PIAZZA BOLOGNA: L’OMAGGIO A FALCONE E BORSELLINO

PIAZZA BOLOGNA 2PIAZZA BOLOGNAScrive oggi Marco su Facebook: “La nostra bella piazza Bologna omaggia perennemente l’onore di Falcone e Borsellino con la meridiana e il murales, perché la memoria sia fondamento del consesso civile ora e per sempre. E riporta la frase di Falcone: “Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola”. Nella mattinata Francesca Del Bello, presidente del Municipio, si è recata a piazza Bologna per rendere omaggio alla memoria dei due magistrati, in occasione dell’anniversario della strage di Capaci.

RITROVATE LE CENERI DI ELENA, RUBATE DALLA TOMBA AL VERANO

Elena Aubry (1)-2Ritrovate le ceneri di Elena Aubry, la motociclista romana morta a 26 anni il 6 maggio del 2018 sull’Ostiense a causa dell’asfalto sconnesso. Le sue ceneri erano state rubate dalla tomba al Verano, la lapide smontata con cura e l’urna trafugata non si sa quando. Per la mamma Graziella Viviano era stato un secondo, profondo lutto, vissuto a ridosso dell’anniversario della scomparsa della giovane. Da quel 5 maggio, per quindici  giorni la mamma ha inviato appelli ai ladri: «Restituitemi o fatemi ritrovare le ceneri di mia figlia». Poco fa in una diretta Facebook, all’annuncio con voce commossa: «Sono state ritrovate, mi hanno chiamato i carabinieri, il comandante Mauro Fioravanti, hanno ritrovato l’urna di mia figlia, è il suo vaso, non so altro, ma questo passo è stato fatto, l’aver ritrovato il corpo di Elena. Grazie alle forze dell’ordine, grazie a tutti». Continue reading

PASSERÀ PER LA MOSCHEA LA MARATONA DI ROMA IL 21 MARZO 2021

MARATONA DI ROMALa Maratona di Roma, a causa del coronavirus, è stata posticipata al 21 marzo 2021. Ecco il percorso delle meraviglie: partendo dai Fori Imperiali, passando davanti al Vittoriano, a piazza Venezia, si costeggerà il Circo Massimo, poi il Lungotevere, e poi ancora davanti Castel Sant’Angelo e viale della Conciliazione con la basilica di San Pietro. Il percorso continuerà con il Foro Italico, la Moschea. Non mancheranno piazza Navona, via del Corso, piazza del Popolo e piazza di Spagna (con la celebre scalinata di Trinità dei Monti), con il Colosseo assoluto protagonista, maestoso sfondo di partenza e arrivo.

CASTRO PRETORIO: IN TANTISSIMI ATTENDONO IL BUS NAVETTA

CASTRO PRETORIOSpalla a spalla alla fermata in attesa del bus sostitutivo che non c’è. È così alle 5.45 del mattino di sabato, chi è diretto in ogni caso al lavoro, subisce il rischio del contagio. Ci sono oltre 200 persone strette l’una all’altra sul marciapiede a Castro Pretorio, in attesa dei bus navetta che completano il percorso della linea B della metropolitana, interrotta per lavori tra Castro Pretorio e Laurentina. I mezzi sostitutivi dell’Atac non riescono, per numero, a reggere l’afflusso negli orari di punta, specie all’alba, quando migliaia di lavoratori si mettono in coda ai capolinea. Continue reading

GRANDE MOSCHEA, FESTA DI FINE RAMADAN

GRANDE MOSCHEAIl Centro Islamico Culturale d’Italia, noto come la Grande Moschea di Roma (che si trova in viale della Moschea, ai Parioli)), ha annunciato che il mese di Ramadan dell’anno 1441 dell’Egira, mese di digiuno e penitenza per i musulmani, si concluderà in Italia sabato 23 maggio 2020 e che pertanto la festa di ‘Id al-Fitr, Festa della Rottura del Digiuno, sarà domenica 24 maggio 2020. Come per l’inizio del mese di digiuno, gli esperti religiosi del Centro Islamico hanno potuto godere della preziosa collaborazione scientifica dell’INAF, Istituto Nazionale di Astrofisica, partner strategico del Centro Islamico Culturale d’Italia, e l’Istituto Nazionale di Astrofisica attraverso la commissione scientifica congiunta che, anche in avvenire, collaborerà nel determinare la data delle principali ricorrenze islamiche. Continue reading

AMUSE: PROSEGUE LA RACCOLTA DI FONDI PER LA CARITAS

amuseLe donazioni che Amuse, associazione Amici Municipio Secondo, ha ricevuto – destinate alla Caritas di Roma per sostenere le tante iniziative straordinarie attivate a favore delle fasce più deboli della popolazione – hanno raggiunto un importo di  5.540 euro alla data del 21 maggio, che si aggiunge ai 1.000 euro offerti direttamente dall’associazione.    In considerazione dell’aumento delle situazioni di necessità cui la Caritas si trova a far fronte, si è deciso di continuare in questo impegno e di prolungare la raccolta fino alla  fine del mese di maggio. Chi vuole potrà versare il proprio contributo effettuando un bonifico sul conto corrente di Amuse IT19O0570403214000000559400 (nel codice Iban il quinto carattere è la lettera O) con causale “Amuse per Caritas”.  La ricevuta del bonifico bancario potrà essere utilizzata per fruire dei benefici fiscali previsti per le donazioni ad associazioni di promozione sociale come Amuse.

I MANCATI INTERVENTI DELL’AMA NEL MUNICIPIO

PHOTO-2020-05-18-12-22-53Il Tavolo Qualità Municipio II riporta la segnalazione di Maria Grazia che scrive in merito al mancato ritiro di materiali derivanti da pulizie di luoghi pubblici: “Ama si rifiuta di venire a ritirare i materiali che derivano da pulizie di luoghi pubblici. Le foto si riferiscono a via Cheren piccola strada che congiunge via Tripoli a Via Nomentana. L’altra settimana dei rami enormi dei platani erano stati tagliati dai pompieri perché pericolanti . Tronchi e fogliame erano stati abbandonati sui marciapiedi e l’Ama si è rifiutata di venire a raccoglierli. Allora gli Amicivillaleopardi hanno tagliato spazzato e smaltito quella montagna verde. Stessa scena pochi giorni prima. Il villino Leopardi,fatiscente per l’incuria del PHOTO-2020-05-18-12-22-592° Municipio, era stato occupato da sbandati. È stato liberato con l’aiuto delle forze dell’ordine, ma tutto il materiale e cioè coperte cartoni cibo bottiglie abiti e quant’altro è stato smaltito dai pensionati Amicivillaleopardi a cominciare dalla sottoscritta. Perché Ama si rifiuta di fare questi lavori. E si rifiuta da anni di spazzare via Nomentana dove bottiglie mascherine escrementi e plastiche costellano i marciapiedi. Perché pagare un servizio inesistente? In quale contratto di lavoro si dice che gli operatori Ama debbono soltanto vuotare i cassonetti senza mettere i piedi giù dal camion? Basta con queste prepotenze su una popolazione costretta a pagare servizi non eseguiti. Ora dopo 2 mesi di riposo con la scusa del Covid sarebbe il momento di ricominciare a lavorare come stanno facendo tutti gli imprenditori privati. Se il presidente Zaghis non risponde dovremo pensare a una denuncia presso gli organi competenti”.

VIALE TIZIANO: UNA SOLUZIONE PER IL PALAZZETTO DELLO SPORT?

PALAZZETTO DELLO SPORTIl Palazzetto dello Sport di viale Tiziano, il capolavoro di Pier Luigi Nervi e Annibale Vitellozzi, costruito nel 1957, sarà salvato dal degrado. “A giugno” annuncia l’assessore Daniele Frongia “daremo il via a un bando per i lavori di restauro per una cifra di tre milioni di euro tutta già nel bilancio del Comune”. A giugno, dunque, la gara per la sua ripartenza. Così, pare, il capolavoro di Nervi sarà restaurato a spese del Comune. E il basket romano cerca un nuovo patron. Ma un team composto dalla Vis Nova Basket e l’Università Cusano aveva offerto i fondi per la ristrutturazione in cambio di una concessione a tempo senza oneri per il Campidoglio. E intanto la Virtus sembra vicina ad una nuova proprietà dopo l’addio di Toti. Trattative in corso.

IL LEONE DI PIETRA A VILLA BORGHESE

leone villa borghese 1leone villa borghese 3Il Leone di pietra di Villa Borghese non è più al suo posto dal 1993. Si trova ora al Museo Canonica. Inizialmente faceva parte del monumento funebre per un patriota olandese, tal Giovanni Derk Van Der Cappellen, commissionato leone villa borghese 2leone villa borghesea un famoso artista dell’epoca, Giuseppe Ceracchi. In tanti a Villa Borghese ci sono saliti: bambini, innanzitutto, ma anche giovani e adulti. Il fascino indubbio dell’immobile felino ha sempre attratto molto e le foto d’epoca varia lo testimoniano.

MERCATO ITALIA DI VIA CATANIA: CORREVA L’ANNO 1950

VIA CATANIAIl mercato coperto di via Catania 70 è una costruzione iniziata durante gli anni del Fascismo, interrotta per la guerra, ripresa subito dopo ed inaugurata il 20 ottobre 1950. Il mercato Italia rimane ancora un punto di riferimento per tutto il mercato via cataniaquartiere, è ancora uno spazio affollato e pieno di vita nonostante il calo di operatori che non risparmia nessuno. A fronte di duecentoventi, quanti erano alla fine degli anni Cinquanta, ora sono un’ottantina, con un’offerta molto varia. Nel centro del mercato, divisi da muretti, frutto di una ristrutturazione degli anni Ottanta, hanno ampio spazio i verdurai e fruttivendoli. Il martedì e venerdì il mercato Italia, come altri della Capitale, prolunga l’apertura fino alle 19, ma non sono molti i commercianti che rimangono fino a sera. Nella foto in alto, il mercato in costruzione.

TRE FILM DI ETTORE SCOLA GIRATI NEI NOSTRI QUARTIERI

Una_giornata_particolare_(film)Ettore Scola, che da ragazzo abitò in via Livorno, al civico 7, nel nostro municipio ha girato scene di tre suoi film. Il primo, “Una giornata particolare”, con Sophia Loren e Marcello Mastroianni, a via XXI Aprile, civico 29 di Palazzo Federici. L’enorme caseggiato popolare conta all’incirca 20 scale, 12 piani e contiene un grande cortile interno, un tempo a uso bottega. Scola SCOLAconcentra le riprese alla scala numero 6 dove al settimo piano vive Antonietta (Sophia Loren). Dirimpetto al suo appartamento c’è quello di Gabriele (Marcello Mastroianni). Ettore Scola tornerà di nuovo qui nel 1995 per girare “Romanzo di un giovane povero”. In “C’eravamo tanto amati”, con Vittorio Gassman, Nino Manfredi, Stefano Satta Flores e Stefania Sandrelli, Gianni Perego PIAZZA CAPRERA(Gassman), da aspirante avvocato, si ritrova di colpo milionario sposo di Elide Catenacci, figlia del ricco costruttore Romolo. Nonostante viva ormai nella villa dei Catenacci, ogni giorno controlla la posta della sua vecchia casa, che sta per la precisione in via dei Laghi, a pochi metri da piazza Caprera. Lì apprenderà del tentato suicidio di VIA DEI LAGHILuciana (Sandrelli), alla Pensione Friuli e lo vedremo prendere un taxi per andare in piazza Caprera (dove è situata la pensione, ovvero a due passi, altro che taxi!). Luciana, dopo essere stata prima con Gianni e poi con Nicola (Satta Flores), è presa dallo sconforto e ha tentato il suicidio alla Pensione Friuli. Ci penserà a salvarla Antonio (Manfredi) che, nonostante abbia subìto il duplice “tradimento” da parte dei suoi amici, accorre per prestare aiuto a Luciana. In esterna si vede piazza Caprera con l’ingresso (farlocco) della pensione.

VILLA BORGHESE, QUELLA STATUA DI WOLFANG GOETHE

STATUA GOETHE VILLA BORGHESEIl monumento a Wolfang Goethe sorge a Villa Borghese al bivio tra viale San Paolo del Brasile e viale Goethe. Johann Wolfang von Goethe nasce a Francoforte nel 1749 e muore a Weimar nel 1832. È uno scrittore, poeta e drammaturgo di fama mondiale. Perchè la statua di Goethe a Roma? Egli è stato un grande ammiratore dell’Italia e delle sue bellezze. Nel 1786, all’età di 37 anni, intraprese un viaggio in cui visitò tutta l’Italia fermandosi per più di un anno a Roma dove venne accolto con grande ospitalità. Nel suo soggiorno a Roma abitò in via del Corso 18 dove oggi vi è un museo a lui dedicato. Tornato in Germania scrisse “Viaggio in Italia”, uno dei più interessanti resoconti di viaggio che siano mai stati scritti. La statua di Goethe a Villa Borghese è stata realizzata in marmo di Carrara dallo scultore Valentino Casali su modelli predisposti dallo scultore tedesco Gustav Eberlein. Continue reading