ADOTTA UN RISTORANTE ORDINANDO UNA CENA A DOMICILIO

settecereali 1Adotta un ristorante: parte dai social la campagna contro la crisi della ristorazione. L’iniziativa di sensibilizzazione è stata lanciata da un locale della Capitale. Si chiama #adottaunristorante ed è l’hashtag lanciato da un locale della Capitale in seguito alle misure di contenimento del virus previste nell’ultimo Dpcm che prevede la chiusura totale di bar, locali e ristoranti alle 18. “Così come noi – si legge nel post – tanti altri ristoratori in tutta Italia stanno soffrendo a causa del covid. Ecco perché se volete aiutare a far sopravvivere la nostra categoria, sostenetela: ordinate a domicilio una cena dal vostro locale preferito così, quando tutto questo sarà finito, potrete finalmente tornarci a cena!”, con l’hashtag #adottaunristorante. Continue reading

COVID: VIALE SOMALIA, LA LIBRERIA ELI RINVIA DUE EVENTI

eliRinviata la presentazione del saggio “Le Dodici Stelle di Shakespeare” di Enrico Petronio (Emersioni) in programma martedì 27 ottobre, come pure quella de  “La storia della disco music” di Andrea Angeli Bufalini e Giovanni Savastano (Hoepli) in programma mercoledì 4 novembre presso la libreria Eli di viale Somalia.

POLICLINICO UMBERTO: IN TERAPIA INTENSIVA ANCHE I GIOVANI

POLICLINICO UMBERTO ISono 222.241 i positivi al Covid in Italia secondo l’ultimo bollettino del 25 ottobre. Di questi, secondo i dati del ministero della Salute, 12.006 sono ricoverati nei reparti ordinari, altri 1.208 sono nelle terapie intensive mentre 209.027 sono in isolamento domiciliare. Numeri che salgono, ma come valutare il numero crescente dei ricoveri in terapia intensiva e subintensiva, termometro della virulenza del Covid? Qual e’ inoltre la situazione attuale in uno dei piu’ grandi ospedali romani? L’agenzia di stampa Dire per fare il punto ha intervistato il professor Francesco Pugliese, Direttore del Dipartimento di Emergenza, Accettazione, Anestesia ed Aree Critiche del Policlinico Umberto I di Roma e Professore in Anestesia e Rianimazione presso l’Università Sapienza di Roma. Continue reading

INCIDENTE MORTALE SULLA NOMENTANA: I PRIMI INDAGATI

5542293_2257_incidente_corso_triesteCi sono i primi iscritti nel registro degli indagati per l’incidente che, venerdì sera, sulla via Nomentana a Roma all’incrocio con Corso Trieste, è costato la vita a Serena Greco, 38 anni, mamma di due bambini piccoli e impiegata in un Caf di Montesacro. La giovane donna era a bordo del suo Liberty 125 quando, per cause ancora da accertare, ha impattato con un Tmax che viaggiava sulla sua stessa corsia, fino a essere travolta e a schiantarsi sull’asfalto. Secondo il pm Gennaro Varone, in base alle prime dettagliate informative degli agenti della Polizia locale del II Grupppo Parioli, avrebbero quantomeno avuto un ruolo di corresponsabilità nel drammatico incidente, lo stesso centauro, C. L., 31 anni, rimasto ferito nell’impatto, e l’ucraino di 35, anni, S. C., che era alla guida di una Mercedes grigia scappata via subito dopo l’incidente e rintracciata successivamente dai caschi bianchi. Fonte: il Messaggero

QUEL FILM DI RISI, CON UGO TOGNAZZI, GIRATO A VIA BRESCIA

in-nome-del-popolo-italianoA trent’anni dalla scomparsa di Ugo Tognazzi (27 ottobre  del 1990), vogliamo ricordare il film di Dino Risi “In nome del popolo italiano”, graffiante affresco della giustizia italiana di parecchi anni fa (è del 1971), con Ugo Tognazzi e Vittorio Gassman come protagonisti. Intanto diciamo che il film è attuale come in-nome-del-popolo-italiano-3non mai: nulla è cambiato in cinquant’anni. Poi, vogliamo segnalare che alcune scene furono girate nell’allora ristorante di via Brescia, con i suoi caratteristici interni in legno, dove il magistrato Mariano Bonifazi (Ugo Tognazzi) va a mangiare.

E TOGNAZZI CI LASCIAVA IL 27 OTTOBRE DEL 1990: È AL VERANO

tomba ugo tognazziUgo Tognazzi è considerato uno dei “mattatori” della commedia all’italiana con Alberto Sordi, Vittorio Gassman e Nino Manfredi, un quartetto al quale è generalmente accostato anche Marcello Mastroianni. Il 27 ottobre 1990 muore improvvisamente nel sonno a Roma a 68 anni, a causa di un’emorragia cerebrale. È sepolto al Cimitero monumentale del Verano.