“SETTECEREALI”, RISTORANTE TUTTO BIO A VIA ISONZO

Logo-settecerealiALESSANDRO SALARIS CHEF A via Isonzo 16, da qualche tempo, c’è Settecereali, un nuovo locale completamente “bio”. E questa particolarità fa sì gli affezionati del genere, ma anche gli avventori curiosi di novità e prelibatezze culinarie, stiano frequentando sempre più spesso il ristorante. Ecco la proposta gastronomica: per il pranzo, bio street food: pizza ai 7cereali al taglio o al piatto, pizzburgher, supplì, arancini di selvaggina, fritti di verdure, LO STAFFvellutate,  zuppe, legumi e verdure di stagione, insalate da comporre secondo i propri gusti. Per la cena, il bio gourmet secondo la stagionalità della migliore materia prima biologica e su ispirazione dello chef: Pasta fresca realizzata con farina ovviamente bio, pizza al tavolo, carni pregiate, cereali, legumi, ortaggi rigorosamente di stagione; al bar: estratti e caffé bio. Orari di apertura: lunedì: solo prenotazione; martedì  – sabato: 10:30 – 23:00; domenica : 19:00 – 23:00. Telefono: 06.47547700 – email: info@7cereali.net

METRO B: VERSO LA CHIUSURA CASTRO PRETORIO E POLICLINICO

METRO B CASTRO PRETORIOSi preparano a chiudere “per alcuni mesi” due stazioni della metro. Si tratta di due fermate della linea B della metropolitana: Castro Pretorio, dal 5 ottobre, e Policlinico, dal 29 novembre. Motivo? La sostituzione trentennale degli impianti, scale mobili, ascensori e tappeti mobili. Un lavoro ancora più importante della revisione che aveva coinvolto le fermate della metro A Baldo degli Ubaldi e Cornelia: qui si tratta di rimuovere un impianto e di sostituirlo con uno nuovo. Atac precisa che nei prossimi giorni si saprà per quanto le stazioni rimarranno off-limits, ma i lavori non sono certo facili e potrebbero anche andare avanti per mesi. Nel complesso, su tutta la linea B saranno sostituiti 48 impianti, ma per le altre stazioni non ci sarà bisogno dell’interdizione totale agli METRO POLICLINICOutenti. A fine lavori,  si avranno “impianti di ultima generazione nelle stazioni della metro B interessate dagli interventi, con evidente giovamento per il servizio e per i viaggiatori”, scrive Atac in una nota. I lavori sono stati già avviati e la ditta incaricata ha già cominciato le operazioni nelle stazioni di Bologna, Tiburtina, Monti Tiburtini, Quintiliani e Santa Maria del Soccorso. L’arrivo a Castro Pretorio è imminente: qui, come anche a Policlinico, “le strutture degli impianti — precisano dall’agenzia capitolina dei trasporti pubblici — sono differenti rispetto a quelle delle altre stazioni e, secondo la normativa vigente sugli esodi di sicurezza, necessitano di chiusura di alcuni mesi per consentire smontaggio, rimontaggio e collaudi in ogni elemento”. Continue reading

MOVIDA E VIOLAZIONI: L’AZIONE DI CONTROLLO DEL MUNICIPIO II

MUNICIPIO IIScrive l’assessore municipale Valerio Casini: “Con la presidente Francesca Del Bello e il Consiglio municipale stiamo lavorando per trovare soluzioni ad alcune specifiche situazioni. Giovedì si è riunito l’Osservatorio sulla sicurezza con le forze dell’ordine e la polizia locale. Nel corso della riunione abbiamo affrontato del belloalcune questioni che riguardano la movida e ieri il Municipio Roma II, grazie al lavoro sinergico dei nostri Uffici con i militari della Compagnia dei Carabinieri Roma Parioli, ha sospeso l’esercizio dell’attività per 15 giorni ad un negozio di vicinato (mini market) presso via E. Monaci (zona Piazza Bologna). Il provvedimento è stato emanato per aver commesso la reiterata violazione dell’art. 28 del Regolamento di Polizia Urbana (vendita di bevande alcoliche dopo le ore 22) e nella serata di venerdì è stato notificato, procedendo alla chiusura. assessore alle Attività Produttive del Municipio II Valerio CasiniRicordo che gli esercizi di vendita al dettaglio devono rispettare il Regolamento di polizia urbana che recita all’art.28: dalle ore 22 alle ore 7 è vietata la vendita di bevande alcoliche e superalcoliche da parte di chiunque risulti autorizzato – a vario titolo – alla vendita al dettaglio, per asporto, nonché attraverso distributori automatici e presso attività di somministrazione di alimenti e bevande. Insieme alle Forze dell’Ordine e alla Polizia Locale continueremo con il lavoro di controllo sul territorio, con particolare attenzione per quelle attività che, non rispettando le norme, danneggiano le imprese e i locali virtuosi che stanno lentamente ripartendo in questo momento di crisi.

MAXXI: LO SGUARDO “ECOLOGICO” DI FILIPPO ANDREATTA

maxxiOggi e domani al Maxxi la performance “Oht/Office for a Human Theatre. Rompere il ghiaccio”. Sala Carlo Scarpa, doppia replica ore 17 + ore 18:30, al costo di 5 euro. Lo sguardo “ecologico” di Filippo Andreatta si concentra sul ghiacciaio Gräfferner, per approfondire il legame tra il paesaggio, gli elementi naturali che lo compongono e la condizione umana. Il ghiacciaio Gräfferner è la linea di demarcazione tra Italia ed Austria e confine in lento movimento per via del graduale scioglimento del ghiacciaio stesso. Qui, nell’area transfrontaliera del Trentino-Alto Adige, si disegnano altri confini, questa volta politici, culturali e romantici all’interno dei quali s’inscrivono le storie di chi abita il territorio e di chi sceglie di oltrepassarne le frontiere. Insieme al musicista Davide Tomat e alla performer Magdalena Mitterhofer, Andreatta percorre la storia d’amore tra i suoi nonni Elsa ed Enrico, separati dall’isolamento del confino fascista e, affiancandola simbolicamente allo scioglimento del Gräfferner, ci mostra la natura labile, cangiante, imperitura di ogni idea di confine.

CORONAVIRUS: IN AUMENTO I CONTAGI NEL QUARTIERE TRIESTE

mappa covid-2Dal 31 agosto al 28 settembre, nei tre quartieri che hanno registrare più casi di coronavirus a Roma, i contagi sono aumentati di 1404 unità contro i 663 contagi in più che si erano fatti registrare dal 27 luglio al 31 agosto. E se ad agosto i quartieri con oltre 100 casi erano appena sei, ora se ne contano ventitré. Nel nostro municipio a luglio non si registrava nessun dato e da agosto a settembre i contagi nel quartiere Trieste sono passati da 108 a 144.

MASCHERINE ALL’APERTO E VACCINO PER INFLUENZA IN FARMACIA

MASCHERINAObbligatorio l’uso della mascherina all’aperto nel Lazio. Lo prevede un’ordinanza della Regione Lazio, firmata oggi dal presidente Nicola Zingaretti, in vigore dal 3 ottobre. Dal provvedimento sono esclusi “i minori sotto i sei anni, chi ha incompatibilità con uso mascherine e chi svolge attività motoria”. Per ora non sono previste chiusure anticipate di bar e locali. Novità anche sul fronte del vaccino antinfluenzale.  “Mettiamo a disposizione delle farmacie del Lazio 100mila dosi di vaccino antinfluenzale che è il numero più alto in Italia. Le farmacie non solo  potranno venderlo al cittadino. Alcune che hanno i requisiti tecnici, ovvero locali idonei, attrezzature e personale, possono somministrarlo anche ai cittadini. Il numero che ci hanno indicato è di circa 400 farmacie nel territorio in grado di adempiere a queste attività, avendo anche svolto corsi specifici. Con questa modalità il Lazio si avvicina all’Europa dove è già diffusa”. Lo ha spiegato l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. “Non è una costrizione, ma una opportunità che viene data nel rispetto dei protocolli clinici”, ha aggiunto D’Amato. Le fasce di età per la vaccinazione gratuita possono prenotarsi presso il pediatra di libera scelta (6 mesi – 6 anni) o il medico di medicina generale (over 60). Mentre proprio oggi il Tar ha annullato l’ordinanza regionale dello scorso aprile, che obbligava al vaccino tutti gli over 65 anni. Fonte: la Repubblica

PER IL NUOVO “MISSION IMPOSSIBLE 7″ SET AL POLICLINICO

policlinicoPrima i camion, poi la troupe e quindi gli attori. Mission Impossible 7, ultimo episodio della serie action interpretata da Tom Cruise, sbarca al Policlinico. Così uno degli Hub per il contrasto al Covid-19 finisce per ospitare anche una produzione hollywoodiana. Una novità che scatena le polemiche dei lavoratori: quando hanno visto entrare in ospedale i tir con tutto il necessario per allestire il set, i sindacalisti dell’Umberto I non ci hanno visto più. “Oggi qui sono ricoverati circa 110 contagiati dal coronavirus e 15 pazienti in terapia intensiva. Manca il personale che solo ieri è stato richiesto alla Regione e in questo clima, a ridosso dell’entrata in vigore dell’ordinanza sull’obbligo di indossare le mascherine, si fa stazionare accanto all’entrata del pronto soccorso i mezzi delle maestranze del cinema. Con quale sicurezza? Continue reading