TECHNOTOWN A TUTTO WEB

Technotown e robottinoQuesta settimana, a Technotown di Villa Torlonia, lo spazio dedicato alla creatività e alla scienza propone ai bambini e ai ragazzi due divertenti sfide ludico-creative a distanza alle quali partecipare da casa. Si gioca singolarmente o in squadre, utilizzando semplici oggetti a portata di mano. Mercoledì 10 alle 19 in Legocreations ci si sfiderà a ricostruire con i classici mattoncini Lego alcuni oggetti che hanno fatto la storia della tecnologia e che oggi non esistono più. Venerdì 12, sempre alle 19, in Art@Home i partecipanti si sfideranno a riprodurre con qualsiasi materiale, un’opera d’arte conservata nelle splendide collezioni dei Musei Civici. Tutte le info per partecipare alle sfide e tanti altri contenuti digital, come i videotutorial di Music@Home per creare e campionare in modo semplice musica elettronica, si trovano sul sito www.technotown.it e sugli account social.

DUE APPUNTAMENTI PER CELEBRARE GIACOMO MATTEOTTI

VIA ARNALDO DA BRESCIAUn doppio appuntamento per celebrare, oggi, il 96° anniversario del rapimento e dell’assassinio sul lungotevere Arnaldo da Brescia di Giacomo Matteotti, il cui corpo fu ritrovato dopo più di due mesi nel bosco della Quartarella, nel comune di Riano. Due cerimonie al mattino (a Roma all’altezza del monumento sul lungotevere)  e al pomeriggio (all’altezza del monumento sulla Flaminia a Riano) all’insegna delle partecipazione dei sindaci valorizzandone il ruolo come rappresentanti delle comunità territoriali svolto anche durante l’emergenza coronavirus. Ma non solo. Le iniziative per ricordare Matteotti proseguiranno anche sulle pagine social. “Nel rispetto del divieto di assembramenti, la consueta cerimonia presso il monumento si terrà in forma ristretta, alla presenza prevalentemente dei rappresentanti delle Istituzioni – spiegano dal Circolo Saragat-Matteotti – ma, in parallelo, abbiamo lanciato una grande convocazione social per ricordare tutti insieme, il 10 giugno, il Martire antifascista sulla nostra pagina Facebook; ognuno può partecipare liberamente inviando i propri contributi personali, note, fotografie, video messaggi, o promuovere discussioni, utilizzando l’hastag #Matteotti2020”

ASSESSORE FABIANO: LE NOTTI INCIVILI DI PIAZZA TRASIMENO

PIAZZA TRASIMENO 2PIAZZA TRASIMENO 3Scrive Rino Fabiano, assessore Ambiente ,Verde e Sport del Municipio: “Le recenti cronache ci hanno consegnato piazza Trasimeno come teatro di violenze e notti pericolose. Io mi occupo di Ambiente e come ho più volte in questi giorni segnalato molte attività hanno riaperto battenti nel completo disprezzo dello spazio pubblico circostanze. Con le foto dell’intervento eseguito da Ama di zona questa mattina si evince senza PIAZZA TRASIMENOalcun dubbio che i locali circostanti alla piazza non hanno nessuna cura della raccolta dei bicchieri di plastica e le bottiglie che somministrano tutte le sere, neanche predisponendo dei cestini aggiuntivi a quelli che già Ama ha posizionato sulla piazza e intorno. Nel ringraziare gli operai e le operaie Ama che lavorano inseguendo emergenze simili un po’ in tutto il Municipio, voglio anche semplicemente ricordare ai giovani e alle attività che gli “spazzini” come li chiamate voi non sono i vostri maggiordomi e che forse è arrivato il momento di rispettare gli spazi pubblici, che ricordo sono spazi di tutti non solo di chi li vive di notte”.

DRIVE-IN A PIAZZALE ANKARA ENTRO IL 15 LUGLIO: PAROLA DI MUNICIPIO

drive inIn base al progetto del Municipio, a piazza Ankara sta per realizzarsi un drive-in, che dovrebbe diventare realtà entro il 15 luglio.  Gli eventi, che potranno ospitare tra le 150 e le 200 auto, si terranno  tra le ore 17 e mezzanotte, con eventuali, possibili deroghe su richiesta degli organizzatori o dello stesso Municipio. “Le proiezione di film e spettacoli all’aperto – si legge nell’avviso pubblico – saranno rivolti a tutta la cittadinanza, per tutte le fasce di età. Il drive-in sarà riproposto in chiave moderna con tecnologie innovative e cinematografia di qualità. Durante tutto il periodo estivo si  alterneranno L'AREA DEL DRIVE INproiezioni di film e spettacoli all’aperto, accompagnate da incontri con personaggi del mondo culturale”. Non solo cinema all’aperto, dunque. L’intenzione del Municipio è quella di utilizzare il piazzale “anche come arena per spettacoli di vario genere, formulando un preciso protocollo di  sicurezza sanitaria, che preveda strumenti di protezione, costanti sanificazioni, mantenimento della distanza tra il pubblico e un sistema di controlli nei momenti di afflusso e deflusso, che garantirà sicurezza al pubblico e ai lavoratori”.

RIAPERTO IERI IL MUSEO ETRUSCO DI VILLA GIULIA

MUSEO ETRUSCODopo la chiusura determinata dalle disposizioni governative per l’emergenza sanitaria da covid-19, ieri è stato finalmente riaperto al pubblico il Museo Etrusco di Villa Giulia, nel pieno rispetto delle misure di sicurezza con il consueto orario: dal martedì alla domenica, dalle 9 alle 20 (la biglietteria chiude alle 19, sale espositive ore 19.30). In queste settimane sono state messe a lucido le collezioni, come pure è stata predisposta una pannellistica tutta nuova, rassicurante e personalizzata, che accompagnerà i visitatori lungo il percorso. Non è richiesta alcuna prenotazione per le visite individuali, con i familiari e, in generale, per piccoli gruppi. Il biglietto sarà acquistabile come sempre presso la biglietteria del museo. Sarà obbligatorio l’uso della mascherina e saranno previste all’ingresso postazioni per la misurazione della temperatura corporea e per l’igienizzazione delle mani. Il tutto per garantire la piena fruizione e il godimento dei giardini e delle sale espositive.

DA LUNEDÌ RIAPRE QUASI TUTTO: ECCO LE REGOLE DA SEGUIRE

auditorium festa del cinemaÈ l’ultimo step delle riaperture. Che lascia fuori ancora la scuola, i grandi eventi, ma anche la giustizia. Da lunedì prossimo (a meno che i dati aggiornati del monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità non consiglino lo stop, ma fino ad ora la curva discendente del virus è incoraggiante) in Italia riapre praticamente tutto: dal 15 giugno i bambini entreranno nei centri estivi, si tornerà a cinema, teatro e negli spazi culturali per piccoli incontri, foto-teatro-la-sala-del-teatro-5riprenderanno anche convegni e discoteche. Il tutto con nuove linee guida che sono state approvate ieri dalla Conferenza Stato Regioni e che verranno allegate al Dpcm che disciplina la Fase 3.  Cinema e teatri: un massimo di duecento spettatori al chiuso, mille all’aperto e mascherine per il pubblico, per gli operatori che organizzano l’accesso del pubblico e per gli artisti. Sono le misure previste dal decreto governativo del 17 maggio per la ripresa da lunedì 15 giugno di sale teatrali, cinematografiche e da concerto. Regole che molti locali, al chiuso, considerano troppo penalizzanti per azzardare una riapertura nella stagione estiva preferendo rimanere chiusi e ricominciare solo a settembre. Pubblico, artisti e lavoratori degli spettacoli dovranno sostanzialmente seguire le stesse regole: mantenimento del distanziamento interpersonale di un metro, misurazione della temperatura corporea e utilizzo obbligatorio di mascherine, periodica pulizia e igienizzazione degli ambienti chiusi anche tra un evento centri estivie l’altro nella stessa giornata. E poi aereazione naturale, ricambio d’aria e rispetto delle raccomandazioni sui sistemi di ventilazione e di condizionamento, sistemi di disinfezione delle manii accanto a tastiere, schermi touch e sistemi di pagamento, divieto del consumo di cibo e bevande durante lo svolgimento degli spettacoli, vendita dei biglietti preferibilmente online e se in biglietteria senza utilizzo dei contanti. Discoteche, si balla a due metri: distanziamento di un metro da fermi, da due se in pista nelle discoteche. Si torna a ballare dal 15 giugno ma solo all’aperto, con capienza di circa metà degli spazi. Vietata anche la vendita di bevande e drink al bancone. I clienti delle discoteche dovranno fare una fila ordinata mantenendo le distanze, ritirare la bevanda e allontanarsi. Continue reading

FLASH MOB DI PROTESTA DEGLI STUDENTI ALLA SAPIENZA

la sapienzaDa una parte la protesta contro il pagamento della terza rata delle tasse universitarie. Dall’altra la denuncia di un’università con spazi-studio insufficienti e che, a causa delle norme per il distanziamento sociale, rischia di peggiorare. Sono un centinaio gli studenti che si sono dati appuntamento alle 15 di ieri per un sit in di protesta proprio a piazzale Aldo Moro. Davanti a quell’Ateo rimasto inaccessibile a causa della crisi Coronavirus.

FLAMINIO: IL 10 GIUGNO 1924 VENIVA RAPITO GIACOMO MATTEOTTI

Omicidio_Matteotti,_sopralluogo_di_polizia_sul_LungotevereIl 10 giugno 1924, intorno alle ore 16:15, il parlamentare socialista Giacomo Matteotti usciva di casa a piedi per dirigersi verso Montecitorio decidendo di percorrere il lungotevere Arnaldo da Brescia, piuttosto che incamminarsi lungo la via Flaminia per poi raggiungere il Corso attraverso gli archi di Porta del Popolo. Qui, secondo le testimonianze di due ragazzini presenti all’evento, era ferma un’auto con a bordo alcuni individui, poi in seguito identificati come i membri della polizia politica, sicari di Mussolini: Amerigo Dumini, OLYCOM - SACCHI - PER CARAFOLIAlbino Volpi, Giuseppe Viola, Augusto Malacria e Amleto Poveromo. Due degli aggressori appena si accorsero del parlamentare gli balzarono addosso. Matteotti riuscì a divincolarsi buttandone uno a terra e rendendo necessario l’intervento di un terzo che lo stordì colpendolo al volto con un pugno. Gli altri due intervennero per caricarlo in macchina. I due ragazzini identificarono anche la vettura, da altri testimoni descritta semplicemente come “un’automobile, nera, elegante, chiusa”, per una Lancia Kappa. I ragazzini, avvicinatisi al veicolo, furono allontanati rudemente, poi la macchina ripartì ad alta velocità. Nonostante le ricerche, il corpo di Matteotti fu ritrovato per caso solo il 16 agosto, tra le 7:30 e le 8 del mattino, dal cane di un brigadiere dei carabinieri in licenza, Ovidio Caratelli nella macchia della Quartarella, un bosco nel comune di Riano.