MUSEI: TANTO WEB PER I PIÙ GIOVANI FINO AL 9 GIUGNO

Contenuti web e social nei Musei Civici di Roma dedicati ai più giovani fino al 9 giugno. I canali social @culturaaroma daranno regolarmente aggiornamenti quotidiani con hashtag #laculturaincasakids oltre a quello generale della campagna  #laculturaincasa. Sulla pagina Facebook della Centrale Montemartini i bambini possono scoprire le sembianze degli dei greci con Gli Olimpi. Le statue delle divinità greche della Centrale Montemartini LOCANDINAoltre a colorare i disegni realizzati da Marcello Forgia per la mostra I colori degli Etruschi, ispirati alle fatiche di Eracle. È possibile giocare anche con una delle opere più preziose della collezione museale, La bambola di Crepereia e con In fondo al mar… ispirandosi al Mosaico con i pesci. Continua Chi cerca trova…animali al Museo, animali in Città, un gioco che ha per tema i tanti animali rappresentati nelle collezioni dei musei e nei monumenti della città. Tutte le info per partecipare sul sito www.museiincomuneroma.it. Il Museo Carlo Bilotti propone l’attività Arreda la tua stanza metafisica per riempire a piacere una stanza vuota, rielaborazione scherzosa del dipinto di Giorgio de Chirico Interno metafisico con biscotti. Continue reading

MERCATO DI VIA CATANIA, RIAPERTI OGGI I SERVIZI ANAGRAFICI

via cataniaQuesta mattina è stata riaperta la sede dell’ufficio anagrafico del Municipio Roma II all’interno del Mercato Italia. Gli Sportelli Demografici sono aperti al pubblico il lunedì- mercoledì – venerdì con orario 8.30 – 13.00 e il martedì e giovedì con orario 8.30 – 16.30, per i seguenti servizi: 1) rilascio Cie per documenti scaduti esclusivamente con prenotazione sul sito: https://www.prenotazionicie.interno.gov.it/; 2) erogazione di servizi in presenza (dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà, copia integrali ed estratti per riassunto degli atti di stato civile, autentiche, attestazioni per il rinnovo del permesso di soggiorno, pubblicazioni di matrimonio, dichiarazione anticipata di testamento, dichiarazione di convivenza di fatto) tramite prenotazione per email, telefonica, o in front office con ingresso limitato alle urgenze.

ENRICO MONTESANO, UN ATTORE DELLE NOSTRE PARTI

Enrico-Montesano_Teatro.itL’altra sera cenava al ristorante Bio di via Isonzo Enrico Montesano, cosa che fa spesso. Il celebre comico, che abita dalle parti di viale Liegi, era lì con i familiari e tra pizze e fritti ha trascorso la serata. A due passi, al Teatro Tirso di via Tirso, l’attore nei mesi scorsi avrebbe dovuto recitare in “Monologo non autorizzato”. Poi, il coronavirus ha bloccato tutto. Ora, speriamo, che anche per Enrico si possa riaprire il boccascena.

CONTINUANO I LAVORI NELLE SCUOLE DEL MUNICIPIO

SCUOLAScrive Rino Fabiano, assessore Ambiente, Verde e Sport Municipio II: “Non più di tre mesi fa iniziammo una ricognizione in tutte le palestre scolastiche di competenza municipale al fine di rendere piu sicuri e fruibili gli spazi a tutti, sia durante gli orari scolastici, che durante le ore assegnate alle Associazioni Sportive. Il lavoro è proseguito e ve ne diamo riscontro. I.C.Plesso Borsi – via Tiburtina Antica 25: Raschiatura intonaco, perimetro interno della palestra causa risalita di umidità. Impermeabilizzazione di tutto il perimetro con pannelli isolanti. Tinteggiatura completa della palestra ,sostituzione corpo illuminanti interni.Sostituzione lampade di emergenza vie di esodo non funzionanti. Sistemazione gradino esterno. I.C.Falcone e Borsellino – via Giovanni da Procida: (palestra A) fissaggio a parete delle sbarre di danza. Verifica funzionamento finestre e sistemazione mostre. Tinteggiatura completa della palestra. Revisione serranda del bagno e tinteggiatura. (palestra B) Sostituzione corpo illuminanti con plafoniere a led . Sostituzione battiscopa mancante e ammalorate. Tinteggiatura completa .Tinteggiatura dei bagni causa vecchie infiltrazioni + installazione nastro antiscivolo. Lo sport in ambienti sicuri! W lo sport!”.

VIA PINCIANA: AUTO IN DIVIETO DI SOSTA BLOCCA BUS E…

VILLA BORGHESESettanta minuti alla fermata ad attendere l’arrivo del bus bloccato da un Suv parcheggiato in sosta vietata. A provocare l’estenuante attesa Davide Caffio, nato a Taranto, che il 14 maggio 2019 ha parcheggiato la sua Nissan Juke sullo spartitraffico di via Pinciana, a Villa Borghese, impedendo al mezzo dell’Atac di circolare. Ora Caffio – difeso dall’avvocato Salvatore Galati – rischia il processo per interruzione di pubblico servizio: è accusato di aver ritardato una corsa del 53. Il procuratore aggiunto Paolo Ielo ha chiuso le indagini nei confronti dell’automobilista, atto che prelude alla richiesta di rinvio a giudizio. Si tratta di una delle prime inchieste nate all’indomani della decisione della Procura di dichiarare guerra alla sosta selvaggia quando provoca ritardi considerevoli alle corse dell’Atac, alle ambulanze, al trasporto dei rifiuti. Continue reading

VIA ALLEGRI: LA FIGC STUDIA NUOVE MOSSE PER IL CALCIO

LA FIGCNuovi passi in avanti verso la ripresa del calcio. Dopo la comunicazione dei calendari, si lavora a nuove modifiche. Alcune più accessibili, come l’anticipo di un giorno delle semifinali di Coppa Italia, altre più complesse, come cambiare le disposizioni sulla quarantena in caso di contagi. Intanto, la Figc di via Allegri spera di riaprire almeno in parte gli stadi ai tifosi.

A CORSO D’ITALIA C’ERA UNA VOLTA LA GELATERIA FASSI

Al-Caffè-Fassi-02Roma, Corso d’Italia numero 45. Si trovava qui il Caffè Fassi, della signora Annunziata Fassi, che è stato a lungo, nel ventesimo secolo, punto di riferimento e ritrovo per artisti e pittori, e altresì per gli amanti del liberty e degli scacchi, del gelato e del caffè. Questo fin dalla sua inaugurazione, che avvenne nel 1933 al piano terreno della Villa Calderai (di proprietà dei principi Torlonia), a Al-Caffè-Fassi-09fianco di dove oggi è la “Rinascente” di Piazza Fiume. Annunziata era la figlia di una intraprendente ragazza palermitana (Giuseppina) e di un cuneese di Saluzzo (Giacomo). Loro erano venuti a vivere a Roma intorno al 1876 e nel 1880 ebbero l’intuizione di aprire in via IV Novembre un punto vendita di birra e ghiaccio. La salita di via IV Novembre, snodo di passaggio obbligato per le carrozze in transito Al-Caffè-Fassi-10fra Viminale, Esquilino e Quirinale, zone di notevole espansione all’epoca, era l’ideale per il successo di un’attività commerciale come quella. Secondo lo storico R. Bartoloni (autore de: “I 130 anni di casa Fassi”, Roma 2010) quell’esercizio dei coniugi Fassi doveva trovarsi precisamente al civico 155, d’angolo con la via delle Tre Cannelle. Il ghiaccio dei Fassi, venduto in colonne o tritato a fare le famose “grattachecche” romane, riempì una bella pagina di storia cittadina quotidiana. Il fratello di Annunziata, Giovanni, era divenuto, alla morte di papà Giacomo (1902), un personaggio assai noto: era il gelatiere della casa reale e dell’aristocrazia. Il sorbetto-gelato (in seguito soltanto “gelato”), nato da un felice e non del tutto casuale connubio Piemonte/Sicilia, aveva conquistato Roma! Continue reading

QUANDO CHRISTO IMPACCHETTÒ LE MURA AURELIANE

christoStupore, anzi meraviglia. Si può racchiudere così l’effetto provocato dalla monumentale opera di Christo – la star internazionale morta domenica 31 a New York, all’età di 84 anni – , concepita all’inizio del 1974 a Roma: con un intervento complesso, entrato ormai nell’immaginario collettivo, l’artista impacchettò letteralmente Porta Pinciana mediante un sofisticato sistema di enormi teloni e corde arancioni. L’opera provocò così reazioni di entusiasmo da parte dei cittadini, invitati a partecipare con il proprio sguardo a un gesto rivoluzionario. Emerge tutto questo dalle immagini dei vari reporter che si rintracciano anche sul web. Continue reading

PIAZZA FIUME, INIZI NOVECENTO

Una vecchia cartolina di piazza Fiume. I pedoni la fanno da padrone, la Rinascente dovrà aspettare ancora mezzo secolo e un po’ di più il sottopasso del Muro Torto. Dietro la casina liberty, a destra, si vede Villa Calderai, trasformata poi in gelateria Fassi, e a sinistra una palazzina che negli anni Sessanta ha ceduto il posto a una costruzione moderna. (fonte: Roma Sparita)

QUELLO STRANO PALAZZO DI VIA GIOVANNI PAISIELLO

Il villino Alatri è un edificio residenziale di Roma, situato nel quartiere Pinciano, su via Giovanni Paisiello, angolo via Vincenzo Bellini. Nella sua struttura originaria, il villino fu edificato, tra il 1924 e il 1928, da Vittorio Ballio Morpurgo con una struttura ad “elle”, con asse maggiore lungo via Paisiello, a filo di strada su due lati e delimitato sugli altri due da un giardino cui si accedeva attraverso un portale su via Paisiello. L’edificio di due piani VILLINO ALATRIfuori terra, più seminterrato ed attico (secondo piano ribassato, con abbaìni), era dominato da un’altana quadrangolare con loggia aperta. Stilisticamente, Ballio Morpurgo modellò l’edificio secondo i dettami del barocchetto allora in voga, con nicchie entro le quali si aprono finestre, balconi a sporgenza, logge (una sulla facciata lungo via Paisiello, un’altra sulla facciata posteriore, verso il giardino, all’uso delle ville-fattorie toscane del XVII secolo), bugnato in posizione angolare, pinnacoli in posizione apicale sulla torretta, e così via). Nel 1948-1949, in seguito ad una variazione del piano particolareggiato di zona, Mario Ridolfi, Wolfgang Frankl e Mario Fiorentino operarono una sopraelevazione mirante ad incrementare il volume edificato. Continue reading