VIA ISONZO: COME TI LASCIO IL MONOPATTINO A PERA

20200903_170508[1]

 

 

I cretini vanno sempre in coppia. E in due hanno lasciato da ore i monopattini sul marciapiede di via Isonzo, senza lasciare la possibilità di passare ai pedoni (senza parlare di chi fosse in carrozzella) prima dell’ufficio postale e accanto ai bidoni dell’immondizia. Geniali posteggiatori, non c’è che dire!

LA SAPIENZA: PROTESTE CONTRO IL NUMERO CHIUSO A MEDICINA

LA SAPIENZA“La pandemia lo ha dimostrato, anche il numero chiuso va abrogato”. E’ uno degli slogan urlati questa mattina fuori dall’Università Sapienza di Roma per protestare contro il numero chiuso a Medicina. Oggi il test per l’accesso alle Facoltà in tutta Italia. All’entrata dell’ateneo romano, sono oltre 4mila i candidati divisi in diverse sedi. Lunghe le file di studenti con mascherina indossata e documenti alla mano come previsto dalle norme anti-Covid. I controlli prevedono infatti che entri uno studente alla volta. Da una parte quindi una cinquantina di ragazzi protestano contro il test d’ingresso, dall’altra centinaia di coetanei sono in coda per entrare e svolgere la prova che potrebbe far coronare loro il sogno del camice bianco. Continue reading

PARCO NEMORENSE: QUEL CHIOSCO ANCORA SBARRATO

chiosco parco nemorenseAlberto Ognibene su Facebook scrive: “Molti frequentatori del parco Nemorense mi chiedono notizie circa la riapertura del chiosco chiuso oramai da tempo immemorabile. Io non so dare loro una risposta. Certo che il due di settembre la gente è rientrata dalle ferie ed un servizio pubblico chiuso non è comprensibile. Spero che qualcuno, più informato di me, possa dare una risposta”.

PIAZZA SANTA EMERENZIANA, ANNI CINQUANTA

piazza santa emerenzianaPiazza Santa Emerenziana, potremmo dire negli anni Cinquanta. Vediamo un paio di filobus che farebbero comodo anche adesso e, sulla salita di via Tripoli che incrocia viale Libia ci sono ancora delle vecchie costruzioni che poi saranno sostituite dai fabbricati del Municipio.

TASSA SUI RIFIUTI, CAMBIANO LE MODALITÀ DI PAGAMENTO

TARIDa quest’anno cambieranno le modalità di riscossione della tassa sui rifiuti – TaRi, in quanto tutti gli Enti della Pubblica Amministrazione devono adeguare i propri incassi, compresi quelli da entrate tributarie, al nuovo Sistema Pago Pa. Non sarà più possibile utilizzare la domiciliazione bancaria, ovvero l’addebito diretto della bolletta, conosciuto anche come Rid, oggi Sepa, già impiegata fino allo scorso anno per procedere ai pagamenti della suddetta tassa, in quanto, dal 2020, il beneficiario del versamento, non sarà più Ama spa, bensì Roma Capitale. Si consiglia, quindi, di dare la conseguente comunicazione alla propria banca di disdetta dell’addebito in questione, al fine di evitare possibili disguidi. Con l’emissione della bolletta relativa alla prima semestralità TaRi – Anno 2020, prevista in questo mese di settembre, saranno fornite le nuove modalità di pagamento.

BARACCOPOLI DEL VERANO: SBANDATO AGGREDISCE AGENTI

baraccopoli_veranoNella piazza dell’abbandono ogni pertugio diventa una casa. Basta un materasso e un pezzo di stoffa per tetto. E poi per vivere ci si arrangia. La convivenza tra sbandati, senzatetto e abitanti, a piazzale del Verano, porta di San Lorenzo, è un equilibrio pronto ad andare in frantumi con uno sguardo. Lorenzo Mancuso, presidente del Comitato cittadini Stazione Tiburtina la definisce «la terra di nessuno». «Una terra – precisa – dove l’abbandono regna sovrano e le aggressioni sono all’ordine del giorno». L’ultimo episodio, martedì sera, quando i destini di un senza fissa dimora e di un ambulante, un venditore di libri di via Cesare de Lollis, si sono incrociati. Marco Z., 37 anni, all’apparenza alticcio e domicilio non dichiarato da anni, scorrazzava col suo monopattino elettrico libraio, per liberare il passaggio, ha spostato il monopattino e per tutta risposta è stato insultato e pestato. Continue reading

TUTTO QUANTO FA SPETTACOLO: FERRAGNEZ AL PINCIO E NON SOLO

FERRAGNEZ“What a magical night” esclama Chiara Ferragni su Instagram postando alcune immagini della sua visita a Roma. I Ferragnez hanno infatti scelto la capitale per festeggiare il secondo anniversario di matrimio assieme al loro piccolo Leone. Una decisione, comunicata sul social qualche giorno fa, che ha mandato in visibilio la foltissima schiera di follower romani della coppia, scatenando una vera e propria caccia all’influencer, tra le più seguite a livello internazionale. Cene a lume di candela con vista mozzafiato sulla città, scatti al Pincio e a San Pietro, ma anche una visita a Palazzo Barberini e qualche immagine di relax all’Hotel de Russie dove la famiglia alloggia: una viaggio all’insegna dell’immancabile glamour ma anche un omaggio (ormai una consuetudine per Ferragni) alle bellezze e all’arte della Città Eterna. Foto: profilo instagram di Chiara Ferragni)