FUORI CONTESTO IL PALAZZO COSTRUITO IN VIA TICINO?

via Ticino 3-2Lavori conclusi e appartamenti pronti per essere venduti. A tre anni dall’inizio del cantiere nuovo volto per il civico 3 di via Ticino, a due passi dal quartiere Coppedè: dove una volta sorgeva lo storico villino Naselli, progettato nel 1930, oggi c’è una palazzina moderna. Quattro piani dai profili squadrati, facciata principale bianco lucente: non basta la cortina di mattoncini che ne contraddistingue il volume laterale, e che lega l’edificio “coerentemente al quadro architettonico nel quale si colloca” – sostiene la Ns Costruzioni, a placare i malumori del quartiere. Si perchè per molti quella nuova palazzina di via Ticino 3 è “fuori contesto”. Continue reading

QUELLA PALAZZINA BAROCCHETTA IN VIALE REGINA MARGHERITA

LA PALAZZINAEcco una palazzina barocchetta costruita a viale Regina Margherita, al civico 269, tra il 1926 e il 1928 da Vittorio Morpurgo, il cui cognome fu modificato in Ballio nel 1940 e in Ballio Morpurgo nel 1947 (Roma, 31 maggio 1890 – Roma, 27 dicembre 1966),  che è stato un architetto italiano, esponente di rilievo dell’architettura italiana degli anni Trenta.

VIA FLAMINIA, INIZI NOVECENTO

via flaminia

 

 

Siamo in via Flaminia, verso il piazzale. È l’inizio del Novecento. Una carrozzella e una coppia a passeggio al centro, giovani donne con abiti lunghi, ombrellino e cappello, uomini con copricapo.

MA A VILLA ADA MANCANO LE ALTALENE

VILLA ADA“I giochi sono fatti. Anzi, quelli per bambini nel parco di Villa Ada sono belli che spacciati. Basta guardare le immagini. Con buona pace della Sindaca Virginia Raggi che nei giorni scorsi li ha ufficialmente “riaperti” con un’apposita ordinanza dopo la quarantena e alla faccia degli operatori del Servizio Giardini che li spruzzano con la pompa per “sanificarli”. Secondo il nostro censimento, infatti, le attrezzature per l’infanzia al momento funzionanti all’interno di Villa Ada – se si esclude l’area giochi di Parco Rabin, sul confine esterno di via Panama, risistemata a novembre 2019 grazie alle donazioni di Comitato Don Minzoni e Retake – sono davvero ridotte all’osso: solo 5 altalene (di cui 3 per piccoli), 4 dondoli a molla, 2 scivoli (di cui uno rotto e chiuso con nastro giallo da settembre 2019) e 2 piccole strutture con assi in legno e sbarre”. Questo l’amaro commento dell’Osservatorio Sherwood. Fonte: Terzobinario.it

STAZIONE TIBURTINA: RUTELLI SPIEGA LA SUA SCUOLA DI SERVIZIO CIVICO

rutelli a tiburtinaIl giovane vicesindaco di provincia che vuole studiare per migliorarsi, una matematica, tante laureate e laureati in scienze politiche, architetti, persino un giovane medico. All’appello di Francesco Rutelli, ex primo cittadino capitolino, ha risposto anche un 13enne: “Vorrei diventare come lei”. La candidatura, considerata l’età, è stata scartata. Ma non è detto che nei prossimi anni quel ragazzino non possa entrare nella Scuola di servizio civico fondata dall’ex ministro, oggi presidente di Anica. Per ora, via libera a una classe di 50 studenti, quasi tutti under 30 e maggioranza femminile. Presto partiranno la selezione per altri 10 giovani. “Dovranno aiutare chi governerà domani – spiega Rutelli a Stazione Tiburtina – e per farlo hanno bisogno di un punto di vista sulla politica e sulla città che non sia monodimensionale”. Continue reading

(E)STATE IN SICUREZZA, I CONSIGLI DI CITTADINANZATTIVA

ESTATE_IN_SICUREZZAUn nuovo spazio dedicato a temi strettamente connessi all’avvio della stagione estiva per fornire informazioni utili e strumenti di tutela ai cittadini in quella che per molti versi si preannuncia come un’estate diversa. È questo il senso di “Guida Covid-19. Estate in sicurezza”, il nuovo spazio che Cittadinanzattiva dedica sul proprio sito web all’interno della pagina di approfondimento sul Coronavirus, in costante aggiornamento dall’inizio dell’emergenza. Il primo appuntamento della “Guida Covid-19. Estate in sicurezza” è dedicato agli stabilimenti balneari e alle spiagge libere, luoghi nei quali si prevede il più alto afflusso (e rischio di assembramento) durante la stagione in arrivo. Cosa prevedono le nuove regole, come e quando prenotare, come funziona il distanziamento in spiaggia, consigli utili e raccomandazioni per vivere la stagione balneare in tutta sicurezza. Nelle prossime settimane seguiranno nuovi aggiornamenti su temi quali: viaggi, assicurazioni e tutele, la guardia medica turistica, liste di attesa.

QUANDO NON C’ERA ANCORA LA CHIESA DI SANTA EMERENZIANA

VIA LUCRINO 1937Questa è una storia che si è sviluppata per un decennio e che racconta, diciamo così, gli sviluppi architettonici di un nostro quartiere. Proviamo a riepilogarla brevemente. Dal 7 aprile 1937 entra in servizio la rimessa chiamata Eritrea, dal nome dell’adiacente viale Eritrea. La rimessa è in realtà un capannone in lamiera recuperato dal cantiere binari di piazza Caprera. La rimessa occupa esattamente l’area della successiva chiesa di Santa Emerenziana e alla stessa si accede da via Lucrino. La rimessa sarà parzialmente smantellata all’entrata in servizio del deposito della Lega Lombarda e del tutto eliminata nell’immediato dopoguerra.