OGGI E DOMANI, ASCANIO CELESTINI ALLA CAVEA DELL’AUDITORIUM

222_mu_celestiniOggi e domani alle 21, Cavea dell’Auditorium, Ascanio Celestini. Dopo il successo di Barzellette, Celestini torna al Romaeuropa Festival in un confronto con Tonino Battista e il Pmce Parco della Musica Contemporanea Ensemble. Loro l’idea di portare in scena Pierino e il lupo di Prokof’ev e Pulcinella di Stravinskij per dare vita a un confronto tra tradizione musicale e tradizione popolare. Narrazione e musica si fondono in uno spettacolo in cui le due storiche composizioni divengono strumento per indagare con ironia gli archetipi sottesi ai personaggi che le abitano.

VIA OMBRONE, PERSONALE DI GIUSY LAURIOLA A SPAZIOCIMA

Perimetro Infinito N. 2 acrilico bitume e resina su tela 100x100 2020Una inedita speranza illumina i nuovi lavori di Giusy Lauriola, che trasudano un sentimento riappropriato, tradotto in atmosfere che ci parlano di convivialità, amicizia e passione. Vediamo qui affiorare volti vicini di un uomo e di una donna, oppure profili femminili immortalati in un’aurea di metafisica sintonia. La vicinanza delle anime sensibili si impone come antidoto al veleno della deriva individualista del mondo di oggi. Le opere, sospese tra reale e etereo, di Giusy Lauriola Perimetro Infinito N. 5 acrilico bitume e resina su tela 100x100 2020saranno le protagoniste della mostra di riapertura post lockdown di Galleria SpazioCima, sita in via Ombrone 9. La personale – che si intitola Perimentro Infinito –  inaugurerà mercoledì 30 settembre (vernissage ore 17) e proseguirà sino a venerdì 30 ottobre. La mostra, curata e organizzata da Roberta Cima, è a ingresso libero, visitabile da lunedì a giovedì, dalle 15:30 alle 19. Testo critico di Carlo Ercoli. Circa venti le opere in esposizione, acrilici e resina su tela di vari formati. Tra pennellate morbide e tratti Perimetro Infinito N. 9 acrilico bitume e resina su tela 100x100 2020decisi, Giusy racconta frammenti di sentimenti e di passioni, che non hanno un inizio né una fine. Che accennano, ma che non confermano. Flash di vita e di feeling su cui l’osservatore cuce il proprio vissuto, le proprie speranze e paure, creando un trait d’union con la visione appositamente frammentata di Lauriola. Scene d’amore consumato o ancora inespresso, all’interno di un bar o di un incontro casalingo, innaffiato da vino, sgabelli e Perimetro Infinito N. 10 acrilico bitume e resina su tela 150x100 2020quanto di rosso l’artista ha voluto rappresentare. Cromie che si ripetono, quelle gialle e blu, linee che si alternano, tra curve di corpi e confini quasi temporali. A fare da sfondo tele vissute, stratificate, quasi come un muro consumato dal tempo.

ESTATE AL MAXXI: SI PARLA DI VIRUS E CAPITALISMO

donatella_di_cesare_virus_sovrano_estate_al_maxxiMercoledì 30 settembre, ore 19, per la rassegna Estate al Maxxi. Libri, “Virus sovrano? L’asfissia capitalistica” di Donatella Di Cesare. Auditorium del Maxxi,  ingresso libero fino a esaurimento posti. Il virus ha messo allo scoperto la spietatezza del capitalismo e mostra l’impossibilità di salvarsi, se non con l’aiuto reciproco, costringendo a pensare un nuovo modo di coabitare. Un quadro suggestivo dell’evento epocale che ha già segnato il ventunesimo secolo. Dalla questione ecologica al governo degli esperti, dallo stato d’eccezione alla democrazia immunitaria, dal dominio della paura al contagio del complotto, dalla distanza imposta al controllo digitale: come sta già cambiando l’esistenza, quali potranno essere gli effetti politici nel futuro. Il coronavirus è un virus sovrano che aggira i muri patriottici, le boriose frontiere dei sovranisti. E rivela in tutta la sua terribile crudezza la logica immunitaria che esclude i più deboli. La disparità tra protetti e indifesi, che sfida ogni idea di giustizia, non è mai stata così sfrontata. Introduce e modera Pietro Barrera,  segretario generale Fondazione Maxxi.

PORTA SALARIA NELL’ANNO 1871

PORTA SALARIA 1871

Quella che oggi è piazza Fiume una volta aveva un ingresso chiamato Porta Salaria, di cui resta sull’asfalto una scritta alla memoria. Nel 1871, un anno dopo la Breccia di Porta Pia, era ancora così ridotta, con le macerie dovute al bombardamento effettuato per entrare nella Roma pontificia.

VIA APUANIA: IL PERICOLO È IL NOSTRO MESTIERE, DICE CHI CI ABITA

VIA APUANIAIn tanti (Dona, Luca) scrivono che via Apuania è davvero molto pericolosa la sera quando fa buio. Molto spesso manca l’illuminazione, i marciapiedi sono tutti sconnessi e da rifare, occorre girare con la torcia per poter vedere dove mettere i piedi. Non ci sono insegne luminose, ad eccezione di un tabaccaio e di un bar. Possibile che non si possa renderla più sicura e percorribile? È così da anni. Gente che spesso cade, scippi, furti di auto, è un gioco da ragazzi per i malviventi.

IL QUARTIERE TRIESTE-SALARIO AVRÀ UN SUO STEMMA UFFICIALE

LO STEMMA“La giuria è quasi pronta, mancano solo alcuni elementi ma ci siamo”. Si avvicina a grandi passi il 20 novembre, data della scadenza del bando che porterà alla nascita di uno stemma ufficiale del Trieste-Salario. Un momento importante per la nostra comunità, come afferma l’organizzatore Riccardo Leolini, presidente di SinergieSolidali, l’associazione di via Volsinio 21 che dal 2016 è il cuore aggregativo del nostro quartiere. “L’idea è nata dopo la presentazione del libro dedicato al quartiere di Fabrizio Gasparollo – racconta Leolini, uno dei 100 personaggi (+1) del volume di Typimedia “Trieste-Salario. Vite nel quartiere” -. Abbiamo scoperto che i rioni di Roma che sono all’interno delle mura, che sono 22, hanno uno stemma definito e riconosciuto dal Comune. Continue reading

E PIAZZA TRENTO SI TRASFORMA IN UN SALOTTO GRAZIE AI COMITATI

Piazza-TrentoDa alcuni giorni piazza Trento sembra un piccolo salotto. I volontari del Comitato piazza Caprera in questi mesi hanno lavorato a un progetto di riqualificazione dell’area, potendo contare su un fondo di 14.000 euro che nel 2018 si sono aggiudicati partecipando a un bando della Regione Lazio. L’iniziativa, promossa con la legge regionale numero 9 del 14 agosto 2017, Piazza-Trento-02-300x225prevedeva incentivi per la manutenzione di aree verdi da parte dei cittadini. Risultato? Una nuova pavimentazione al posto delle vecchie mattonelle rovinate intorno alle aiuole. “Prima di intervenire abbiamo chiesto la consulenza a un agronomo, così da fare un lavoro che rendesse sicura e decorosa l’area, ma permettesse anche alle radici degli alberi di respirare”, spiega Nicoletta Camboni, presidente dell’associazione di quartiere. Non solo: “Abbiamo posizionato quattro panchine e due bidoni della spazzatura nello spazio delimitato tra via Appennini, via Malta e corso Trieste e altre due panchine e un bidone nello spazio delimitato da via Ticino, via Postumia e corso Trieste”. Il progetto è stato portato avanti in sinergia con il II Municipio e il Servizio giardini. A breve seguirà la piantumazione di nuovi alberi in via Malta, in sostituzione di quelli morti. “Per sostenere l’intero progetto abbiamo integrato il fondo regionale con 2.000 euro dalle casse del comitato, e siamo certi che ne varrà la pena” – conclude Camboni. Fonte: Roma H24

CASA DEL CINEMA: 5/7 OTTOBRE, AQUA FILM FESTIVAL EDIZIONE 2020

LOGO AQUA FFSi terrà a Roma, presso la Casa del Cinema, dal 5 al 7 ottobre la quinta edizione di Aqua Film Festival, rassegna internazionale che vuole rappresentare, con lo strumento cinematografico e di documentazione, lo straordinario mondo dell’acqua nei suoi diversi valori e funzioni di utilizzo, per scoprire nuovi talenti cinematografici e nel campo dell’audiovisivo. Direttore Artistico e fondatrice del Festival è Eleonora Vallone – pittrice, stilista, autrice, attrice di cinema, televisione e teatro, giornalista ed esperta di metodologie salutistiche in acqua. Continue reading

STORIE EFFERATE NEL MUNICIPIO: QUELLA NOTTE DEL 1975 IN VIA POLA

ROSARIA LOPEZVIA POLAIl 29 settembre 1975, dopo il massacro avvenuto al Circeo per mano di Andrea Ghira, Gianni Guido e Angelo Izzo, il cadavere di Rosaria Lopez e Donatella Colasanti, che si era finta morta, furono lasciate dentro una 127 Fiat in via Pola, nel quartiere Trieste. Donatella Colasanti, sopravvissuta per miracolo e in preda a choc, approfittò dell’assenza dei Colasanti VIA POLAragazzi per richiamare l’attenzione gridando e venendo udita da un metronotte in servizio. Subito dopo la volante Cigno dei Carabinieri fece partire un messaggio-radio cifrato: “Cigno, cigno… c’è un gatto che miagola dentro una 127 in viale Pola…”.

MAXXI: ZUCCHI E GALLAVOTTI DIBATTONO SULL’ARCHITETTURA

MAXXIzucchi gaballottiAl Maxxi, giovedì 1 ottobre alle ore 16, per Change Festival, “Cino Zucchi e Barbara Gallavotti | L’architettura fondamentale”. Auditorium del Maxxi, ingresso libero fino a esaurimento posti. L’architettura affonda le sue origini nell’esigenza di offrire un riparo all’uomo. La forma si sviluppa a partire da questo bisogno primario, aggiungendo mano a mano messaggi e significati simbolici. Oggi la scienza ci dice che per preservare la nostra esistenza dobbiamo far sì che questo “riparo” comprenda anche azioni e dispositivi atti alla conservazione del pianeta e delle specie che lo abitano. Modera Manuel Orazi Accademia di Architettura di Mendrisio.

AUDITORIUM, LA NUOVA STAGIONE DEI CONCERTI

Antonio_PappanoLa Stagione Sinfonica partirà alla grande il 16 ottobre con Antonio Pappano che proporrà l’esecuzione del Te Deum di Bruckner e di Das Lied von der Erde di Mahler. Per la Stagione da Camera inizio l’11 ottobre con il pianista israeliano Saleem Abboud Ashkar che eseguirà Beethoven. L’Accademia Nazionale di Santa Cecilia dopo il repentino (ma necessario) stop all’attività concertistica dello scorso febbraio dovuto all’improvviso diffondersi del Covid, riprenderà ad ottobre la propria attività. Dopo il successo dell’attività estiva che ha visto numerosi spettatori riempire la cavea dell’Auditorium Parco della Musica per l’integrale delle Sinfonie di Beethoven, avvenimento più importante dell’estate musicale romana, gli organizzatori della storica istituzione musicale romana hanno approntato un ambizioso ed interessantissimo programma di grande e inequivocabile spessore artistico. Continue reading