IL GOETHE-INSTITUT PRESENTA SU YOUTUBE L’EVA KLESSE QUARTETT

il gruppoIl Goethe-Institut di via Savoia segnala che dopo tre mesi l’Eva Klesse Quartett sarà finalmente di nuovo insieme su un palco! Stasera li potrete sentire in diretta streaming su Youtube dal Kulturhof Gohlis a Lipsia (Germania). In occasione del Natale 2019 il Goethe-Institut in collaborazione con il Conservatorio di Musica S. Cecilia, aveva presentato per la prima volta in Italia questo straordinario quartetto composto da: Eva Klesse (batteria), Evgeny Ring (sassofono), Philip Frischkorn (pianoforte) e Stefan Schönegg (contrabbasso). Oggi presenteranno un variegato mix di brani tratti dai loro ultimi album, anteprime dal nuovo cd in uscita a ottobre, e forse anche qualche prima mondiale (nuove canzoni scritte durante questo difficile periodo).

LIPU DI VIA ALDROVANDI, LA NATURA LIVE SUI SOCIAL

LIPULa Lipu di via Aldrovandi non si ferma: nell’epoca del Covid- 19 e celebra il Natura 2000 Day con un grande evento online aperto a tutti gli amanti della natura e degli animali. Partecipa all’evento Live sulla pagina Facebook della Lipu: vivi l’emozione delle liberazioni di animali curati e guariti che tornano a volare, le visite guidate a distanza con alcune delle più spettacolari Oasi della Lipu, dibattiti online con grandi esperti di natura, testimonianze dai giovanissimi volontari europei che scelgono di dedicare il loro tempo all’ambiente, e persino la possibilità di parlare con il ministro dell’Ambiente Sergio Costa. Continue reading

INCIDENTE MORTALE IN VIALE REGINA ELENA

viale regina elenaIncidente stradale mortale ieri sera in viale Regina Elena. Un italiano di 44 anni, a bordo di un’Alfa Romeo, ha investito un tunisino di 60 anni che è morto sul colpo. Il 44enne ha fermato l’auto ed ha immediatamente prestato soccorso alla vittima. L’uomo è stato sottoposto ai test di alcol e droga. La salma della vittima è stata trasportata all’obitorio del Verano. Sul posto sono intervenuti gli uomini del Gruppo Sapienza della polizia locale di Roma Capitale. Fonte: la Repubblica

BREVE STORIA DEL MERCATO DI PIAZZA ALESSANDRIA

PIAZZA ALESSANDRIAIl Mercato Nomentano si trova in Piazza Alessandria, nel Quartiere Salario. Le origini di questo mercato risalgono all’inizio del XX Secolo, quando dopo che la Peroni aveva stabilito sulla piazza il proprio stabilimento, numerosi commercianti iniziarono ad aprire i propri banchi in quella che, all’epoca, si chiamava Piazza Principe di Napoli. Nel 1929 venne realizzato il mercato in muratura ancora oggi esistente: a progettarlo fu Elena Luzzatto, una delle prime donne architetto d’Italia, sostenuta dall’imprenditore Augusto d’Arcangeli. La struttura ricalca la forma quadrilatera della piazza e ha una serie di accessi in ferro battuto su due lati e ai quattro angoli. A decorare la strtuttura, numerosi bassorilievi raffiguranti la Lupa con Romolo e Remo e immagini legate alle merci vendute nel mercato. Nel 1946  dopo la caduta della monarchia sabauda – la Piazza cambiò nome in Piazza Alessandria, e il mercato divenne per tutti “il mercato di Piazza Alessandria”. Fonte: Rerum Romanarum

SAN LORENZO: LE BATTAGLIE DEI RESIDENTI PER IL VERDE

I cittadini di San Lorenzo lo hanno sempre saputo e rivendicato: “Lo spazio pubblico è indispensabile alla vita dei cittadini”. E adesso “che lentamente gli abitanti sono tornati a uscire dalle loro case la mancanza di spazi pubblici, di giardini e parchi è apparsa in tutta la sua gravità”. Se con la Fase 2 gli occhi di media e amministratori si sono concentrati parco dei galli-3sulla riapertura di negozi, ristoranti e parrucchieri molta meno attenzione è stata posta alla necessità di cura e alle possibilità di utilizzo degli spazi pubblici all’aperto dove stare con maggior sicurezza, soprattutto per bambini e adolescenti. Ci hanno pensato però le realtà associative, comitati e centri sociali di San Lorenzo alle quali è bastato ripartire dalla geografia delle proprie vertenze per disegnare la mappa di quegli spazi negati la cui possibilità di utilizzo è diventata ancor più essenziale per progettare la propria vita nel quartiere ai tempi della convivenza con il Coronavirus. Continue reading

CORREVA L’ANNO 1910 AL LAGHETTO DI VILLA BORGHESE

Un magistrale fotomontaggio di romaierioggi.it. Alle spalle di questo gruppo in posa vediamo, contornato da querce e lecci – nel 1910 – il piccolo lago di Villa Borghese. Questo venne aperto da Antonio Asprucci che insieme al figlio Mario pose sull’isola artificiale, tra il 1785 e il 1792, il tempio di Esculapio. Inoltre vi fu inserita la Fontana delle Maschere (un bacino con maschere e delfini eseguiti su disegno di Giacomo Della Porta) e la Fontana dei Satiri di Giovanni Nicolini, che però risale al 1925. Per quanto riguarda il tempio, sui capitelli corinzi sono raffigurati gli animali sacri al Dio della medicina: il caprone, il gallo e il gufo. Fra le altre statue, vi sono le due ninfe ad opera di Vincenzo Pacetti e Agostino Penna. Fonte: www.romaierioggi.it

UN NUOVO LIBRO PROPOSTO DAL GOETHE-INSTITUT DI VIA SAVOIA

goethe institutOgni settimana il Goethe-Institut di via Savoia propone attraverso la newsletter un libro da leggere. Sempre accompagnati da un breve commento in #italiano, sperando di incuriosirvi libro dopo libro! Ecco la proposta di Antonella Perin, direttrice del reparto Programmi Culturali del Goethe-Institut Rom: Voci del verbo andare di Jenny Erpenbeck (traduzione dal tedesco di Ada Vigliani, Sellerio Editore 2016. Titolo originale: Gehen, ging, gegangen) Disponibile in E-book. Continue reading

VIVEVA NEL QUARTIERE TRIESTE GIACOMO FURIA, SPALLA DI TOTÒ

furia con peppino e totòChi non lo ricorda nel ruolo del pizzaiolo tradito nel celebre episodio dell’anello con Sofia Loren ne«L’oro di Napoli»? E come dimenticarlo al fianco di Totò e Peppino, come imbianchino-falsario ne «La banda degli onesti»? Giacomo Furia, uno dei più grandi caratteristi del cinema italiano, spalla “nobile” di Totò, viveva nel nostro quartiere Trieste: ci aveva lasciato, all’età di 90 anni, nel 2015.