IL 13 GIUGNO 1991 CROLLAVA UNA PALAZZINA DEL POLICLINICO

109547055_2695202270716707_6710266252951341897_nIl 13 giugno del 1991 crollava la palazzina  del nuovo reparto di urologia del Policlinico Umberto I, in corso di costruzione . Quattro operai feriti, dieci miliardi di danni (lire, ndr), traffico bloccato per ore. Un rumore simile al terremoto, e poi il crollo. Così l’ala della palazzina si è «spezzata» ed è crollata su un fianco. Si è, infatti, spezzato uno dei gradoni degli spalti realizzati a semicerchio nella grande aula magna: un progetto molto interessante e  sofisticato che però non ha retto il peso del cemento. La costruzione, tre plani, uffici per gli amministrativi e un’ aula magna da 100 posti per le attività didattiche, era in via di ultimazione.

MAXXI, STASERA MARCO RISI PARLA DEL PADRE DINO

Dino-RisiStasera per la rassegna Estate al Maxxi. Libri Forte respiro rapido. La mia vita con Dino Risi di Marco Risi. Piazza del Maxxi, ingresso libero fino a esaurimento posti. «Anche mio padre quindi, parlava di sé. Lui avrebbe detto di no, invece parlava di sé. Bastava guardare e capire. Anzi, basta guardare e capire. Altro vantaggio del cinema: c’è! Anche quando non ci sei più tu». Dino Risi è il regista che ha arricchito di storie, di emozioni, di immagini la cosiddetta “commedia all’italiana”. Marco Risi è il giovane che ha sfidato il padre sul suo stesso terreno e si è aperto una strada sua. Si può essere figlio e sentire il padre anche come un maestro? Una storia che sta fra l’epica (del cinema) e la commedia: si coglie presto come la vitalità del cinema fra gli anni Cinquanta e gli anni Sessanta dipendesse da un clima di intesa, di coesione, magari anche di conflitto, ma tutti – tutti – erano sullo stesso palcoscenico. In conversazione con Malcom Pagani,  giornalista e scrittore.

E STASERA NICOLA PIOVANI ALLA CAVEA DEL PARCO DELLA MUSICA

piovaniTorna all’Auditorium Nicola Piovani, tra i concerti estivi di Auditorium Reloaded, con “La musica è pericolosa”, un racconto musicale narrato dagli strumenti che agiscono in scena. Un viaggio in cui Piovani racconta il senso dei frastagliati percorsi che l’hanno portato a fiancheggiare il lavoro di artisti come De André, Fellini e Magni alternando l’esecuzione di brani teatralmente inediti a nuove versioni di brani più noti, riarrangiati per l’occasione. Appuntamento in Cavea oggi alle 18. Fonte: Romatoday

SANT’AGNESE FUORI LE MURA: “CONCERTO SOTTO LE STELLE”

SANT'AGNESEVenerdì 17 Luglio alle ore 21, la Cappella Musicale Costantina riprende a suonare nel cortile di Sant’Agnese fuori le Mura. Un concerto sotto le stelle nella suggestiva cornice del piazzale di fronte al battistero accessibile dall’entrata di via Nomentana 349. Un segnale di ripresa dopo lo stop forzato dall’emergenza Nazionale. “Sarà un momento informale, amichevole per ritrovarci insieme tra le note di Vivaldi, Mozart Haendel. Celebriamo la voglia di Musica e di condivisione ora più di prima digiuni di uomini e d’emozioni” – Afferma Paolo De Matthaeis, il direttore del gruppo – “Ripartiamo con nuove idee e stimoli, questa sosta ha cementato il gruppo e non vediamo l’ora di ritrovare tutti gli amici che seguono i nostri appuntamenti per ridisegnare insieme un percorso esplorativo sempre originale”. Questo straordinario concerto di Luglio vuole essere di buon auspicio per la ripresa completa delle attività. L’orchestra è già a lavoro e il coro in procinto di riprendere le prove. Ingresso gratuito. Il concerto si svolgerà all’aperto nel cortile con accesso da via Nomentana per consentire l’idoneo distanziamento tra nuclei familiari.

VIA ALESSANDRIA DICE “NO” ALLE BANCARELLE

VIA ALESSANDRIA“No ai banchi in via Alessandria”. Il quartiere Italia si mobilita contro la decisione del Municipio II di portare le bancarelle di Corso d’Italia e viale Regina Margherita, “con annesse aree sosta e scarico furgoni”, nel tratto tra piazza Alessandria e via Reggio Emilia: a due passi dal cantiere che da oltre un anno tiene ingabbiati residenti e commercianti. Non ci stanno gli abitanti di quel quadrante a convivere con un mercato sotto le loro finestre. Da qui la petizione per dire ‘No’. Continue reading

SAN LORENZO: SPACCIO NEL PALAZZO DOVE FU UCCISA DESIREÈ

SAN LORENZONonostante i sigilli, nel palazzo del crack si trovava droga e giravano ancora gli sbandati. Non è bastato l’ordine di sequestro per ridare decoro all’edificio abbandonato di via dei Lucani, a San Lorenzo, dove nell’ottobre di due anni fa è stata stuprata e lasciata morire di overdose Desireé Mariottini. È emerso ieri nel processo per la morte della sedicenne di Cisterna di Latina che vede imputati per violenza e omicidio volontario 4 ventenni africani, Youssef Salia, Alinno Chima, Mamadou Gara e Brian Minteh. A parlare uno dei pochi testimoni rintracciati. Tra decessi, overdosi e pestaggi, chi sa di Desireé difficilmente potrà riferire. Gianluca R., tossicodipendente romano, per essere ascoltato è stato prelevato dai carabinieri e scortato in aula. Continue reading