LUNGOTEVERE FLAMINIO, SI GIOCA LA COPPA DEI CANOTTIERI

Canottieri_LazioIn bilico fino all’ultimo ma il Coronavirus non ferma la Coppa dei Canottieri, lo storico torneo nato nel 1965 su idea dell’icona del Circolo Canottieri Lazio (lungotevere Flaminio 25A, ndr), Gustavo ‘Babbo’ Valiani. L’ordinanza regionale del 2 luglio ha dato il via libera così la Coppa dei Canottieri sarà uno dei primi tornei a ripartire dopo il lockdown. Venti squadre, cinque circoli storici in gara per  aggiudicarsi il trofeo più ambito dell’anno. “L’edizione di quest’anno è unica nel suo genere. Lo stop iniziale ci aveva sconfortati ma non abbiamo mai mollato, quando la Regione Lazio ha dato l’ok ci siamo rimboccati le maniche e fatto in modo che la macchina organizzativa potesse ripartire nonostante il poco preavviso. Continue reading

L’ERBORISTERIA SERENDIPITY DI VIA ISONZO HA COMPIUTO 6 ANNI

 IL COMPLEANNO DELLO SCORSO ANNOIn questi giorni Serendipity, l’erboristeria di via Isonzo, ha compiuto sei anni di attività. Le titolari, Emanuela e Valentina, si sono conosciute per caso nelle aule dell’Università La Sapienza, poi si sono ritrovate a lavorare insieme in una storica erboristeria romana: è stata la scintilla che ha acceso la passione che ha dato vita al negozio attuale. Visitando il sito internet di Serendipity avrete l’opportunità di conoscere meglio gli ottimi prodotti e di fare un acquisto di sicura soddisfazione. Inoltre Valentina, come naturopata, esegue consulenze per favorire il mantenimento della salute e benessere della persona. Tel: 351 8650617.

IL GOETHE-INSTITUT DI VIA SAVOIA PROPONE UN LIBRO DA LEGGERE

Ogni settimana il Goethe-Institut di via Savoia propone un libro da leggere, sempre accompagnato da un breve commento. È questa la volta di  “I senza memoria – Storia di una famiglia europea” di Géraldine Schwarz (traduzione di Margherita Botto, Giulio Einaudi Editore 2019. Titolo originale Die Gedächtnislosen: Erinnerungen einer Europäerin, IL LIBROSecession Verlag) E sono proprio i paesi in cui la rielaborazione critica di quegli anni è stata carente” (nota: Germania, Francia, Italia e Austria), “in cui hanno avuto la meglio i senza memoria, questa la tesi centrale e attualissima del libro, ad apparire oggi particolarmente esposti al populismo e al sovranismo, a tollerare e fomentare il razzismo, e a propugnare una concezione antidemocratica della vita politica.

E DOMANI BUS E METRO A RISCHIO

TIBURTINA, INAUGURATO NUOVO CAPOLINEA BUS DELLA STAZIONE - FOTO 3Venerdì 10 luglio a Roma, causa sciopero, sarà una giornata difficile per chi si muove con i mezzi pubblici. I lavoratori aderenti al sindacato Faisa Cisal si fermeranno per 24 ore. L’agitazione interesserà bus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Civitacastellana-Viterbo, Roma-Lido e Termini-Centocelle che saranno quindi a rischio per tutta la giornata. Il servizio sarà comunque regolare nelle due fasce di garanzia: dalle 5.30 fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20.  Dalle ore 0.01 Non garantite le corse delle linee di bus notturne: nMA-nMB-nMB1-nMC-nME-n041-n075-n3d-n3s-n5- n8-n11-n46-n66-n70-n74-n90-n92-n98-n200-n201-n409-n543-n500-n551-n706-n716-n719-n781-n904-n913. Sempre per quanto riguarda il servizio notturno garantite invece le corse delle linee di bus diurne che termina il servizio alle ore 2 circa: 38-44-61-86-170-246-301-451-664-881-916-980.

AL CIMITERO DEL VERANO È SEPOLTO DÙMINI: CHI ERA COSTUI?

DUMINIAmerigo Dùmini (Saint Louis, 4 aprile 1894 – Roma, 25 dicembre 1967) è stato un militare e criminale italiano, a capo della squadra fascista che sequestrò e uccise il deputato socialista Giacomo Matteotti. Il 10 giugno del 1924 Dùmini, insieme a Albino Volpi, Giuseppe Viola, Augusto Malacria e Amleto Poveromo, sequestrò sul lungotevere Arnaldo da Brescia Giacomo Matteotti, il segretario del Partito Socialista Unitario che aveva espresso alla Camera una dura requisitoria contro il Pnf durante la campagna elettorale. Durante la fase più concitata del sequestro, Giuseppe Viola prese un pugnale e colpì Matteotti sotto l’ascella ed al torace, provocandone la morte. In seguito, i membri della banda girovagarono per la campagna romana e arrivarono alla macchia della Quartarella, a 25 km da Roma, dove seppellirono sommariamente il cadavere che fu poi ritrovato il 16 agosto del 1924 dal cane di un guardiacaccia. Dùmini è sepolto al Verano.

IL 13 LUGLIO ASSEMBLEA PUBBLICA AL VILLAGGIO OLIMPICO

Scan_0054Lunedì 13  luglio alle ore 18  si svolgerà in piazza Jan Palach, al Villaggio Olimpico, un’assemblea pubblica per la presentazione e discussione del progetto, nell’ambito del Processo di Partecipazione – Progettazione opere di pedonalizzazione e riqualificazione Viale XVII Olimpiade. L’assemblea si svolgerà nel pieno rispetto delle norme attualmente vigenti sul distanziamento sociale. Presentarsi muniti dei dispositivi di protezione.