SCOMPARSA NEL 2017, RITROVATA SUL LUNGOTEVERE DELLE NAVI

LUNGOTEVERE DELLE NAVII familiari ne avevano denunciato la scomparsa nel 2017. Ritrovata dopo tre anni ai Parioli la donna ha però riferito agli agenti di essersi allontanata volontariamente e di non voler ritornare a casa in Toscana. Protagonista della storia una cittadina italiana nata in Somalia. Sono stati gli agenti del commissariato Villa Glori a notare una donna che, appoggiandosi ad un bastone, cercava, con estrema difficoltà di attraversare la strada, nonostante le evidenti ferite che aveva agli arti inferiori. E’ successo lo scorso 17 settembre in Lungotevere delle Navi. I poliziotti, dopo aver fermato il traffico veicolare e assistito la donna fino all’arrivo del 118 che l’ha trasportata in ospedale per le necessarie cure, non l’hanno abbandonata. Infatti, in fase di dimissioni anche al fine di verificarne l’identità, visto che la donna non aveva fornito generalità, sono tornati a prenderla e l’hanno accompagnata in commissariato per i successivi accertamenti. Hanno così scoperto, mentre veniva messa a proprio agio con del tè caldo, acqua e merendine, che la signora risultava fra le persone scomparse dal 2017 in seguito ad una denuncia presentata dai familiari alla caserma dei carabinieri di Manciano, in provincia di Grosseto. Fonte: Romatoday

AUDITORIUM: IN SALA SINOPOLI ARRIVA L’ARTISTA ROBERT HENKE

PARCO DELLA MUSICAStasera, ore 21, all’Auditorium Parco della Musica (Sala Sinopoli) arriva Robert Henke. Il musicista e artista tedesco, inventore del software Ableton Live, porta in scena cinque Commodore Cbm 8032 per esplorare la bellezza della grafica e del suono utilizzando i primi computer degli Anni Ottanta. Accuratamente restaurate e con un nuovo software personalizzato, sviluppato dall’artista e dal suo team, le macchine si esibiscono irradiando il loro “groove” e il loro fascino visivo fatto di errori, bassa risoluzione, clip sparsi e bip. Tre i computer al suono, uno ai visuals, un quinto a coordinare il gruppo mentre una proiezione sul retro del palco riproduce l’output dei videoterminali. A Robert Henke il compito di dirigere questo “ritorno al futuro”.

VIA GRAMSCI: RUTELLI PARLA DELLA SCUOLA DI SERVIZIO CIVICO

RUTELLILe idee per Roma sono tante, ma l’ex sindaco di Roma Francesco Rutelli non lascia spazio a fraintendimenti: nessun commento sulla politica che oggi governa la città, né sulle forze politiche che vorrebbero farlo. L’impegno è tutto rivolto alla Scuola di servizio civico di cui Rutelli è presidente che ha preso il via nell’Aula Magna della facoltà di Architettura della Sapienza. Seduti in platea, i 60 studenti selezionati che durante i prossimi 6 mesi impareranno a districarsi nei meandri della pubblica amministrazione grazie alle lezioni (frontali, ma anche aperte alla cittadinanza) di 130 professori come Sabino Cassese, Paola Severino o Renzo Arbore.

IL 27 SETTEMBRE 1984 CI LASCIAVA L’ATTORE UBALDO LAY

UBALDO LAYIl 27 settembre 1984 muore a Roma, dove era nato nel 1917 e dove abitava in piazza Gondar, l’attore Ubaldo Lay (all’anagrafe Ubaldo Bussa), conosciuto presso il grande pubblico per la sua interpretazione del tenente Sheridan in una fortunatissima serie di gialli. A metà tra il quiz e lo sceneggiato “giallo” di ambientazione americana, il programma riusciva a tenere milioni di italiani incollati davanti al teleschermo. Avvolto in un impermeabile bianco, Ubaldo Lay perdeva la sua identità reale per acquistarne una televisiva; scambiato per un poliziotto vero, veniva fermato per la strada, nei negozi, all’aeroporto per risolvere piccoli gialli nostrani. Continue reading