“TOTÒ TRUFFA 62”, QUELLE SCENE GIRATE A VIA GORIZIA

totò truffa 3Parliamo di “Totò truffa 62”, con lo stesso Totò e Nino Taranto. L’ingresso dell’Hotel Royal dove si svolgerà una delle truffe è in realtà in un palazzo in viale Gorizia 14. Per sfuggire alla polizia che gli aveva notati sul montacarichi, Totò e Nino si travestono da Fidel Castro e signora, ed escono dal portone principale, ma totò truffaarriva il commissario (Ernesto Calindri) che li riconosce e li arresta. La palazzina e il muretto lungo la via oggi non esistono più.

VILLA PAGANINI, ANNI CINQUANTA

VILLA PAGANINIVilla Paganini negli anni Cinquanta. Una bimba di allora guarda ammirata (senza toccare) tante cose interessanti per la sua età: palloncini, girandole, bandierine tricolori. In fondo, adulti siedono su una panchina del parco sito tra via Gaione e la Nomentana.

 

Fonte: Roma Sparita

CIMITERI AL COLLASSO: LE SALME ECCEDENTI FINISCONO AL VERANO

Verano_ingresso_principaleUn aumento di mortalità nelle ultime settimane, con “incremento dei decessi” nell’ottobre 2020 rispetto a ottobre 2019, “di circa il 20 per cento, con oltre 500 defunti defunti in più”.  La “mancanza di campi per inumazione nel cimitero Laurentino” che sta avendo come risultato “una ulteriore richiesta di cremazioni”. La presenza “presso la camera mortuaria del cimitero Flaminio di circa 950 salme e 250 resti in attesa di cremazione”.  Argomenta così Ama Cimiteri Capitolini – la branca della municipalizzata che si occupa delle tumulazioni e delle cremazioni – in una comunicazione dal titolo esplicativo (e un tantino allarmante) “Picco di mortalità” inviata alle agenzie funebri di Roma,il fatto che dal 2 novembre non sarà più possibile “recapitare” (è scritto proprio così) salme al cimitero Flaminio per la cremazione. Continue reading

MUNICIPIO: QUANDO IL BIOPARCO SI CHIAMAVA ZOO

zoo 1zoo 2Le fotografie scattate sino agli anni Sessanta nel Giardino Zoologico di Roma, oggi Bioparco, testimoniano l’insolita tradizione di ritrarre i bambini assieme agli animali, fuori delle gabbie. Alcuni piccoli elefanti figurano nell’Album di Roma: zoo 3zoo 4l’elefantina Roma, la prima nata in cattività nello zoo dalla coppia Romeo e Giulietta, viene accarezzata da Giorgio Persichelli nel 1948. Minette tiene il padiglione auricolare di un altro piccolo elefante nel 1950; accanto a lei vigila un guardiano; sul terreno si osserva una palla. Dei primi elefanti nati ‘in cattività’ nel Giardino zoologico, Roma e Remo, ma anche di M’Toto, elefante pluriomicida, scriverà Luigi Ceccarelli in Gente a Roma : personaggi della vita quotidiana del Novecento, Roma, Rendina, 2004. L’elefantina Roma, a soli due anni, sarà  la protagonista del film Buongiorno elefante!, diretto da Gianni Franciolini con la sceneggiatura di Cesare Zavattini. Fonte:Album di Roma

LA SAPIENZA: SCOPERTO IL MECCANISMO D’AZIONE DEL COVID

COVIDScoperto il meccanismo d’azione del SarsCov2, noto come coronavirus, con la “catena” di reazioni che porta ai gravi danni sull’organismo. È questo il risultato raggiunto all’Università Sapienza di Roma da Francesco Violi, docente ordinario di Medicina interna e direttore della prima Clinica medica del Policlinico Umberto I. Lo studio, condotto su 182 pazienti, ha visto la collaborazione di Claudio Maria Mastroianni e Francesco Pugliese dello stesso Policlinico ed è in corso di pubblicazione sulla rivista scientifica Redox Biology.

NEL 1966 SI INIZIAVA A COSTRUIRE LA SCUOLA DI VIA S. MARIA GORETTI

via tigrèVia di Santa Maria Goretti, incrocio con via Tigrè, foto dall’alto dello sbanco per la costruzione della scuola. Siamo nell’autunno del 1966. L’immagine, tratta da Roma Sparita è di Mario Mazzei. Il plesso S. Maria Goretti fino al 31 agosto 2012  ha fatto parte del 63° Circolo Didattico Ugo Bartolomei, successivamente soppresso. È stato costruito intorno agli anni ’70 a seguito dell’aumento PLESSO SANTA MARIA GORETTIdemografico e dell’espansione del quartiere Africano e affiancato al plesso di via Asmara, nato nei primi anni del Novecento nel contesto del quartiere Trieste. Dall’anno scolastico 2012/2013 la sede di via S. Maria Goretti 43 è entrata a far parte dell’Istituto Comprensivo via Volsinio insieme alla Scuola Primaria Giuseppe Mazzini e alla Scuola Secondaria di I grado Esopo. Nel plesso sono presenti 3 sezioni di Scuola Primaria, sia a tempo pieno che a tempo lungo e 2 sezioni di Scuola Secondaria. Nello stesso edificio sono presenti sezioni di scuola materna comunale.

IERI SCONTRI A SAN LORENZO TRA POLIZIA E MANIFESTANTI

SCONTRIDisordini ieri in serata, quando i partecipanti al corteo dei movimenti “Tu ci chiudi, tu ci paghi”, composto da studenti, precari, disoccupati, sindacati, hanno lanciato fumogeni e petardi verso il cordone delle forze dell’ordine schierato nei pressi dell’università La Sapienza in tenuta anti sommossa. In piazza bandiere di Usb, Pci e Potere al Popolo. Dopo gli scontri, gli organizzatori al megafono hanno chiesto di “ricompattare il corteo, le cariche sono finite”. A quanto riferito dai manifestanti, una persona sarebbe rimasta ferita. Un secondo spezzone del corteo era rimasto indietro e ha raggiunto gli altri manifestanti diretti verso il quartiere San Lorenzo. Alcuni dei partecipanti sono scesi in piazza a volto coperto e indossando cappucci, mentre altri con mascherine nere o sciarpe.

CHIUDE I BATTENTI IL NEGOZIO “PRIMADONNA” A VIA SALARIA

il negozio di via salariaLa crisi scatenata dal Coronavirus continua a mietere vittime nel Trieste-Salario. Da quando è iniziata la pandemia, infatti, sono diverse le botteghe storiche costrette ad abbassare per sempre la saracinesca. L’ultima, in ordine temporale, è Primadonna, che vende calzature artigianali per donne a via Salaria 137 dal 1989. Sabato 31 ottobre è stato l’ultimo giorno di lavoro. “Non siamo più in grado di sostenere le spese d’affitto, anche a causa di questa crisi scatenata dal virus”, ha spiegato la titolare, Marinella De Angelis.

NUOVO RETTORE DELLA SAPIENZA: TRE IN CORSA (ANCHE UNA DONNA)

la-sapienza[1]Una donna in corsa per il Rettorato della Sapienza: la più grande università d’Europa potrebbe quindi avere la sua prima rettrice della storia. Sono tre i candidati che si contenderanno il titolo di Magnifico andando ai voti a partire dal 10 novembre prossimo. E quest’anno, dalle urne, potrebbe arrivare la preferenza in rosa: uno dei candidati è infatti la professoressa Antonella Polimeni, attuale preside della facoltà di medicina e chirurgia. E la sua provenienza potrebbe essere la sua forza, proprio come è stato per il rettore uscente Eugenio Gaudio e per il precedente rettore Luigi Frati. Medicina, alla Sapienza, rappresenta indubbiamente una solida base: potrebbe realmente trasformare la sua candidatura in un successo. Continue reading

AUDITORIUM, “ROMAEUROPA FESTIVAL 2020” FINO AL 15 NOVEMBRE

“Romaeuropa Festival 2020”Fino al 15 novembre, all’Auditorium, il “Romaeuropa Festival 2020”. Nato nel 1986, il Romaeuropa Festival presenta al pubblico il meglio della creazione artistica contemporanea e vanta un pubblico di fedelissimi a cui si aggiungono ogni anno nuovi spettatori. Una platea composita, come composita è l’offerta culturale del festival all’insegna dello scambio, del connubio e dell’intreccio, tra culture e codici espressivi. La trentacinquesima edizione del festival attraverserà, ancora una volta, le geografie del nostro presente attraverso lo sguardo dei più grandi artisti internazionali.