VIA LIVORNO LOCATION DEL FILM “BEATA IGNORANZA”

BEATA IGNORANZAOggi in tv viene riproposto il film di Massimiliano Bruno “Beata ignoranza” (Rai Movie, ore 21:10), con Alessandro Gassmann e Marco Giallini. La pellicola tratta di Ernesto e Filippo, due professori di liceo con personalità agli antipodi. Filippo BEATA IGNORANZA 2insegna matematica, è allegro, di mentalità aperta, perennemente online. Bello e spensierato, è un vero e proprio seduttore seriale, e il suo terreno di caccia preferito sono i social network. È seduttivo anche con i suoi studenti: ha creato un’app in grado di fornire immediatamente la soluzione a ogni tipo di calcolo. Ernesto insegna italiano, è severo e all’antica: il computer, per lui, è solo un aggeggio infernale. Queste sue caratteristiche si riflettono anche nel rapporto con gli studenti, animato da uno spirito di austerità d’altri tempi. Continue reading

PROSEGUE A CASINA DI RAFFAELLO IL SERVIZIO DI DOPOSCUOLA

Lab_apertoA Casina di Raffaello, lo spazio arte e creatività dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale, gestito in collaborazione con Zètema Progetto Cultura, prosegue fino al 26 novembre il servizio di doposcuola dedicato ai bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria. Il servizio è attivo ogni martedì e giovedì pomeriggio con prenotazione obbligatoria al contact center 060608 Backtonature_MARIO MERZ Senza titolo (Igloo di Oporto), 1998 (part.2)@ Simon d’Exéafino ad esaurimento dei posti disponibili. In occasione della mostra all’aperto Back to Nature in corso a Villa Borghese, la Casina di Raffaello propone tutti i giovedì pomeriggio delle attività dedicate a far scoprire ai bambini le installazioni d’arte contemporanea dislocate nel verde del parco. Ogni martedì pomeriggio invece i bambini possono scoprire Back to Nature 1flora, fauna e arte della storica villa giocando tra alberi e architetture. Ogni attività all’aperto ha la durata di un’ora ed è seguita da un laboratorio creativo a tema che si svolge negli spazi di Casina di Raffaello. Il servizio è organizzato nel rispetto delle norme per il contenimento della diffusione del Covid-19. Previsti specifici percorsi per l’ingresso e per l’uscita, il “triage” di accoglienza e il distanziamento interpersonale. Il costo è di € 7 a bambino per ciascuna delle due attività in programma (attività all’aperto e laboratorio creativo). E’ possibile iscriversi a entrambe le attività al costo di € 14.

DOMANI CONSIGLIO MUNICIPALE: GLI ARGOMENTI ALL’ODG

IL-LOGO-DEL-MUNICIPIO-II[1]Il 19 novembre si terrà il Consiglio municipale. La seduta si svolgerà in modalità di videoconferenza e sarà videoregistrata. Si rammenta ai cittadini che la partecipazione alla seduta presuppone il consenso alla videoregistrazione nel rispetto della tutela della privacy. Si parlerà della messa in sicurezza del Parco di Villa Chigi, dell’apertura dei banchi di fiori nelle aree mercatali e dell’installazione di telecamere al Mercato Nomentano.

LUNGOTEVERE ARNALDO DA BRESCIA, PERICOLOSA LA CICLABILE

lungotevere arnaldo da bresciaÈ stretta e buia, tracciata a ridosso dei rami pendenti dei platani e si interrompe nel nulla. La nuova ciclabile di lungotevere delle Armi disegnata con due strisce bianche sul marciapiede non piace ai ciclisti e alle associazioni delle due ruote. «La ciclabile che parte da Lungotevere Arnaldo da Brescia nei pressi di Piazza del Popolo è invasa da piante non potate — attacca da BiciRoma, il presidente Fausto Bonafaccia. — È stata realizzata con due strisce bianche e la vernice rossa alle intersezioni non , ma la cosa ancora più grave è che si interrompe senza preavviso e senza indicazioni, fermandosi inspiegabilmente molto prima di Ponte Milvio». Continue reading

POLICLINICO UMBERTO I, AVVIATO IL “PERCORSO FEBBRE”

POLICLINICO PRONTO SOCCORSOAperto al Policlinico Umberto I il cosiddetto “percorso febbre” del pronto soccorso che garantirà un’ulteriore rafforzamento della rete rispetto alle problematiche insorte con il Coronavirus a Roma. L’assessore regionale alla Sanità, D’Amato, in proposito ha detto: ““Questa è una guerra contro il virus e contro il tempo. C’è una grande pressione sui pronto soccorso ma non vi è alcuna mancanza di posti letto, che si stanno quotidianamente attivando, poiché quelli programmati sono al momento coerenti con la curva epidemiologica. Le nostre strutture ospedaliere stanno velocemente cambiando pelle e si stanno attivando giornalmente posti letto dedicati al Covid. Difendo i nostri operatori sanitari dei pronto soccorso che non hanno mai fatto venire meno uno straordinario impegno e una grande professionalità. Donne e uomini straordinari che operano nei Dipartimenti di emergenza/urgenza nel pieno rispetto dei protocolli clinico/terapeutici e dei pazienti. C’è una forte pressione ma nei pronto soccorso viene garantita la sicurezza e i percorsi tra i casi Covid e quelli non sospetti fin dalla fase di pre-triage”.

FLAMINIO: RICONOSCE OGGETTI RUBATI SU INSTAGRAM

commissariato flaminioHa postato sul profilo Instagram delle foto, una con indosso un bracciale in oro giallo con diamanti sintetici, una dove si intravedeva un lenzuolo in tessuto percalle fucsia ed infine una nella quale faceva capolino una borsa di un noto brand del valore circa di 2.500 euro, incurante del fatto che questi stessi oggetti fossero provento di un furto commesso nel 2018 all’interno di un’abitazione dalla quale la vittima stava traslocando per andare negli Usa. È stata proprio la proprietaria degli oggetti a ricollegare le foto postate dalla ragazza, una 20enne di origine romena, alla madre anche lei romena 47enne che in quel periodo faceva le pulizie all’interno dell’appartamento e a cercare, quindi, di riappropriarsi delle sue cose attraverso contatti telefonici. Al rifiuto della 47enne, la donna si è allora rivolta agli agenti del commissariato Flaminio, diretto da Massimo Fiore che hanno iniziato a far accertamenti sulle due donne e sulla loro residenza. Ottenuto un decreto di perquisizione dalla Procura della Repubblica i poliziotti sono così entrati nell’abitazione dove hanno trovato la borsa, riconoscibile da un manico incollato e il lenzuolo. Le due donne al termine degli accertamenti sono state denunciate per ricettazione. La borsa e il lenzuolo sono stati restituiti alla proprietaria. Fonte: il Messaggero

I BUSTI DEL PINCIO: STORIA, DATE E CURIOSITÀ

PINCIO 2Pincio. Busto SecchiPasseggiando per villa Borghese, per i viali del Pincio, ci sono ben 228 busti ad osservarci. Ma qual è la loro storia? A quando risale la loro costruzione? E quali personaggi illustri rappresentano? I busti furono collocati nei viali del Pincio all’epoca della Repubblica Romana. Il 28 maggio 1849, il Triumvinato stanziò 10mila lire per la realizzazione e la collocazione dei busti in marmo rappresentanti personaggi meritevoli della storia d’Italia. Inizialmente ne vennero scolpiti 52, ma per due anni furono riposti nei magazzini comunali, per essere poi ripresi in considerazione da Pio XI nel 1851. Il Pontefice commissionò di collocare quei busti e come siti furono scelti il Pincio e la Casina Valadier. Non tutti e 52, però, trovarono una base nella villa romana, alcuni vennero scartati, perché considerati contrari al potere temporale del pontefice. Nel 1857, il conte Luigi pincio[1]Antonelli, decise che i busti non ritenuti idonei, avrebbero dovuto cambiare aspetto e denominazione. Fu così che Girolamo Savonarola, Gaio Sempronio Gracco, Pietro Colletta, Giacomo Leopardi, Niccolò Machiavelli, Giovanni dalle Bande Nere e Vittorio Alfieri diventarono Guido d’Arezzo, Vitruvio, Plinio il Vecchio, Zeusi, Archimede, Lorenzo il Magnifico e Vincenzo Monti. Ad busto pincio-2essere del tutto eliminati, invece, furono Arnaldo da Brescia, Giovanni da Procida e Napoleone Bonaparte. Dal 1870, i busti del Pincio passarono sotto la totale responsabilità del Comune di Roma e, nel 1883, si decise che dovevano essere ritratti solo personaggi morti almeno da 25 anni. Nel tempo i busti aumentarono, ne furono realizzati di nuovi, fino a raggiungere il numero di 228. Le sculture rappresentano tutti personaggi maschili, tranne tre donne: Vittoria Colonna, santa Caterina da Siena e Grazia Deledda. Fonte: Romatoday

PARIOLI: ARRESTATO IL “MAGO DEL PIT STOP”

VIA PANDOLFONel quartiere lo conoscono come “il mago del pit stop” perché con una certa destrezza era in grado senza dare nell’occhio di rubare gli pneumatici delle auto e lasciarle sui mattoni. Ieri la sua carriera si è perrò interrotta bruscamente. Nel corso dei quotidiani servizi di controllo del territorio della Compagnia dei Carabinieri di Roma Parioli  l’uomo,  un 34enne di origini calabresi, già con precedenti, è stato arrestato con l’accusa di reato di furto aggravato. Erano da poco passate le 5:30, quando l’uomo è stato fermato a bordo della sua Alfa 147 in via di Sant’Ippolito, da una pattuglia della Stazione Roma Piazza Bologna. Continue reading

QUANDO A VIALE LIBIA C’ERA IL CINEMA MONDIAL

cinema-mondial-viale-libiabenetton-viale-libiaQuesto è il cinema Mondial, che si trovava in viale Libia (la foto è del 1964) al civico 57/65. Era un cinema di “seconda visione”, come si diceva allora, dove i film venivano proiettati in un secondo momento, dopo l’uscita in “prima”. Alla chiusura, è stato un magazzino Coin, poi diventato Benetton.

PIRANDELLO A VILLA BORGHESE: ERA IL 1934, L’ANNO DEL NOBEL

Luigi Pirandello, che in questa foto del 1934 vediamo ritratto a Villa Borghese davanti alla Galleria omonima, è stato scrittore, drammaturgo e poeta della letteratura italiana. Pur venendo da una famiglia benestante, non ebbe vita facile fra il tracollo finanziario della famiglia e la malattia mentale della amata moglie; tuttavia ciò non fu di ostacolo per il suo estro creativo che lo portò a scrivere opere come “Il fu Mattia Pascal” e “Uno, nessuno, centomila”. Pur essendo scrittore di successo, la seconda metà della sua esistenza la dedicò al teatro con tale fortuna che le sue commedie vennero rappresentate anche nei teatri di Broadway. Nell’anno della foto il suo talento fu esaltato da un grande riconoscimento quale il Nobel per la letteratura, ricevuto il giorno 8 novembre. Pirandello morì due anni dopo, il 10 dicembre 1936. L’immagine, tratta da www.romaierioggi.it è attualizzata da un fotomontaggio che mostra anche il luogo ai giorni nostri.

SU FB GLI INCONTRI CON I PARTITI: OGGI TOCCA AL M5S

INCONTROContinuano gli incontri in diretta sulla pagina Fb di Carteinregola, a cura di @Carteinregola e @Eutropian. Oggi, mercoledì 18 novembre, incontro con il M5S. Partecipano: Valentina Corrado Consigliera regionale M5S Giuliano Pacetti Capogruppo M5S capitolino Sara Seccia Consigliera M5S – vice presidente vicario Assemblea Capitolina Francesco Silvestri deputato M5S.(la settimana successiva: Incontro con il Partito Democratico e in seguito con vari partiti e movimenti) > vai alla pagina con gli incontri precedenti: i webinar sui comportamenti elettorali e la comunicazione, gli incontri su primarie e comunarie, la parola ai 4 candidati alle primarie del centro sinistra https://www.carteinregola.it/…/webinar-backstage…/