POLICLINICO: PRONTO SOCCORSO, MEDICI E INFERMIERI CONTAGIATI

POLICLINICOMedici e infermieri del pronto soccorso positivi al Covid e reparti sovraffolati: è allarme al policlinco Umberto I ma anche in provincia: l’Asl Rm 5 ha bloccato le degenze ordinarie e gli interventi programmati in tutte le strutture che servono ben 76 Comuni dell’hinterland.
Il policlinico Umberto I era già in sovraccarico di pazienti positivi – ieri ancora 50 in attesa di ricovero – ma ora accusa un colpo durissimo. Con i numeri dei sanitari positivi in crescita costante: 13 del pronto soccorso sono risultati contagiati negli ultimi due giorni. A cui si sommano i 30 degli altri reparti. Continue reading

VILLA GIULIA: MUSEO ETRUSCO, STASERA APERTURA (H. 20/24)

MUSEO ETRUSCOStasera torna l’apertura serale straordinaria al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia dalle ore 20 alle 24, al costo eccezionale di 5 euro. Questo sabato vi terremo compagnia con approfondimenti sulle collezioni, curiosità e aneddoti sugli Etruschi, racconti della Villa di papa Giulio III. Venite a trascorrere le serate da noi a Villa Giulia.
Il biglietto è acquistabile presso la biglietteria del Museo. Ultimo ingresso alle ore 23.
Per conoscere le iniziative culturali della serata consultate il sito www.museoetru.it

E DOMANI, A VILLA GIULIA, CONCERTO DI MUSICA CLASSICA

FARINELLIA Villa Giulia, domenica 18 ottobre ore 17, concerto “Mito, Storia & sogno di Farinelli.3″ a cura di MusicaImmagine. Antonio Giovannini contraltista, Ensemble Seicentonovecento | Flavio Colusso direttore al cembalo. Musiche di Riccardo Broschi, Johann Adolf Hasse, José de Herrando, Nicola Antonio Porpora. Prenotazione obbligatoria biglietti +39 328 6294500 Email: info@musicaimmagine.it. Biglietto concerto €20,00 (comprensivo di €4 per biglietto di ingresso ai giardini). Posti limitati nel rispetto delle norme anticovid-19.

MUNICIPIO: DOMANI “IL TUO QUARTIERE NON È UNA DISCARICA”

raccolta_rifiutiDomani nei municipi pari, e quindi anche nel nostro, torna l’iniziativa “Il tuo quartiere non è una discarica”. Nonostante l’emergenza Covid19, dalle ore 8 alle ore 13, Ama metterà a disposizione dei cittadini complessivamente 9 ecostazioni mobili allestite per l’occasione e garantirà l’apertura dei seguenti Centri di Raccolta fissi: Acqua Acetosa (Municipio II), Bufalotta (Municipio III), Ponte Mammolo (Municipio IV), via Teano (Municipio V), piazza Bottero (Municipio X), via Arturo Martini (Municipio XI), via Mattia Battistini (Municipio XIV). Continue reading

“CANTIERE ITALIA”, APPUNTAMENTO IL 4 DICEMBRE ALL’AUDITORIUM

ROMANA LIUZZOÈ tempo di avviare il “cantiere Italia” di idee, di progetti, poi una macchina del fare, a pieno regime. Primo appuntamento il 4 dicembre all’Auditorium Parco della Musica a Roma. Protagonisti del progetto saranno Carlo Bonomi, Ornella Barra, Aldo Bisio,  Urbano Cairo, Fedele Confalonieri, Brunello Cucinelli  Giampiero Massolo, Carlo Messina, Fabrizio Palermo, Francesco Starace. Romana Liuzzo, presidente della Fondazione Guido Carli, racconta  l’iniziativa: “Mai avremmo immaginato di scoprirci così vulnerabili. Ma non avremmo mai potuto sperare di scoprirci al contempo più determinati, resistenti, ostinati di fronte all’emergenza: la più grave crisi sanitaria, economica e dunque sociale del Dopoguerra. Continue reading

TIBURTINA: BOCCIATO IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEI RESIDENTI

piazzale-stazione-tiburtina-proposta-cittadini“La Sindaca Raggi e la sua maggioranza iniziano la campagna elettorale per le prossime amministrative chiudendo la porta in faccia ai cittadini”. È duro il commento del Comitato Cittadini Stazione Tiburtina al termine dell’Assemblea Capitolina che ha visto la bocciatura della proposta di iniziativa popolare per la riqualificazione della zona, dopo vent’anni di promesse, finalmente liberata dalla Tangenziale Est. Si perché dopo anni di battaglie contro la sopraelevata, piloni di cemento, buio e degrado i residenti La stazione Tiburtina senza la tangenziale, il nuovo volto del piazzaleimmaginavano la rinascita del loro quartiere in una versione più verde e ciclabile. Nell’idea dei comitati e delle associazioni che hanno curato il progetto, circonvallazione Nomentana sarebbe dovuta diventare una strada ad una corsia per senso di marcia con accanto un parco lineare da stazione Tiburtina a via Nomentana, ai lati parcheggi e una pista ciclabile. “Un anello verde di 5-6 chilometri, in cui si può girare senza incrociare strade e auto. Vogliamo che la trasformazione urbana della nostra zona renda ai cittadini quel che toglie” – aveva detto l’architetto Ettore Pellegrini. Ma non solo, dopo l’abbattimento della Tangenziale Est, Tiburtina sognava un bosco urbano davanti alla stazione e una passeggiata architettonica. Continue reading

FESTA DEL CINEMA: GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

TOTTIFesta del Cinema. Tra gli appuntamenti di sabato 17, spiccano la proiezione di “Mi chiamo Francesco Totti” (docufilm di Alex Infascelli) e la conversazione tra Stephen King e Michela Murgia. Domenica 18 da non perdere l’omaggio a Federico Fellini con i lungometraggi “La Fellinette” di Francesca Fabbri Fellini, nipote del regista, e “Fellinopolis” di Silvia Giulietti. Auditorium e luoghi vari della città, tel. 06-40401900.

ROMA: SMART WORKING E DIDATTICA A DISTANZA, PROSSIME MISURE

decreto ospedali ZINGARETTIIl Lazio attenderà la riunione delle Regioni con il governo, in programma oggi. Ma ha già predisposto la stretta: si procede verso la didattica a distanza, un potenziamento dello smart working. La curva dei contagi è in continua salita, così come la preoccupazione della Pisana. Così il presidente Nicola Zingaretti e l’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato, venerdì pomeriggio hanno tracciato la road map per i prossimi giorni: se palazzo Chigi non disporrà misure più restrittive, la Regione interverrà autonomamente su scuola, università e impiego pubblico.

QUEL DELITTO DI VIA LIVORNO: ERA IL 17 OTTOBRE DEL 1996

dante-cappellettiIl 17 ottobre del 1996 veniva strangolato con il filo del telefono, nel suo appartamento di via Livorno, Dante Cappelletti, 50 anni, docente universitario e critico teatrale per il quotidiano “il Tempo”. Dell’omicidio sarebbe stato imputato tre anni più tardi il prostituto egiziano Abram Abdalmad, che aveva anche svaligiato l’appartamento. Alla memoria del critico è stato istituito il Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche “Dante Cappelletti”. A patrocinare l’iniziativa, l’associazione culturale Tuttoteatro.com, con la direzione di Mariateresa Surianello, per sostenere progetti di spettacolo ancora inediti, e comunque mai allestiti in forma scenica.

SI TIENE IN MODO VIRTUALE LA PROSSIMA ASSEMBLEA DI AMUSE

amuseConvocazione dell’assemblea ordinaria di Amuse che si terrà, in prima convocazione, il 26 ottobre e, in seconda convocazione, il 27 ottobre 2020, alle ore 17, con il seguente ordine del giorno: presentazione e approvazione bilancio consuntivo 2019, varie e eventuali. Quest’anno l’assemblea ha subìto un inevitabile ritardo.  E non solo: data la situazione attuale, si dovrà svolgere in modo virtuale. La riunione si terrà quindi in teleconferenza utilizzando la piattaforma Zoom.

QUANDO LUCHINO VISCONTI VIVEVA IN VIA SALARIA

VILLA VISCONTIVilla Visconti è una costruzione rossa lungo la via Salaria, di fronte all’ingresso di Villa Ada detto dei Cavalli, tra la Palazzina Filomarino e via Nera dove ha il suo grazioso ingresso al civico 7. Sul muro della costruzione, poco visibile dall’esterno una lapide coperta dalle fronde. Le parole che si riescono a leggere sono il papa Clemente Xiv Gangalandi e la data Anno Domini MDCCLXXII. Villa Visconti è una costruzione del Novecento dove, negli anni Venti, prende casa don Giuseppe Visconti di Modrone nominato Gentiluomo di Corte addetto alla persona della Regina Elena. Deve aiutare la sovrana di origine montenegrina a svolgere conversazioni erudite in italiano, anche se la continua frequentazione non manca di suscitare pettegolezzi nel bel mondo romano fino a presumere apertamente una relazione affettiva tra i due alti personaggi. In questa casa, nel 1939, viene a vivere Luchino Visconti, quartogenito di don Giuseppe, che, nel 1942, mette in cantiere il suo primo film: Ossessione, ispirato al romanzo Il postino suona VISCONTI NELLA CASA DI VIA SALARIAsempre due volte. Protagonisti sono Clara Calamai, che sostituisce all’ultimo momento Anna Magnani costretta ad abbandonare il progetto perché in stato di avanzata gravidanza, e Massimo Girotti. È la prima pellicola neorealista. Dopo l’armistizio, Visconti collabora con la Resistenza, si da alla latitanza, e chiede all’attrice Maria Denis, con la quale ha una relazione, a offrire ospitalità nella sua villa a tutti gli antifascisti che si presentavano con la parola d’ordine «per conto di chi sai tu». Questa villa così diviene il rifugio di tantissimi clandestini. Tutte le finestre sono sbarrate ed oscurate, in modo che dall’esterno la casa risulta disabitata, mentre all’interno è una specie di dormitorio, mensa e ufficio, i cui occupanti entravano e uscivano solo di notte. In quegli anni sono “ospiti” di Villa Visconti tra gli altri, Guttuso, Lizzani, Amendola, Longo. Il maggiordomo Sisinnio Mocci, impegnato nella lotta clandestina contro l’occupazione nazifascista di Roma, è arrestato nella villa e trucidato alle Fosse Ardeatine. Luchino è catturato nel ’44 e tenuto prigioniero per alcuni giorni dalla famigerata Banda Koch. Si salva dalla fucilazione solo grazie all’intervento di Maria Denis, che intercede per lui presso Pietro Koch, probabilmente innamorato di lei. Continue reading

CASA DEL CINEMA: IN MOSTRA “FELLINI TRA TAVOLA E CUCINA”

Amarcord-ph-Pierluigi-Centro-Cinema-Città-di-Cesena-374x300Alla Casa del Cinema, “Fellini tra tavola e cucina, ricordando l’Artusi”, mostra a cura di Antonio Maraldi. Da 14 ottobre al 29 novembre, orari: lunedi – venerdi 16 – 20 /sabato e domenica anche la mattina 10 – 13. Due anniversari di romagnoli illustri come Federico Fellini (centenario della nascita) e Pellegrino Artusi (bicentenario della nascita), accomunati nel saporito binomio cinema e cibo; il primo tra i maggiori 8-1-2-ph-Paul-Ronald-Collezione-Maraldi-300x300registi della storia del cinema e il secondo, gastronomo e scrittore, autore del celebre libro di ricette La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene (1891).  Un omaggio reso con una esposizione di foto inerenti a scene culinarie e conviviali, tratte dai film del Maestro. Immagini che documentano comparse e protagonisti raccolti attorno a tavole imbandite (matrimoni, feste), a più circoscritti deschi familiari o a mangiate solitarie. Non mancano foto di backstage sulle pause Giulietta-degli-spiriti-ph-GB-Poletto-Centro-Sperimentale-di-Cinematografia-450x300mangerecce delle troupe e del regista e di  celebri spot diretti da Fellini. Il percorso alimentare felliniano è testimoniato a partire da I vitelloni (1953) fino a Ginger e Fred (1986), toccando, tra gli altri, riconosciuti capolavori, come La strada (1954), La dolce vita (1960), 8 ½  (1963) e  Amarcord (1973). La documentazione fotografica è frutto La-strada-ph-A.-Piatti-Cinemazero-398x300del lavoro di alcuni dei maggiori fotografi di scena del cinema italiano e proviene da archivi pubblici e collezioni private. Ad arricchire la mostra, anche foto a documentazione degli spot girati da Fellini per Barilla (Alta società – Rigatoni) e per  la Banca di Roma. Aggiungiamo noi che Fellini si recava a mangiare ogni tanto al ristorante di via Ancona, che poi ha cambiato più volte gestione e che ora è chiuso.