA (ONLINE) EUGENIO BENNATO

EUGENIO BENNATODalle note della classica e dell’opera a quelle del folk italiano: in streaming gratuito sui propri canali social prosegue domenica 24 alle ore 22 il programma dell’Auditorium Parco della Musica – Fondazione Musica per Roma con il cantautore Eugenio Bennato e il suo progetto W chi non conta niente, un viaggio in musica in cui le vite e le storie narrate si fondono in un racconto corale che inneggia all’arte che si ribella, all’arte controcorrente. Sul palcoscenico, a fianco dell’autore, il coro de “Le Voci del Sud”

VIA ISONZO: SERENDIPITY, UN’ERBORISTERIA VERAMENTE “IN”

erboristeria_serendipity10Scrivono sul sito del loro negozio Emanuela Franchini e Valentina Nardi, titolari dell’Erboristeria Serendipity: “Conosciute per caso nelle aule dell’Università La Sapienza di Roma, tra noi due giovani studentesse subito una gran sintonia. Dopo la laurea la nostra amicizia ha continuato ad esistere anche se il caso ci ha allontanato. Ci siamo ritrovate per caso a lavorare insieme in una storica erboristeria romana: è stata la scintilla che ha acceso la nostra passione, la curiosità erboristeria_serendipity04per il naturale e la consapevolezza di poter aumentare il benessere della persona dalla cultura delle erbe. Era Pasquetta del 2014, durante una gita a Civita di Bagnoregio, quando per caso dal Belvedere della Grotta di San Bonaventura, con il sole in faccia, il vento tra i capelli e un panino tra le mani, Valentina mi dice: “Emanuela, apriamo un’erboristeria tutta nostra!”. A maggio, passeggiando per il centro di Roma, erboristeria_serendipity03ci imbattiamo per caso in un locale sfitto di cui siamo riuscite a vedere le potenzialità. A pochi passi da Villa Borghese, abbiamo deciso di trasformare il sogno in realtà: a luglio 2014 nasce la nostra Erboristeria Serendipity. Questa casualità è la serendipità: la fortuna di fare felici scoperte per puro caso e trovare una cosa non cercata e imprevista mentre se ne sta cercando un’altra. Abbiamo aperto a novembre 2019 la erboristeria_serendipity12nostra erboristeria anche online per poter offrire la possibilità di ricevere Serendipity oltre che in tutti i quartieri di Roma, in qualunque parte d’Italia! Visitando il nostro sito internet avrete l’opportunità di conoscere meglio i nostri prodotti e di fare un acquisto di sicura soddisfazione. Mentre seguiamo con attenzione la vendita, organizziamo periodicamente eventi di cosmetica, floriterapia e check-up funzionale. Inoltre Valentina, come naturopata, esegue consulenze per favorire il mantenimento della salute e del benessere della persona”.

MAXXI: OGGI SUL WEB VITO MANCUSO PARLA DEI SUOI MAESTRI

i_quattro_maestri_di_Vito_Mancuso_libri_al_MAXXI-1024x576Per la rassegna Libri al Maxxi, “I quattro maestri di Vito Mancuso”, su Facebook Twitter Whats App. Socrate, l’educatore. Buddha, il medico. Confucio, il politico. Gesù, il profeta. Risalendo alle antiche tradizioni spirituali e filosofiche dell’umanità, Vito Mancuso individua nel pensiero di queste quattro figure gli insegnamenti ancora validi e preziosi per noi, uomini e donne di oggi. La loro parola diventa così una guida decisiva per percorrere con maggiore consapevolezza gli impervi sentieri della nostra esistenza, convivere con il caos che ogni giorno sperimentiamo, e tracciare una strada nuova verso l’autentica pace interiore. Continue reading

VIALE BUOZZI: IL FORUM AUSTRIACO CELEBRA IL GIORNO DELLA MEMORIA

IL FORUM AUSTRIACOOgni anno, in occasione del Giorno della Memoria, il Forum Austriaco di Cultura di viale Bruno Buozzi mette in luce specifici aspetti della Shoa e dei crimini del regime nazista. Quest’anno l’attenzione si focalizza sul più grande e crudele campo di concentramento situato sul territorio nazionale dell’attuale Austria: Mauthausen. Almeno 200.000 persone furono deportate a Mauthausen e ai suoi oltre 40 campi satelliti che erano sparsi su quasi l’intero territorio dell’attuale Austria. Almeno 90.000 prigionieri sono morti, tra cui molti italiani. Il 25 gennaio, alle ore 18, proiezione del documentario | Giorno della memoria Mauthausen – Zwei Leben | Simon Wieland, presentazione in anteprima italiana. La storia di due persone, testimoni dei terribili eventi avvenuti nel campo di concentramento di Mauthausen durante il regime nazionalsocialista raccontata in un documentario potente e commovente sul comportamento umano e soprattutto disumano di fronte al crimine (film disponibile online fino al 1.2.2021). Per maggiori informazioni: https://www.austriacult.roma.it/evento/mauthausen-zwei-leben-simon-wieland/ Infos auf Deutsch: https://www.austriacult.roma.it/de/veranstaltung/mauthausen-zwei-leben-simon-wieland/

VIA SALARIA: TUTTO QUEL CHE SERVE PER IPHONE, IPAD, MAC, IMAC

locandina

In via Salaria 82, a due passi da piazza Fiume, ha aperto da qualche tempo un negozio di riparazioni di Samsung, Ipad, Imac, Mac e cellulari. E potete trovarvi anche cellulari e una vasta gamma di custodie e altri accessori. Insomma, tutto quello che vi può servire in caso d’emergenza e non solo. L’orario è continuato: dal lunedì al venerdì, ore 10/19; sabato ore 10/17.

VIALE PINTURICCHIO, COMPIE ATTI OSCENI DAVANTI AL LICEO

LICEOÈ stato sorpreso a compiere atti osceni davanti al Liceo Artistico statale di via Pinturicchio. Gli agenti del commissariato Villa Glori hanno immediatamente bloccato e arrestato per atti osceni in luogo pubblico D.S., romano di 46 anni, che è stato accompagnato negli uffici di polizia in attesa della convalida dell’arresto.

PRENOTAZIONI VACCINO ANTICOVID: DOVE, COME, QUANDO

VACCINILa campagna vaccinazione #anticovid per gli #over80 inizia il 1° febbraio 2021. A partire da lunedì prossimo 25 gennaio 2021 sarà possibile prenotare la somministrazione del vaccino anticovid per gli over80. Dove? Sul portale della Regione Lazio Salute Lazio (PrenotaVaccinoCovid). Cosa occorre? è sufficiente il codice fiscale (tessera Team). Come? Le persone aventi diritto potranno accedere direttamente o attraverso il proprio medico di medicina generale. Si potrà scegliere uno dei 100 punti di somministrazione diffusi sul territorio regionale, con la prima fascia oraria disponibile. E la seconda dose? In automatico con la prima prenotazione del vaccino si prenota anche la seconda, sempre nel medesimo punto di somministrazione. Quando? Dal 1° febbraio con prenotazioni dal 25 gennaio al 31 marzo. #SaluteLazio

IL 20 GENNAIO 1993 CI LASCIAVA AUDREY HEPBURN

583_-_06_-_audrey_hepburn_e_figlio_sean_-_1972hepburn-villa-borgheseIl 20 gennaio 1993 ci lasciava Audrey Hepburn, tra le attrici più amate nella storia del Cinema. La Hepburn ha avuto un particolare legame con Roma e con il nostro municipio. Iniziando dal film che la rese famosa, “Vacanze romane”. La troviamo in una scena, davanti al Muro Torto, dove una volta c’erano gli ex voto per lo scampato pericolo al bombardamento di San Lorenzo. Anche Villa Borghese è stata meta di lunghe passeggiate: con il marito VACANZE ROMANEitaliano, Andrea Dotti, e il figlio Luca, avuto dalla loro relazione. E ancora, eccola a piazza Fiume, con il figlio più grande Sean, davanti alla Rinascente. Un libro di Luca Dotti, dal titolo “Audrey, mia madre”, ne svela la vita romana. È il ritratto di una persona dalle abitudini normalissime, che amava girare per Roma e cucinare come una casalinga, lontana cento anni luce dal clichè della diva. Audrey ha vissuto per anni nella nostra città, tra  via Monti Parioli e Villa Balestra.

OPERA DELLA STREET ART LAIKA DAVANTI AL LICEO GIULIO CESARE

Laika studenti-2Si vede un computer portatile sul quale è disegnato uno studente che tenta di uscire dallo schermo. È questa l’ultimissima opera della street artist Laika. L’installazione è comparsa l’altro giorno davanti allo storico Liceo Giulio Cesare di corso Trieste, proprio nel giorno in cui alle superiori riprendevano le lezioni in presenza. “2021: in presenza, in sicurezza”, così come era il titolo dell’opera di Laika sulla didattica a distanza.

LA FONTANA DI PIAZZALE FLAMINIO

Sul piazzale Flaminio, a destra della Porta Flaminia, c’è una fontana ormai parzialmente coperta dalla balaustra del sottopasso pedonale. E’ costituita da una grande vasca rettangolare di laterizio, con bordi e basi di travertino, fiancheggiata da due cubi dello stesso materiale, sormontati da sfere, da cui altrettante cannelle versano getti d’acqua. Al centro della vasca c’è lo stemma comunale con la data di costruzione scritta sulla base. Nel 1886, la fontana decorativa che oggi si vede sostituì una vasca più semplice che funzionava da abbeveratoio per le bestie destinate a finire sulle tavole dei romani, specie di quelli più ricchi. Ancora nell’Ottocento, infatti, in questa area, una volta a settimana, i vaccari ammassavano di notte il bestiame, vitelli, maiali, pecore per condurlo, quando all’alba la Porta si apriva, nei vari palazzi delle famiglie nobili romane e nelle botteghe, dove venivano macellati. Continue reading

QUELLA NEVICATA DI UN LONTANO INVERNO A VIA LAGO DI LESINA

VIA LAGO DI LESINA

 

Una vecchia e bella foto di via Lago di Lesina, stradina che costeggia il Parco Nemorense. A giudicare dalle auto (Fiat 1100 e 600, ma pure Renault Dauphine), dovremmo essere a cavallo degli anni Cinquanta e Sessanta. La neve, caduta copiosamente (ma sarà la famosa nevicata del 1956?) copre anche i marciapiedi, tanto che l’isolato pedone è costretto a camminare dove sono passate le macchine, abbassando così il livello del manto bianco

BREVE STORIA DEL MERCATO DI PIAZZA ALESSANDRIA

PIAZZA ALESSANDRIAIl Mercato Nomentano si trova in piazza Alessandria, nel Quartiere Salario. Le origini di questo mercato risalgono all’inizio del XX Secolo, quando dopo che la Peroni aveva stabilito sulla piazza il proprio stabilimento, numerosi commercianti iniziarono ad aprire i propri banchi in quella che, all’epoca, si chiamava Piazza Principe di Napoli. Nel 1929 venne realizzato il mercato in muratura ancora oggi esistente: a progettarlo fu Elena Luzzatto, una delle prime donne architetto d’Italia, sostenuta dall’imprenditore Augusto d’Arcangeli. La struttura ricalca la forma quadrilatera della piazza e ha una serie di accessi in ferro battuto su due lati e ai quattro angoli. A decorare la strtuttura, numerosi bassorilievi raffiguranti la Lupa con Romolo e Remo e immagini legate alle merci vendute nel mercato. Nel 1946  dopo la caduta della monarchia sabauda – la piazza cambiò nome in piazza Alessandria, e il mercato divenne per tutti “il mercato di piazza Alessandria”. 

VIA ADALBERTO: TROVATO A RUBARE NELLE CANTINE DI UN PALAZZO

VIA ADALBERTOUn romeno quarantunenne è stato arrestato dalla polizia dopo essere stato trovato in flagranza a rubare nelle cantine di uno stabile in via Adalberto (tra piazza Bologna e via Catania). È accaduto nel pomeriggio di ieri. Ad arrestarlo sono stati gli agenti del II Distretto Salario Parioli. L’uomo dovrà rispondere di furto aggravato.

RITORNANO LE FAVELAS LUNGO LE MURA AURELIANE

MURA AURELIANEDopo lo sgombero, tornano le favelas a Termini. Era il 14 dicembre quando venne sgomberata la baraccopoli lungo le mura Aureliane in cui vivevano una cinquantina di persone costrette a dormire in un piccolo fazzoletto di verde tra il quartiere San Lorenzo e la zona di Castro Pretorio: scene che avevano attirato l’attenzione anche del Comitato per l’ordine e sicurezza pubblica. Ora, a pochi mesi di distanza, quel luogo diventa nuovamente un rifugio. “Un centro d’accoglienza a cielo aperto”, denuncia la consigliera della Lega Laura Corrotti che si è recata direttamente sul posto per verificare le condizioni della baraccopoli. Continue reading